Il Parco dei Nebrodi, un’isola nell’isola – 4° tappa

18 marzo 2020 - 9:56

Il percorso della 4^ giornata ha inizio dalle Case Cartolari (1411m).
Si segue il sentiero che, attraverso la contrada Cartolari, corre in zone ampie e scoperte entrando, per qualche tratto, nella faggeta. Arrivati a Portella Dagara si può deviare verso destra per raggiungere il Lago Trea-rie. Dopo circa 1 km il sentiero interseca la strada asfaltata e la costeggia fino a Passo della Busica/Case Filippelli (1234m). Superate le Case, si svolta immediatamente a destra e si segue il sentiero in discesa; dopo circa 1 km, sulla destra, si incontra un Bevaio alimentato dalla Sorgente l’Acquaro, si continua in discesa seguendo l’impluvio torrentizio che, più a valle, prende il nome di Fiume Flascio. Si supera, poco dopo, una masseria e si aggira Monte del Moro (1433m) e Monte S Antonio (1319m), si incrocia così il sentiero principale che da Portella Castagnera, attraversa la Contrada di S.Antonio e che segue il confine comunale tra Fiore sta e Tortorici. Sul Fiume Flascio si segue la trazzera posta sulla sinistra idrografica del corso d’acqua. Il sentiero è in discesa ed attraversa sempre una zona scoperta. All’incrocio con la strada del Demanio Forestale che conduce alla Cappella delle Tre vergini, si segue il sentiero di sinistra (poco prima, sulla sinistra, a poche decine di metri dalla strada è un ricovero rurale) che sale leggermente e, dopo un centinaio di metri (un bivio sulla sinistra) si segue il sentiero principale sulla destra. Il percorso alterna zone scoperte e boscate (querceti) e brevi salite sino ad arrivare alla Masseria Zarbata sulla destra (1102m). Dalla Masseria si percorre un tratto in salita e poi si scende sino alla Caserma Forestale Zar-bata(1095m). Ancora un tratto in leggera discesa fino al Fiume Flascio, per poi attraversare il corso d’acqua e seguire la trazzera che ora percorre la destra idrografica. Questo tratto del percorso è boscato. Si continua a seguire la trazzera principale fino ad arrivare in corrispondenza dell’incrocio con la s.s.120, località Case Flascio Parapasci.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valle d’Aosta selvaggia: trekking al Lago di Lolair in Valgrisenche

Santa Severa: trekking sul mare etrusco alla scoperta dell’antica Pyrgi

Ciclabile “Sulle tracce degli Etruschi”: dall’Adriatico al Tirreno sulle tracce dell’antica civiltà