Anello del Becco Nero

20 maggio 2017 - 14:25

Il tour del Becco Nero (m. 2629) tocca tre luoghi di interesse: il colle d’Ancoccia (un punto di osservazione privilegiato sulla Rocca La Meja, cima in tutto e per tutto dolomitica), il colletto della Meja (luogo aereo ed impervio), il lago della Meja. Durante il percorso si incontrano bunker e casermette.

Dal colle di Valcavera si scende verso Bandia.

Giunti a 2420 metri circa, sulla destra si trova un bivio privo di indicazioni: lo si imbocca e, giunti a quota 2475 metri circa, la carrareccia incontra un altro sterrato che sale dal colle Bandia: si prosegue diritto, ignorando la strada che sale verso destra e che si dirige al colle del Mulo.

Si scende quindi sul versante NW del colle, fino ad incontrare sulla destra il sentiero che sale al colletto della Meja. Lo si imbocca e si sale all’aereo luogo. Tornati sui propi passi, si torna a seguire la carrareccia, si passa accanto ad alcuni crateri provocati da esplosioni e si arriva finalmente allo splendido laghetto della Meja.

Oltre il lago, la strada sterrata supera una modesta gobba e quindi scende al colle Margherina, passando accanto ad alcuni ruderi ex-militari; al Margherina s’incontra lo sterrato che sale dal colle del Preit: si piega a sinistra, si passa per il colle della Bandia (ruderi di caserme e opere fortificate) e, continuando per la strada principale, si risale al colle di Valcavera.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano