Il cammino di Francesco

18 marzo 2020 - 9:41

1a Tappa
Rieti – Santuario di Fonte Colombo – Santuario di Greccio

Località di partenza
Rieti
Località di arrivo
Santuario di Greccio
Lunghezza del percorso
20,8 km
Difficoltà
E

Partendo dal piazzale limitrofo alla Cattedrale di Santa Maria, il percorso si snoda per 4 km all’interno della città di Rieti, abbandonando poi la S.p. Tancia, in località Macelletto, per procedere verso Fonte Colombo, seguendo una S.c. e un sentiero. Giunti così al Santuario di Forte Colombo, dopo quasi 1 ora di cammino, si devia verso la frazione di Sant’Elia; lasciatasi alle spalle, sulla destra, la Chiesa di Sant’Elia Profeta, si punta in discesa verso l’abitato di Piani Poggio Fidoni, oltrepassato il quale si transita sulla Via Tancia dirigendosi in direzione Val Canera salendo verso Colle Posta. È questo uno dei luoghi più spettacolari dell’intero cammino, da cui è possibile dominare tutta la Valle Santa. Giunti, infine, a Contigliano scavalcando le colline, si imbocca, dopo aver superato la località Piano, il sentiero Onnina, giungendo lungo il percorso all’Abbazia di San Pastore, da cui si accede a Via San Pastore che si interseca con la S.p. per Greccio, dove è possibile visitare il celebre Santuario Francescano.

2a Tappa
Santuario di Greccio – Santuario di Poggio Bustone

Località di partenza
Santuario di Greccio
Località di arrivo
Santuario di Poggio Bustone
Lunghezza del percorso
18,6 km
Difficoltà
E

Scendendo da Greccio, si procede lungo la S.p. sino all’incrocio con la S.p. per Reopasto, seguendo le indicazioni per Terni. Svoltando per Montisola, si va avanti sino a guadagnare il Ponte di Terria che attraversa il Fiume Velino in località Colle San Pastore. Continuando, a sinistra, verso Settecamini, si può arrivare alla Riserva dei laghi Lungo e Ripasottile presso Lanserra e il fabbricato Idrovore. Il cammino prosegue in direzione Ponte Crispolti sino alla congiunzione con la S.p. Ternana e, imboccata la stessa sulla direttrice di Rieti, ci si innesta poi sulla S.p. Ponte Crispolti da seguire sino a Poggio Bustone. Si raggiunge, ancora, la frazione Borgo San Pietro e la località detta Bandita. Da questo punto in poi la salita è abbastanza difficile, ma giunti a Poggio Bustone alcune piccole vie interne al paese conducono subito al santuario.

3a Tappa
Santuario di Poggio Bustone – Santuario de La Foresta

Località di partenza
Santuario di Poggio Bustone
Località di arrivo
Santuario de La Foresta
Lunghezza del percorso
12,6 km
Difficoltà
E

Dal Santuario di Poggio Bustone si ridiscende verso Bandita, seguendo a sinistra, dopo 2 km, una diramazione che porta alla località Poeta sino a San Liberato. Da qui, si procede verso la Fonte di San Liberato sino a Cantalice, e superato Cantalice  Superiore, si procede verso la S.p. Vazia – Cantalice, giungendo a Madonna della Pace. Si imbocca poi una S.c. che attraversa Case Colasanti, San Gregorio e Civitella, passando dalla Chiesa di San Felice da Cantalice. Giunti, quasi a fondo valle, in Via dell’Acquamartina, si discende verso monte svoltando a destra in salita e, superato un casolare sulla sinistra, si giunge infine al Santuario.

4a Tappa
Santuario di Poggio Bustone – Pian dè Valli

Località di partenza
Santuario di Poggio Bustone
Località di arrivo
Pian dè Valli
Difficoltà
E

Dalla zona del Santuario di Poggio Bustone, si imbocca il sentiero numero 421 che segnala la famosa Cima d’Arme e che è contrassegnato da indicazioni rosse-bianche-rosse. Bisogna, poco dopo, giungere sino agli Scogli di San Francesco e ai Prati di San Giacomo: si è a quota 1301 metri, in una fiabesca radura da cui si procede per il sentiero che conduce sino a Sella di Cima d’Arme, 1395 metri, e a Fonte Petrinara, sita a 1419 metri. Da qui, si segue il sentiero numero 420 verso Sella Monte Versanello, 1524 metri, deviando poi per il sentiero numero 402 che si snoda lungo il tracciato Passo del Lupo – Sella di Cantalice – Sella di Vall’Organo. Proprio da quest’ultimo punto si cammina verso il Rifugio La Fossa e, attraverso una strada sterrata in salita, si accede a Pian dè Valli

5a Tappa
Santuario di Poggio Bustone – Faggio di San Francesco

Località di partenza
Santuario di Poggio Bustone
Località di arrivo
Faggio di San Francesco
Lunghezza del percorso
9,3 km
Difficoltà
T

Partendo ancora dal Santuario di Poggio Bustone, punto iniziale di ben tre percorsi importanti, un altro itinerario possibile è quello che porta al famoso faggio seguendo la S.p. del Santuario in direzione Rieti sino a località Casa Fanfani, andando avanti lungo la S.c. che arriva a Monte Rosato e che va seguita sino a prendere un bivio a sinistra che conduce a Campi della Rocca e Querce Sante. Bisogna poi proseguire e attraversare il greto del Fosso del Trifoglio, proseguendo a sinistra fino alla S.c. del Cepparo; girando a destra proprio verso Cepparo, che è una frazione di Rivodutri, si continua lungo il tragitto. Passando per il paese, si abbandona il percorso montagnoso e si sceglie un sentiero sulla destra, che qua e là interseca la strada, e che sale sino a un crocifisso che indica la vicinanza del faggio. Proseguendo ancora di poco, si giunge al celebre albero.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno

Trentino, Stelvio Val di Rabbi: trekking alla scalinata dei larici monumentali