Valle D’Aosta: trekking al Palon di Resy in Val d’Ayas, tra rifugi e panorami

Camminiamo nella bellezza selvaggia del Palon de Resy, tra rifugi, montagne imponenti, laghi cristallini e panorami unici in un'esperienza di trekking indimenticabile.

12 luglio 2023 - 7:30

Palon di Resy, trekking alla ricerca del fresco: un balcone sul ghiacciaio di Verra

Il Palon de Resy incanta gli amanti del trekking con la sua bellezza selvaggia e incontaminata.

Situato in un angolo remoto della Val d’ayas, regala panorami unici su montagne imponenti, valli verdi e laghi cristallini.

Camminare qui è un connubio tra sfida e gratificazione, con sentieri impegnativi che conducono a luoghi magici, donando una sensazione di pace e serenità che solo la natura incontaminata può offrire.

Con i suoi 2676 metri di quota, il Palon di Resy costituisce un eccellente punto di osservazione sull’imponente colata del ghiacciaio di Verra situato nella testata sommitale di Ayas, unendo il tutto con un panorama davvero invidiabile.

Il termine Palon, è molto usato in Valle d’Aosta e descrive in generale una cima con un fianco dirupato, proprio come il grande versante nord del Palon di Resy.

Si tratta di una cima molto conosciuta sul Monte Rosa, una tipica salita da percorrere nella stagione estiva, recensita e descritta da innumerevoli manuali nel corso dell’ultimo secolo.

 

L’itinerario: salita ai rifugi del Palon di Resy

Il sentiero inizia appena dopo la chiesa, sulla destra.

Dopo alcuni metri su asfalto, tra bellissime case walser, si inizia a salire nel bosco (cartelli gialli, nr. 9, Alta Via nr. 1), con gradoni in pietra.

Superata una casa privata si continua con bella vista sulla mole grigia del Gran Tournalin. Superata l’Alpe Raccard (m 1911), si continua con suggestiva vista sui paesi della val d’Ayas e, ignorando la deviazione sulla sinistra per Fiery, si giunge al villaggio di Resy, con i due rifugi Guide Frachey (m 2060) e Ferraro (m 2072).

Si seguono ora le indicazioni per il Colle di Bettaforca, camminando per pochi minuti sull’ampia sterrata, sino alla deviazione, sulla sinistra (nr. 8c e 8d).

Si sale in un rado bosco di larici su terreno piuttosto ripido.

Ormai usciti dal bosco, si cammina lungo il sentierino che si snoda tra prati ondulati.

Al bivio, si sale in direzione della croce, superando gli ultimi metri del ripido pendio sino a giungere sulla sommità del Palon di Resy (m 2675).

Il panorama grandioso comprende, tra gli altri, i Breithorn, il Polluce, il Castore e l’immensa colata del ghiacciaio di Verra con incastonata la gemma brillante del piccolo lago Bleu che spicca tra le pietre scure della morena.

 

Informazioni utili

Il sito ufficiale del rifugio Guide de Frachey è ricco di informazioni e spunti per itinerari

Il sito ufficiale del Rifugio Ferraro, nella magia Walser

 

 

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Valle d’Aosta

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram – Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Sentiero della Pace: il cammino storico più lungo del Trentino

Piemonte, Val Gesso meravigliosa: trekking ai Laghi della Valscura

Trentino, 9 splendide passeggiate estive alla scoperta delle cascate