Emilia Romagna: con le ciaspole sulla Via Ducale abbandonata

Percorriamo con le ciaspole una delle strade ottocentesche che collegavano il Ducato di Modena con la Toscana. La Via Ducale, presto abbandonata perché difficile da gestire, è dventata invece un perfetto itinerario per appassionati delle racchette da neve.

4 febbraio 2022 - 9:00

Ciaspole sulla Via Ducale: un viaggio nel tempo sulla neve

La Via Ducale, un tempo Via della Foce, nacque nel 1823.

Rappresentava un asse transappenninico alternativo alla via Giardini, ma ben presto declinò, tra gli altissimi costi sostenuti.

Gran parte del tracciato si sviluppava a quote troppo elevate nella stagione invernale.

Oggi è diventata un percorso ideale per ciaspolare.

L’itinerario: partenza da Casa Coppi a Fiumalbo

Si parte da Casa Coppi imboccando la strada forestale segnata come sentiero CAI nr. 507 che, dopo un paio di ampi tornanti, procede in leggera salita tra faggete ed abetine inoltrandosi nella Val di Luce.

Il panorama è spettacolare e consente la vista sulla Valle delle Tagliole e sul Monte Rondinaio.

Il percorso ricalca interamente la strada forestale quindi è facilmente riconoscibile anche in presenza di abbondante neve ed è intervallato da alcuni bivacchi dove è possibile sostare al coperto in caso di brutto tempo.

Il ritorno è per la stessa via.

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Emilia Romagna

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram – Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Montagna oltre lo sci: 9 attività outdoor da fare sulla neve

Allenamento per il trekking invernale: consigli ed esercizi fondamentali

Emilia-Romagna in autunno: dal Lago Scaffaiolo al rifugio Monte Cavallo