Bolivia: Occhio dell’Inca

Interessante passeggiata che conduce ad una laguna termale d’acqua sulfurea, le cui proprietà curative erano già conosciute dagli Incas.

20 febbraio 2018 - 20:14

Dalla stazione autobus (terminal terrestre) del mercato di Potosí, prestando attenzione poiché in città esistono anche altri terminal, si prende il trufi (taxi collettivo a tariffa fissa) con percorso Terme di Tarapaya. Percorsi 30 chilometri in un’ora circa, si raggiunge la fermata per le Terme.

Si oltrepassa la strada e si prosegue sulla sterrata, che sale noiosa fino alla meta. In alternativa si percorrono circa 50 metri sulla sterrata per poi deviare sulla destra su un sentiero che sale lungo un ripido costone. Superati alcuni rivoli d’acqua, si arriva in cima ad un pianoro con due piccoli stagni. Si continua a sinistra e si giunge all’Ojo dell’Inca, un laghetto perfettamente circolare situato all’interno di un cratere con acqua a 30° C.

Per entrarvi si paga una piccola quota d’ingresso e, anche se vi sono tre piccoli edifici che servono da spogliatoio e bar, il posto non è mai troppo affollato.

Con uno scenario meraviglioso è possibile fare anche un bagno a 4000 metri, tenendo sempre ben presente che l’acqua è fangosa e abbastanza profonda al centro. In alternativa vi sono due piccole piscine. Per scendere, si può prendere invece la sterrata e completare un percorso a circuito. Importante è arrivare sulla strada asfaltata prima delle 17,30, orario in cui passa l’ultima corsa del taxi per Potosí.

Libri

 

Per meglio orientarsi nella visita di uno dei Paesi più affascinanti dell’America Latina segnaliamo la guida Bolivia: Il cuore dell’America Latina di Anna Maspero, responsabile comunicazioni Polaris.

 

 

Gli altri itinerari in Bolivia:

Bolivia: Parque Nacional y Area de Manejo Integrado Amborò

 

Bolivia: Uyumi Salar – Isola Inca Wasi

 

Bolivia: Parco Nazionale REA – Laguna Colorada

 

Bolivia: Trekking Isla del Sol

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, trekking sulla spiaggia: di cala in cala da Punta Ala a Follonica

La Via Matildica del Volto Santo, un cammino di 285 km tra storia e natura

Piemonte, la magia della montagna: un itinerario nel Parco Veglia-Devero