Erdemolo, gioiello tra i monti

18 marzo 2020 - 0:23

Da Palù si raggiunge il parcheggio in località Fròtten, a quota 1540 (indicazioni per la grotta “Grua va Hardömbl”). Si sale lungo la mulattiera sterrata superando le sparse abitazioni della frazione, e oltre la grotta, a quota 1700, un piacevole sentiero – segnavia 325 –  tra radi boschi di conifere porta fino al lago di Erdemolo (2005 m). Su una sorta di promontorio che domina il bacino si trova il rifugio omonimo.

Variante: magnifico complemento, per escursionisti allenati, il giro delle creste che dominano il lago. Una ripida salita tra sfasciumi porta alla Forcella del Lago (2213 m); verso sinistra, tracce di sentiero – segnavia 343 – seguono la cresta che tocca Monte del Lago (2329 m), per poi scendere a Forcella di Conelle, 2198 metri (su tutto questo tratto, si trovano passaggi anche molto esposti, necessaria esperienza e prudenza).

Si risale sempre seguendo il 343 verso la cima del Sasso Rotto (2394 m), e Cima di Sette Selle, per poi scendere al rifugio omonimo (Tel. 0461.913765 / 0461.550101) a quota 2014 e da qui rientrare a Frotten. Solo per esperti e allenati, ore 4.   

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno

Trentino, Stelvio Val di Rabbi: trekking alla scalinata dei larici monumentali