Piemonte, il Giro delle Cascate in Valle Pesio: un trekking ideale da vivere d’estate

In Piemonte, per la precisione in Valle Pesio, esiste un sentiero ad anello che consente di assistere allo spettacolare salto dei Pis del Pesio e di altre tre magnifiche cascate, camminando tra i magici boschi del Parco del Marguareis, nella porzione più a sud delle Alpi Marittime

8 luglio 2024 - 9:08

Valle Pesio, trekking in una delle vallate più belle dalle Alpi Liguri

La Valle Pesio si costituisce come un’insenatura orografica che dai margini della piana cuneese si addentra nell’anima più selvaggia delle Alpi Liguri.

Arriva quasi a toccare l’imponente massiccio della Bisalta e si arrampica lassù, verso l’alto, fino ai 2651 metri di altitudine di Punta Marguareis, che nasconde uno dei sistemi carsici più importanti dell’arco alpino occidentale.

Questa valle custodisce una delle aree protette più antiche del Piemonte, in virtù di una biodiversità botanica che ha davvero pochi eguali nell’intero arco alpino italiano.

Sono numerosi i sentieri e gli itinerari che si immergono nel delicato respiro del Parco Naturale del Marguareis, disposto a ventaglio alle spalle di un’eccellenza architettonica come la Certosa di Pesio.

Tra questi, c’è sicuramente il suggestivo Giro delle Cascate.

 

L’itinerari ad anello da Pian delle Gorre

Il Pis del Pesio  è certamente una delle mete più note all’interno del parco.

Si tratta di una spettacolare cascata dove l’acqua sgorga direttamente da una parete rocciosa verticale e compie un salto di oltre 20 metri.

Il fenomeno è però tanto affascinante quanto effimero: si manifesta solo per alcune settimane l’anno, in primavera, quando l’abbondanza di acque dovuta al disgelo riempie le cavità ipogee fino a farle traboccare dal sifone terminale del Pis.

Dal Rifugio Pian delle Gorre dovrete imboccare il sentiero sulla destra seguendo le indicazioni per il Pis del Pesio.

Attraverserete due ponticelli, uno sul vallone Serpentera e uno sul vallone del Saut. A quel punto scenderete e attraverserete il ponte sul torrente Pesio.

Costeggerete il recinto di osservazione faunistica del parco e, in breve, raggiungerete il Gias Fontana.

Una piccola deviazione a destra vi consentirà di ammirare la prima suggestiva cascata formata dal Pesio.

Ritornerete ora alla radura del Gias Fontana per poi giungere, dopo circa 40 minuti di cammino, al Pis del Pesio.

Lasciata la spettacolare parete del Pis del Pesio, si dovrà ritornare al bivio precedente e svoltare verso il Gias degli Arpi, che si raggiunge dopo circa 15 minuti di camminata.

Da questo alpeggio dovrete imboccare un sentiero in discesa, pensato e costruito come via militare di collegamento tra la bassa Valle Pesio e il sistema di forti siti sul confine italo-francese.

Il sentiero attraverserà quindi il meraviglioso bosco di abete bianco del Prel, e perderà quota fino alle ultime due spettacolari cascate formate dai valloni Marguareis e Sestrera che, in parallelo, si uniscono nel nuovo vallone denominato Saut, ovvero “salto”.

Infine, intraprenderete una strada sterrata che, in poco tempo, vi riporterà al Pian delle Gorre sulla via militare.

 

Informazioni utili

_ Tutti i dettagli sul percorso potete trovarli qui.

 

 

_ Scopri gli altri itinerari e percorsi in Piemonte

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Piemonte d’estate: salita spettacolare al Rifugio Migliorero e Lago Ischiator

Piemonte, estate in cerca del fresco: trekking meraviglioso in Val Formazza

Piemonte meraviglioso: dal Lago d’Orta al Lago Mergozzo e Maggiore