Cascata del Toce – Diga Vannino

18 marzo 2020 - 9:42

Dai parcheggi che circondano la cascata del Toce ci si porta a sinistra (ovest) e si risalgono i pendii fino a trovare delle baite diroccate. Si percorre un buon sentiero che, verso sud, si inoltra nel Vallone di Freghera, dopodiché ci si abbassa fino alle prime baite per poi risalire nuovamente. Le baite che si incontrano, ormai quasi fatiscenti, ricordano come queste valli fossero abitate non molto tempo fa. Procedendo l’itinerario prosegue in salita incontrando lingue di neve, fino a raggiungere l’ampia sella della Bocchetta del Gallo (2498 m). Da qui si scende per prati con due possibilità di raggiungere il lago del Vannino: raggiungere il sentiero che proviene da Ponte e che porta al bacino, oppure su tracce a mezza costa (senza perdere di quota) sino ad arrivare alla condotta dell’acqua per poi sempre in piano raggiungere la diga. Il ritorno comprende una variante rispetto all’itinerario d’andata, ovvero quella di percorrere l’ampio sentiero che conduce a Ponte o a Canza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Rocciamelone: al cospetto del Re delle Alpi

Via di Linari: un cammino medievale di 100 km tra Emilia e Toscana

Siena, il Grande Anello: trekking tra le colline del chianti