Sicilia, Etna: itinerari con le ciaspole con vista mare

L'Etna regala grandi emozioni, in inverno poi si può vivere un'esperienza unica, ovvero quella di ciaspolare sulla neve con la vista sul mar mediterraneo. Scopriamo gli itinerari per vivere l'inverno sul vulcano

19 gennaio 2023 - 5:22

Un universo a se stante, un mondo lontano e per certi versi lunare, quasi contrastante rispetto agli ambienti mediterranei che lo circondano.

Quando si parla di Trinacria si pensa sempre all’estate, al sole, al mare, ma pochi sanno che anche in inverno la natura assume dei connotati unici e inaspettati.

Nella stagione fredda è impossibile sfuggire al fascino del Parco Regionale dell’Etna, modellato dalle colate laviche dell’immenso vulcano della Sicilia orientale, la più frequentata stazione di turismo invernale del sud Italia.

La “Muntagna”, dispensatrice di acqua, fuoco, luce e colori, da dicembre a marzo è ricoperta di neve e la sua bellezza.

La sua bellezza non è solo nella spettacolarità delle eruzioni, ma anche nella possibilità – sopra i 1500 metri di quota – di calpestare con le ciaspole le antichissime colate laviche ammantate di neve, con il mar Ionio sullo sfondo.

Gli escursionisti possono visitare questo magico luogo per ammirare i cieli blu equatoriali, il bianco candido della neve, il nero della pietra vulcanica e, talvolta, durante la notte, il rosso zampillare delle fontane di lava.

L’idea di camminare su un vulcano attivo ha da sempre solleticato gli escursionisti e quando si parla del gigante di fuoco la voglia degli amanti della montagna sale esponenzialmente.

Immaginate di camminare a 2000 metri sul mare, in faccia allo Ionio, percorrendo paesaggi imbiancati dalla neve, circondati da centinaia di crateri laterali.

Si attraversano poi le sontuose pinete, sfiorati da colate laviche recenti e antiche, coccolati dal mare di Taormina e osservati dall’occhio vigilie dei crateri fumanti posti oltre i 3000 metri di quota.

Tutto questo tra dicembre e marzo è a portata di mano, basata raggiungere una delle due aree turistiche presenti sull’Etna per godersi la stagione invernale!

 

Gli itinerari consigliati

Piano Provenzana: frattura del 2002

Parco dell’Etna: monti Sartorius

Visita al nevaio di Santa Barbara

 

Informazioni uti

Le attività sono diverse e oltre alle ciaspolate, è possibile praticare lo sci nordico sulle due piste che si trovano, una a Piano Vetore, versante Sud Nicolosi, l’altra a Piano Provenzana, versante Nord Linguaglossa.

Inoltre Etna Sud offre agli sciatori la possibilità di fruire di una funivia per raggiungere le piste da sci alpino poste sopra quota 2500.

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi trekking in Sicilia:

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

 

Foto di Vincenzo Romeo, Fabio Bonaccorsi, Tiziana Brosio, Alfio Mazzaglia, Michele Sipala, Archivio Parco Regionale dell’Etna

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Monte Abetone: ciaspolare tra le nevi dell’appennino

Liguria con le ciaspole, Val d’Aveto: Monte Penna e Passo Cereghetto

Piemonte, Valle Stura di Demonte: con le ciaspole nelle Alpi Marittime