Toscana, trekking nella meraviglia di Cala Violina in primavera

Cala Violina è un piccolo angolo di paradiso mediterraneo in Maremma, a pochi chilometri da Grosseto. La primavera è il momento migliore per camminare in questa meraviglia naturalistica, tra mare e panorami

8 maggio 2024 - 9:00

Toscana in primavera: trekking con vista a Cala Violina

In primavera Cala Violina regala un’esperienza unica, immersi nella natura toscana.

Si cammina tra colline rigogliose e campi fioriti, accompagnati dal canto degli uccelli e dal profumo dei fiori.

Il clima mite della primavera rende l’escursione piacevole, mentre il paesaggio punteggiato di ulivi secolari crea uno scenario incantevole.

Magnifica la vista sull’Isola d’Elba e se il clima lo permette si possono fare i primi bagni della stagione.

Trekking vista mare a Cala Violina

La vista spazia dall’Isola d’Elba a tutto il Golfo di Follonica, fino a Piombino.

Lungo il percorso possiamo osservare la vegetazione caratteristica della costa rocciosa, ma il protagonista è il leccio. Nelle vicinanze di Cala Violina, considerata una delle spiagge più belle d’Italia, è presente l’Olivo selvatico.

Dalla sbarra di accesso s’imbocca il sentiero n° 1, che s’inoltra nel bosco in leggera discesa. Dopo circa 5′ di cammino s’incontra un primo bivio, dove si tiene la sinistra.

Il sentiero inizia a salire leggermente nel bosco, fino ad affacciarsi sul mare, dove possiamo ammirare uno splendido panorama sul Golfo di Follonica e sull’Isola d’Elba.

Dopo altri 25 minuti di cammino tra bosco e bei panorami sul mare s’incrocia il sentiero n° 6 e si prosegue diritto scendendo verso Cala Martina, dove possiamo vedere un monumento a Garibaldi.

L’epigrafe ci ricorda che il generale partì per le sue storiche imprese proprio da questa spiaggia. Proseguiamo quindi verso Cala Violina, incantevole baia di sabbia bianca che scorgiamo dietro un promontorio.

Dopo un’immancabile sosta proseguiamo lungo il sentiero n° 1, fino a incontrare dopo poche decine di metri un evidente bivio in cui imbocchiamo il sentiero 2A, a sinistra.

Proseguiamo diritto al successivo bivio per Cala Martina, e giunti in corrispondenza di una linea tagliafuoco la imbocchiamo verso sinistra, e giriamo ancora a sinistra per il sentiero n° 3.

Dopo poche decine di metri ancora a sinistra per il n° 3 che s’inoltra nella macchia mediterranea che di tanto in tanto si apre per regalarci stupendi panorami sul mare.

Seguiamo il sentiero tra continui saliscendi per circa mezz’ora, fino ad incontrare un bivio che imbocchiamo a destra, tenendoci sul sentiero n° 3. Arrivati a una linea tagliafuoco la imbocchiamo a sinistra in discesa, seguendo il segnavia n° 7.

Proseguiamo diritto ai bivi successivi, con i sentieri 3 e 6, seguendo la linea di cresta. Arriviamo infine al sentiero n° 5, che imbocchiamo in discesa, fino ad arrivare al punto di partenza.

 

 

Informazioni utili

Data la bellezza e la fragilità dell’ambiente di Cala Violina, l’anno scorso le Autorità hanno deciso di introdurre il numero chiuso per l’accesso estivo, da Giugno a Settembre.

Per avere informazioni aggiornate su questo e ogni altro aspetto utile, questo è il sito da visitare

 

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Toscana

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, trekking di primavera vicino Siena: Radicofani tra storia e natura

Pantelleria meravigliosa in primavera: il Sentiero del Kaggiar

Columbia, ecco la nuova scarpa da speed-hiking Konos TRS OutDry