Lombardia, 6 itinerari per scoprire cascate e laghi a due passi da Milano

La Lombardia ha la rete fluviale più estesa d'Italia, con numerosissimi laghi naturali e corsi d'acqua davvero unici. Scopriamo 6 itinerari per scoprire cascate e specchi d'acqua tra le montagna

29 giugno 2024 - 7:48

Escursioni in Lombardia alla scoperta di laghi e cascate

Venire dalle grandi metropoli, come Milano ad esempio, può significare non avere il mare “a portata di mano” e magari rinunciare a una giornata in spiaggia all’insegna del relax, oppure non del tutto.

Infatti, anche se la Lombardia non può offrire il mare, è comunque possibile fare il bagno in diverse località, più o meno conosciute, che sono dei veri e propri gioielli naturali.

Un bagno è quasi assicurato grazie alle numerose piscine naturali, alle cascate e ai torrenti di montagna presenti in regione.

Per non dimenticare poi i laghi arricchiti da spiaggette nascoste e sconosciute, ideali per contrastare l’afa estiva.

La Lombardia è pur sempre la regione italiana con la maggiore estensione fluviale, dunque, grazie a una piacevole gita fuori porta potrete facilmente raggiungere luoghi di grande valore naturale dove rinfrescarvi e godervi del meritato relax.

 

1- Lecco, le pozze di Erve: perle nascoste delle montagne

Chi abita a Lecco e dintorni conosce sicuramente bene questo luogo: si tratta delle suggestive pozze di Erve.

Queste ultime sono delle piccole piscine naturali raggiungibile dal piccolo borgo di Erve collocate ai piedi del Monte Resegone, per la precisione alla sorgente di San Carlo.

Il sentiero che conduce a questi specchi d’acqua fiancheggia il torrente Galavesa e non è eccessivamente impegnativo: il dislivello è di circa 200 metri e la passeggiata dura all’incirca un’ora.

Questi specchi d’acqua larghi e poco profondi circondati da spiaggette di ciottoli sapranno essere l’antidoto giusto per la calura cittadina.

_ Per maggiori informazioni consultate questa pagina.

 

2- Varese, lo spettacolare salto d’acqua delle cascate di Ferrera

La cascata di Ferrera è decisamente una gemma nascosta in Lombardia.

Questo salto d’acqua, noto anche come come “Cascata Fermona”, è sicuramente tra i più belli e noti nella provincia di Varese.

Si trova a poca distanza dal paese ma offre lo spettacolo di un ambiente naturale e selvaggio.

Il salto del Margorabbia, ad esempio, è alto ben 30 metri ed è capace di affascinare in tutte le stagioni.

È una meta relativamente semplice da raggiungere grazie a un sentiero piuttosto scenografico che parte dal centro abitato di Ferrera.

La prima parte del sentiero è piuttosto semplice e alla portata di tutti. Giunti al bivio che conduce in discesa alla cascata, invece, il percorso diviene molto più avventuroso e scivoloso.

Il consiglio è quello di partire attrezzati: le scarpe da trekking sono quasi d’obbligo per via della presenza di alcuni punti insidiosi e scoscesi.

Arrivati al fiume è necessario effettuare un piccolo guado per giungere ai piedi della cascata (nei periodi di forti precipitazioni un paio di stivali può essere utile).

Uno sforzo che sarà sicuramente addolcito dal magnifico contesto naturale in cui vi troverete. Oltre alla cascata principale, è possibile ammirare anche una cascata più piccola, ma comunque altrettanto suggestiva.

In zona, infine, è presente anche una terza cascata che scende direttamente da una grotta, tuttavia non indicata e abbastanza nascosta.

_ In questa pagina alcune informazioni utili sul percorso

 

3 – Sondrio, la Val di Mello: scrigno di natura e biodiversità

La Val di Mello è un’incantevole Riserva Naturale collocata all’interno della Val Masino, nella provincia di Sondrio.

Passeggiare nella natura di questa valle vi permetterà di scoprire paesaggi naturali suggestivi e armonici, tra corsi d’acqua, cascatelle e pozze dove bagnarsi e rilassarsi in piena connessione con la natura incontaminata circostante.

In questa piccola oasi i ruscelli e gli specchi d’acqua limpida abbondano: tra questi c’è anche il famoso laghetto denominato “Bidet della Contessa”, incastonato in uno scenario mozzafiato di montagne e boschi.

È sicuramente la meta ideale per una gita giornaliera all’insegna del verde e di un bagno rinfrescante.

_ Ulteriori informazioni sui percorsi escursionistici in questa pagina

 

4- Sirmione, Jamaica Beach: una delle spiagge più belle d’Italia

Il Lago di Garda è ricco di sponde balneabili e spiagge dove poter rilassarsi e prendere il sole.

Sirmione, in particolare, è un borgo medievale incantevole capace di abbinare alla perfezione fascinazione e relax.

Vicino al borgo, infatti, esistono diversi lidi lacustri come la famosa Jamaica Beach.

Si tratta di una magnifica spiaggia di roccia bianca e liscia, circondata da acque cristalline: la “Spiaggia Giamaica” definita anche come “Jamaica Beach”, è stata celebrata dal The Guardian come una delle spiagge più belle e selvagge d’Italia.

Essa appare come un meraviglioso angolo esotico fra acque color smeraldo.

La spiaggia è situata sotto le Grotte di Catullo, e potrete godere di una visuale diretta della Rocca di Manerba.

In prossimità di Sirmione, poi, esistono diverse località balneari degne di interesse: il Lido delle Bionde, la Spiaggia Punta Grò, la Spiaggia Brema e il Lido di Lugana.

_ Tutte le informazioni utili le potete trovare qui

 

5- Iseo, relax sul lago 

Anche il Lago d’Iseo è capace di offrire varie destinazioni per un bagno rinfrescante.

Basti pensare alle grandi aree verdi dei Lido Fontanì, oppure a Lido Fosio nei pressi di Sarnico.

Spostandosi sulla sponda bresciana del lago, invece, si può decidere di fare tappa presso le spiagge di Sale Marasino e Iseo (entrambe attrezzate), oppure a Monte Isola, che invece offre giardini con libero accesso al lago.

A Marone, infine, si trova una spiaggia libera nota per la trasparenza delle sue acque.

La spiaggia di ciottoli è raggiungibile a piedi, tuttavia, non è particolarmente adatta ai bambini data la profondità del fondale già a pochi passi dalla riva.

_ Scopri l’elenco di tutte le spiagge del lago

 

6- Bergamo, le Buche di Nese: un meraviglioso luogo nascosto

In provincia di Bergamo esiste un luogo davvero suggestivo anche se difficile da raggiungere: si tratta delle Buche di Nese, dette anche “Pozze di Burro”.

Le Buche di Nese sono un insieme di pozze e piccoli laghetti formati dal fiume Nesa, il quale scende dalla Corna Bianca fino ad Alzano Lombardo in Valseriana.

Per visitarle occorre raggiungere la frazione di Burro, proprio nei pressi della Trattoria del Brugo: lì ci sarà un sentiero impervio che vi condurrà alle Buche.

La prima buca è facilmente raggiungibile praticamente da chiunque, mentre per le altre occorre essere ben equipaggiati e prestare molta attenzione perché il sentiero non è ben tenuto e in vari punti può essere molto scivoloso.

Il percorso vi farà serpeggiare nella natura boschiva fino al corso d’acqua che alterna una serie di pozze e piccole cascate naturali.

I più esperti e ben equipaggiati potranno proseguire fino all’ultima buca, detta “Paradis”, e godersi un meritato bagno refrigerante.

Ad ogni modo e in generale, questa zona si presta molto bene per un piacevole pic-nic all’aria aperta.

_ Scopri informazioni e dettagli sul percorso.

 

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Lombardia

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trekking d’estate vicino Milano: salita alla Baita Segala con vista sul Garda

Piemonte, il Giro delle Cascate in Valle Pesio: un trekking ideale da vivere d’estate

Parco Nazionale Val Grande: trekking nella natura selvaggia a due passi da Milano e Torino