Dolomiti meravigliose: trekking panoramico d’estate al Sassolungo

Panorami indimenticabili, rifugi aggrappati alle rocce, montagne dalle forme uniche e celebri in tutto il mondo: andiamo alla scoperta delle Dolomiti con un trekking ad anello sulla meraviglia del Sassolungo.

26 giugno 2023 - 11:03

Trekking d’estate al Sassolungo: la meraviglia delle Dolomiti

Il Sassolungo, maestoso massiccio montuoso delle Dolomiti, offre una delle esperienze più affascinanti per gli amanti del trekking durante l’estate.

Con le sue vette imponenti, pareti verticali e creste affilate, il Sassolungo regala paesaggi da cartolina ad ogni passo del percorso.

Durante l’estate, quando la neve si scioglie e la natura si risveglia in tutta la sua bellezza, i sentieri diventano il paradiso per gli appassionati di escursionismo.

Le possibilità di trekking nel massiccio del Sassolungo sono varie e adatte a tutti i livelli di esperienza.

Dalle passeggiate panoramiche ai percorsi più impegnativi, ce n’è per tutti i gusti e le capacità.

I sentieri sono ben segnalati e mantenuti, permettendo ai visitatori di esplorare questa meraviglia alpina in tutta sicurezza.

 

L’itinerario: trekking ad anello al Sassolungo

Dal rifugio / Resort Passo Sella (dal passo Sella si scende verso la Val Gardena per alcuni metri), si prende la cabinovia per il rifugio Demetz (2681 m).

Raggiungiamo l’apice della Forcella Sassolungo, con spettacolare veduta sul gruppo del Sella e sulla Marmolada.

Si scende ora tra ghiaioni e qualche nevaio (sentiero nr 525) per la ripida forcella, delimitata dalle irte pareti del Sassolungo (3181 m) e del Cinque Dita.

Dopo un’ora circa si arriva al rifugio Vicenza (2253 m), da dove si può ammirare la complessa architettura del gruppo del Sassolungo.

Qui sembra assumere l’aspetto di un anfiteatro.

Si continua lungo il sentiero nr 525, sulla destra (nel senso di marcia), scendendo tra pietraie e chiazze erbose.

Ad un bivio dove si prende il sentiero nr 526 che prosegue, con alcuni saliscendi, sino alla salita che conduce al Col di Mesdì (2124 m).

Si continua sotto le vertiginose pareti del massiccio, tra pietraie e cascatelle, sino al rifugio Comici (2153 m), con bella vista sul Sella.

Ora si prosegue su ampio sentiero pianeggiante sino al bosco e alla caratteristica “Città dei Sassi”, zona cosparsa da grossi macigni, sino al rifugio Passo Sella (2180 m).

 

Informazioni utili

Il sito ufficiale del Rifugio Vicenza

Il sito ufficiale del Rifugio Passo  Sella

Tempo di percorrenza
circa 5 ore

Segnaletica
Segnavia nr 525, 526, 528.

Come arrivare
Autostrada del Brennero, uscita Chiusa, poi Ortisei, Santa Cristina e Selva Gardena; si prosegue verso il Plan de Gralba sino al bivio dove si ignora la deviazione sulla sinistra per il passo Gardena e si continua dritto, seguendo i cartelli, sino al rifugio Resort Passo Sella.

 

_ Scopri gli altri itinerari e percorsi in Trentino Alto Adige

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trentino magico in primavera: 5 itinerari spettacolari e panoramici

Trentino meraviglioso di fine inverno, 10 itinerari panoramici sui laghi

Dolomiti spettacolari a fine inverno: con le ciaspole a Campo Carlo Magno