Alta Via dei Parchi: da Bascio all’eremo Madonna del Faggio – Tappa nr 27

20 maggio 2018 - 20:03

Tappa dell’Alta Via dominata da una natura rigogliosa e dalla suggestiva vista sui Sassi Simone e Simoncello e sul monte Carpegna. Si imbocca una sterrata che conduce a Miratoio, in un’alternanza di radure e brevi tratti boschivi. Avvicinandosi ai Sassi Simone e Simoncello si incontrano ampi terreni argillosi, alternati a pascoli e talvolta alle tipiche formazioni erosive dei calanchi.

Arrivati ai piedi dei Sassi, si incontra l’antica foresta di querce, cerri e poi faggi. Il terreno da argilloso diventa progressivamente calcareo a causa dei detriti originati dall’erosione delle rupi. Una lunga ma meritevole deviazione prevede il periplo del Sasso di Simone e la risalita verso la piana sommitale che ospitò prima l’abbazia benedettina, poi i cantieri mai terminati della “Città del Sole” sognata da Cosimo de’ Medici.

Tornati lungo il percorso principale si imbocca una mulattiera che conduce fino al passo Cantoniera, dove è possibile sostare oppure scendere fino all’abitato di Carpegna, per poi ancora risalire fino alla vetta dell’omonimo monte, dove svetta lo splendido Eremo della Madonna del Faggio, punto d’arrivo della tappa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano