La via francigena parmense

18 marzo 2020 - 9:41

1a Tappa

Collecchio – Fornovo

Dislivello: + 490 – 450 metri
Tempo di percorrenza: 5,30 ore
Difficoltà: E
Dal paese si segue la Ss.62 “della Cisa” in direzione Fornovo fino ad incrociare la strada del Conventino che conduce al Parco Regionale dei Boschi di Carrega. Raggiunto il Centro del Parco, il percorso inizia a salire fino alle località di Malignano e quindi Sagalara. Vizzola è l’ultima tappa prima di Fornovo di Taro.

2a Tappa

Fornovo – Terenzo

Dislivello: + 540 metri
Tempo di percorrenza: 6 ore
Difficoltà: E

Dalla località Caselle si raggiunge Respiccio. Superato con prudenza il torrente Sporzana, si arriva a Sivizzano.
Una mulattiera porta al guado del rio della Corona, fino a raggiungere l’incrocio con l’antica strada dei Cavallari che conduce a Bardone. Un altro breve tratto di mulattiera, seguito da 2 km di asfalto terminano a Terenzo.

3a Tappa

Terenzo – Cassio

Dislivello: + 520 – 240 metri
Tempo di percorrenza: 4,30 ore
Difficoltà: E/EE

Attraversato il borgo di Terenzo, il percorso risale la china del monte per poi scendere a Casola Castello, sul crinale tra Val Baganza e Val Taro. Splendido il castello di Ravarano. Un sentiero conduce attraverso i dirupi di Malacosta verso un punto panoramico da cui è possibile scorgere i Salti del Diavolo, guglie rocciose di conglomerato, nei pressi di Cassio.

4a Tappa

Cassio – Berceto

Dislivello: + 140 – 160
Tempo di percorrenza: 4 ore
Difficoltà: E

Da Cassio si segue la Ss.62 per un panoramico tratto di cresta, prima di deviare su un’antica mulattiera che conduce a Castellonchio. Una strada lastricata esce dall’antico borgo e conduce nel bosco fino ad un traliccio; da qui si prosegue lungo l’antica e ben conservata mulattiera diretta a Berceto.

5a Tappa

Berceto-Passo della Cisa

Dislivello: + 420 – 180
Tempo di percorrenza: 4 ore
Difficoltà: E

Seguendo la Via Romea si attraversa il borgo di Berceto e si raggiunge la strada per Valbona. Dalla loc. Tugo si arriva sulla statale della Cisa. Attraversata, si incontra il sentiero CAI 733 che conduce al monte Valoria per boschi di faggio. Raggiunto il prato sommitale si devia sul sentiero CAI 00 (edicola) fino a raggiungere il valico del Passo della Cisa.

 

_ Scopri le origini, la storia e le tappe della Via Francigena.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno

Trentino, Stelvio Val di Rabbi: trekking alla scalinata dei larici monumentali