Piemonte, Valli di Lanzo alla ricerca del fresco: salita al Rifugio Gastaldi

L'emozionante salita panoramica al Rifugio Gastaldi nelle Valli di Lanzo, vicino Torino, è un trekking panoramico, incantevole e rinfrescante, una meravigliosa fuga dalla calura estiva.

17 luglio 2023 - 8:00

Trekking alla ricerca del fresco vicino Torino: la meraviglia delle Valli di Lanzo e il Rifugio Gastaldi

Le Valli di Lanzo, a due passi da Torino, incantano gli appassionati di trekking con la loro bellezza incontaminata.

I sentieri serpeggianti conducono attraverso paesaggi unici verso vette maestose, dando riparo dal caldo torrido dell’estate.

Nel cuore di questa meraviglia montana si trova il Rifugio Gastaldi, un’oasi accogliente che offre riposo e ristoro ai viaggiatori.

Con panorami spettacolari, una storia alpinistica affascinante e la possibilità di esplorare la natura selvaggia, il trekking estivo nelle Valli di Lanzo, con il Rifugio Gastaldi come base o come meta, regala un’esperienza indimenticabile agli amanti della montagna.

 

L’itinerario: trekking panoramico al Rifugio Gastaldi

Dal parcheggio di Pian della Mussa,  antistante l’inizio del percorso per il Rifugio Gastaldi, si imbocca la stradina che attraversa la Stura e termina nei pressi dell’Alpe Rocca Venoni (m 1845).

Si prosegue verso destra, fino ad arrivare quasi ai piedi del Canalone delle Capre, dove scorre un rio impetuoso. Da li si piega verso sinistra per iniziare a salire con molte svolte.

Dopo un breve tratto pianeggiante si riprende quota verso il piccolo Pian dei Morti e, rapidamente, al Gias della Naressa, dove si trova un bivio (indicazioni).

A sinistra si supera poco dopo una incisione dove a inizio estate si trova ancora la neve.

Si prende a salire più decisamente con una serie di svolte.

Oltrepassate le pareti della Rocca Turo si piega verso destra, entrando in uno stretto canale, si oltrepassa una piccola fonte e si continua a salire, superando alcuni salti rocciosi.

La pendenza si attenua rapidamente fino a che la traccia diviene pianeggiante, in breve si entra in vista del Rifugio Gastaldi che rapidamente si raggiunge (m 2659).

Il ritorno avviene per la via di salita.

 

Informazioni utili

Il sito ufficiale del Rifugio Gastaldi

Il Rifugio è aperto ininterrottamente durante l’estate e offre ogni giorno servizio bar e ristorante.

All’interno ci sono alcune camere singole e due dormitori che possono ospitare fino a 65 visitatori.

Ogni piano dispone di servizi igienici e acqua corrente.

Accanto al rifugio si trova il Vecchio Rifugio, che ospita la sede distaccata del Museo della Montagna di Torino.

Attraverso rare immagini e reperti d’epoca, il museo documenta la storia dell’alpinismo delle valli di Lanzo e del Gastaldi.

 

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Piemonte

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Piemonte, Valle Pesio: ciaspolata panoramica al Gias Sottano del Colle

Piemonte, con le ciaspole nella meraviglia del Rifugio Crosta, Val d’Ossola

Piemonte d’inverno, il meraviglioso Bosco di Salbertrand con le ciaspole