Cima Tosa

18 marzo 2020 - 0:23

Primo giorno:
Partendo da Molveno con gli impianti di risalita fino a località Pradel, s’imbocca il comodo sentiero segnavia 340 che porta al rifugio Croz dell’Altissimo, tel. 0461.585698 (1430 m).
Proseguendo sullo stesso sentiero e attraversato il torrente Massò con ponte sospeso si sale fino al rifugio Selvata, tel.333.7811702/337.455198 (1657 m), s’imbocca poi il sentiero 319 che sale fino al Rifugio Tosa-Pedrotti tel. 0461.586042/0461.948115, (2487 m), dove si pernotta.

Secondo giorno:
S’imbocca il sentiero Palmieri segnavia 320 per poi proseguire diritti per il sentiero 358 fino ad arrivare in cima ad un ripido canale dove a destra prosegue il sentiero 358. In linea al canale si denota la salita della via normale, dove si incontra l’unica difficoltà, 20 metri di secondo grado.
Superati questi dopo una serie di balze si raggiunge a quota 3173 metri Cima Tosa, la vetta più alta del Gruppo di Brenta. Rientro per la stessa via.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valle d’Aosta selvaggia: trekking al Lago di Lolair in Valgrisenche

Santa Severa: trekking sul mare etrusco alla scoperta dell’antica Pyrgi

Ciclabile “Sulle tracce degli Etruschi”: dall’Adriatico al Tirreno sulle tracce dell’antica civiltà