Trentino Alto Adige, Alpe di Siusi: trekking panoramico sulla Bullaccia

Un itinerario spettacolare sull'Alpe Bullaccia con partenza dall'Alpe di Siusi tra montagne, leggende medievali e panorami unici sulle Dolomiti.

16 agosto 2022 - 6:00

Trekking ad anello sull’Alpe Bullaccia

La Bullaccia è parte dell’Alpe di Siusi e raggiunge un’altitudine massima di 2.176 metri. Si tratta di uno dei punti panoramici più belli dell’Alpe di Siusi,  la più grande malga d’alta quota d’Europa.

Uno scenario unico da esplorare a piedi per godere di panorami indimenticabili sulle Dolomiti. Il più grande insediamento dell’Alpe di Siusi è Compaccio, situato sul lato occidentale dell’alpe.

Qui sono presenti anche le stazioni a monte della cabinovia Siusi-Alpe di Siusi e Bullaccia come anche di alcune seggiovie.

Il Compatsch è l’ingresso all’Alpe di Siusi per chi giunge in macchina da Castelrotto o con la nuova telecabina da Siusi; si tratta di un centro turistico comprendente diversi alberghi, ristoranti, negozi.

La Bullaccia, si trova a nord del Compaccio. Il monte è celebre per la presenza delle “panche delle streghe”.

 

L’itinerario: l’anello dell’Alpe Bullaccia e le panche delle streghe

Dalla stazione a monte della cabinovia Alpe di Siusi si segue la traccia 14, continuando sui dolci pendii erbosi verso ovest, fino a salire al rifugio Dibaita (m 1967), dove inizia il giro del Bullaccia.

Volgendo a sinistra lungo il sentiero PU si attraversano bellissime praterie dell’Alpe i rifugi Bullaccia (1.950 m s.l.m.) e Arnica (2.054 m).

I prati nei mesi estivi  sono ricoperti da sgargianti infiorescenze.

Proseguendo in direzione est lungo il sentiero PU raggiunge una croce in legno, detta “Wetterkreuz”. Da qui godiamo di una meravigliosa vista panoramica sui borghi di Castelrotto e Laion, in Valle Isarco, ma anche e sull’Alpe di Marinzene.

Raggiungiamo quindi le cosiddette panche delle streghe, due enormi sassi di rosso porfido. Si trovano sul lato occidentale di un bastione panoramico.

Il nome deriva dalla leggenda medievale secondo cui le streghe dello Sciliar si radunassero proprio in quel punto per celebrare i loro riti.

Anzi, secondo la tradizione la più vecchia delle streghe si sedeva sule rocce per ammirare il panorama.

Panorama che è davvero unico. A ovest vediamo lo Sciliar con la Punta Santner ed Euringer, a sud i Denti di Terrarossa, il Molignon, la Drodà del Lago, la Cresta di Siusi e il Giogo di Fassa.

A est il Sasso Piatto e il Sasso Lungo, il gruppo del Sella e del Cir, verso nord la conca di Siusi e Castelrotto e sullo sfondo le Alpi Stubei e Ötztal.

Giunti al Filln Kreuz (crocifisso), con vista sulla Val Gardena, si attraversano i pendii della Bullaccia in direzione sud-ovest sul sentiero PU, o 14, per giungere in un’ora a Compaccio.

Il sentiero 24 porta invece  all’albergo di montagna Bullaccia, dove si trova la stazione a monte della funivia Monte Bullaccia.

Vicino all’albergo, la piattaforma  “Engelrast” (Sosta degli Angeli) offre un panorama meraviglioso sulle Dolomiti.

 

Informazioni utili

Tutte le informazioni e gli orari degli impianti di risalita dell’Alpe di Siusi

Il sito ufficiale del Rifugio Arnika

Il sito ufficiale del Rifugio Bullaccia

 

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Trentino Alto Adige

Seguici sui nostri canali social!
Instagram –  Facebook – Telegram

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trekking d’autunno in Alto Adige: i colori e le malghe della Val di Fosse

Trentino, Val di Rabbi: trekking alla scoperta dei larici monumentali

Trekking d’autunno in Alto Adige: 4 itinerari tra natura, torri e castelli