Toscana, arriva la primavera: la Val di Chiana tra storia, panorami e vigneti

La Toscana è sempre in grado di sorprendere grazie alle sue ricchezze naturalistiche uniche in tutto il mondo. Una di queste è la Val di Chiana, sita tra Arezzo e Siena, all'interno della quale si trova la splendida Montepulciano, nota per il suo vino e per le splendide opportunità escursionistiche nei dintorni

20 marzo 2024 - 13:00

Alla scoperta della Val di Chiana e dell’incantevole Montepulciano

A sud est di quella che, con enfasi poetica, è nota come “terra di Siena”, sorge Montepulciano.

Quest’ultimo perpetua nel tempo l’incanto del suo borgo medioevale così come la prosperità e la rinomanza del suo vino e delle sue vigne.

Il segreto del Nobile di Montepulciano è alla portata di tutti.

Consiste nella forte connessione tra la tradizione contadina, il duro lavoro nei campi e le giuste condizioni ambientali.

Per capirlo è sufficiente osservare: il giallo delle spighe di grano è interrotto, di tanto in tanto, dal verde degli oliveti e dei vigneti, due preziose colture che s’integrano perfettamente con le monocolture cerealicole.

Tutta questa bellezza rientra nella caratteristica Val di Chiana.

Si tratta di una grande valle di origine alluvionale compresa tra le due province di Arezzo e Siena.

Rimarrete estasiati dal profumo dei vigneti e dalla maestosità dei pascoli.

Ma anche dalla storia dei borghi medievali e dalle innumerevoli prelibatezze gastronomiche.

Questo è il territorio perfetto per chi cerca un po’ di relax.

Potrete infatti scegliere le terme libere oppure le eccezionali spa dove sperimentare il meglio del benessere e dell’ospitalità toscana.

In più, questa terra è anche ricca di affascinanti percorsi escursionisti che vi condurranno lungo strade bianche, campi coltivati a grano, querceti, uliveti e vigneti.

Questi ultimi sono noti anche per aver donato al mondo un vino “nobile” che prende corpo soprattutto nel territorio di Montepulciano.

L’itinerario, una passeggiata lungo il Sentiero del Nobile

Questo percorso vi permetterà di visitare due splendide località.

Chianciano Terme, famosissimo centro termale le cui sorgenti erano note e apprezzate già ai tempi degli Etruschi e dei Romani.

E Montepulciano, cittadina ricca di chiese, palazzi, vie e celebri monumenti opera di artisti rinascimentali del calibro di Michelozzo e Antonio da San Gallo Il Vecchio.

Il percorso taglierà prati, colline e vigneti, gli stessi da cui nasce il notissimo Vino Nobile di Montepulciano.

Lungo il tragitto sarà anche possibile visitare alcune delle cantine più rinomate di tutta la zona.

Passando nelle vicinanze della località di Argiano e di Cervognano, immerse nei prati e nei vigneti, dovrete procedere verso il centro di Montepulciano costeggiando la Pieve della Madonna delle Querce.

Proprio in cima a un’altura chiamata “Poggio Prato”.

Furono proprio i gesuiti, in origine, a far erigere una cappella di devozione in questo luogo dove, stando a quanto ci dice la leggenda, un’immagine della Madonna, posta nell’incavo di una quercia, compiva straordinari miracoli.

Grazie poi ai soldi delle questue dei pellegrini, si fece erigere una prima piccola chiesa.

L’itinerario terminerà a San Biagio, la chiesa cinquecentesca posta poco fuori le mura di Montepulciano.

 

Informazioni utili

Se volete saperne di più riguardo questo suggestivo percorso allora potete dare un occhio a questa pagina.

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Toscana

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Piemonte in primavera, trekking con vista sul Lago Maggiore

Veneto in primavera: trekking panoramico sui sentieri della Grande Guerra

Costiera Amalfitana in primavera: trekking sulla Via delle Ceramiche