Piemonte, Valle Maira: trekking di fine estate con vista sui sentieri occitani

Natura, storia, tradizioni e cultura: un itinerario di fine estate in Valle Maira, alla scoperta della terra degli Occitani, dei loro antichi borghi e delle loro montagne

8 settembre 2023 - 7:00

Valle Maira: itinerari panoramici 08alla scoperta della civiltà occitana

I Percorsi Occitani sono una rete di sentieri, ben tenuti e segnalati con l’inconfondibile segnavia di colore giallo, che si estende nel territorio della Val Maira, in provincia di Cuneo.

La Valle Maira è un vero e proprio crocevia tra Italia e Francia, con una storia che rispecchia il suo ruolo di confine.

Storicamente, la valle è stata il limite orientale dell’antica Occitania, una vasta regione che si estendeva dalle Alpi ai Pirenei, attraversando tutta la Francia meridionale.

Una terra è intrisa di storia e leggende, legate ai Catari e ai Trovatori, e presenta una lingua comune, un popolo tenace e una ricca tradizione di musica e danze popolari che ancora oggi caratterizzano diverse aree di questo affascinante territorio.

La Valle Maira è un luogo dove la cultura e la storia si intrecciano con la bellezza naturale delle Alpi, creando un ambiente unico e affascinante da esplorare.

Quello che presentiamo è un interessante sentiero che tocca alcuni dei centri abitati della valle, conducendo alla scoperta delle borgate tradizionali e dei piccoli gioielli di arte e architettura rappresentati dalla chiese e dalle cappelle che si incontrano lungo il percorso.

 

L’itinerario: da San Martino a Macra tra storia e natura

L’itinerario comincia da San Martino Inferiore.

Da qui si scende verso Stroppo e, ad un bivio, si prende il sentiero a sinistra che prosegue verso Ciamino (1339 m).

Dalla borgata si prosegue verso nord, contornando la comba di Cayre: attraversato il rio si oltrepassa Rocca Castello (1396 m) fino a Cucchiales Inf. (1345 m), altra suggestiva borgata.

Si scende ora sulla strada panoramica, oltrepassandola, guadagnando infine quota fino alla Chiesa di San Peyre (1233 m), custode di un ciclo di pregevoli affreschi risalenti al XV e XVI secolo.

Vicino alla chiesa, un sentiero punta verso levante tagliando più costoni, in continui e panoramici saliscendi, fino alla borgata Caudano (1129 m), dove è stato restaurato un edificio del 1463.

Dall’antico lazzaretto si scende ora nella comba Venines, guadando il rio per poi risalire a Centenero (1222 m) e proseguendo verso est.

Contornata una serie di dorsali della Costa Cucce e attraversata la Comba di Valcalda con ripetuti saliscendi, si perde quota fino a comba Font Buient.

Dalla borgata Langra (972 m), dopo un breve tratto su stradina asfaltata, s’imbocca sulla destra il sentiero che costeggiando il rio e lambendo un antico mulino, raggiunge Macra.

 

 

Informazioni utili

Il sito ufficiale dei Percorsi Occitani, con la descrizione di tutti gli itinerari

 

 

 

_ Scopri gli altri itinerari e percorsi in Piemonte

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Piemonte, con le ciaspole nella meraviglia del Rifugio Crosta, Val d’Ossola

Piemonte d’inverno, il meraviglioso Bosco di Salbertrand con le ciaspole

Piemonte, con le ciaspole nella meraviglia della Certosa di Pesio