Veneto, Dolomiti del Cadore: con le ciaspole sul Sentiero Giovanni Paolo II

Con le ciaspole sul sentiero Giovanni Paolo II, l'itinerario dedicato al Papa polacco che amava meditare e camminare tra le meraviglie delle Dolomiti del Cadore.

22 febbraio 2022 - 8:42

Il Sentiero di Giovanni Paolo II: il Papa e le sue montagne

Giovanni Paolo II amava le Dolomiti del Cadore e passò tra queste montagne più di una estate.

In suo onore gli è stato dedicato dalla sezione locale del CAI il sentiero 336.

Dal centro di Lorenzago, imboccando via Pecol (poco prima del Municipio), superando il bivio con via Rivadò e girando quindi a destra al successivo bivio con via Parco dei Sogni, e ancora a destra al bivio dove inizia la carrareccia (991 m), si può salire, in circa mezz’ora, fino al castello Mirabello e alla vicina villa, sede dei soggiorni estivi di Giovanni Paolo II.

L’itinerario può essere percorso anche con le ciaspole, nella magia dell’inverno.

Questi sono i i luoghi in cui Giovanni Paolo II passeggiava per meditare e rafforzare lo spirito.

Pannelli illustrativi lungo il percorso arricchiscono la ciaspolata.

L’itinerario: partenza da Stabiere

Il sentiero inizia dalla località di Stabiere.

Il percorso si addentra in un bosco fitto di abeti e faggi nella tranquillità della valle che porta verso il Passo della Mauria

In località Stabiere si ha una finestra sul Cridola e Miaron di impareggiabile bellezza apprezzata moltissimo anche da Giovanni Paolo II, che qui si soffermò a lungo durante la sua prima vacanza nel 1987.

Il percorso è facile e permette di vedere le cime del Cridola, Miaron, Montanel e all’arrivo presso la palestra di roccia, in Località Croera, consente di abbracciare con un solo sguardo le cime dell’Antelao, del Pelmo e della Civetta.

Si attraversano poi Ghirlo e eVal de Palù, dove numerosi sono gli aneddoti legati al Papa.

A questo punto si può proseguire verso il Passo della Mauria oppure scendere attraverso il sentiero Regina Pacis; entrambi i precorsi conducono alla statale 52 Carnica. Proseguendo per strade boschive parallele si giunge a Lorenzago.

Notizie Utili

In questa pagina si possono trovare una descrizione più dettagliata dell’itinerario e altre informazioni

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trentino, Dolomiti: l’itinerario panoramico delle Bocchette Centrali

Trentino Alto Adige: 7 trekking per l’estate

Trekking sulle Dolomiti: Traversata del Sella e Piz Boè tra rifugi e panorami