Le grandi doline

18 marzo 2020 - 0:18

Dal punto di partenza in via La Carrera ci si allontana da Altamura in
direzione nordest, seguendo la strada che conduce in contrada Lamalunga
dove è possibile visitare il Centro Visite dell’Uomo di Altamura.

Proseguendo si giunge in prossimità del Pulo, una delle più spettacolari
doline del territorio.

Dopo un lungo percorso lungo le strade
comunali Università, San Rocco, Corvo, Fiscale e Cerasuolo si arriva in
località Casette di Castigliolo
, un antico insediamento con cinta
muraria di forma ellittica, il cui perimetro supera i 2 chilometri e
l’altezza è di circa 2,5 metri.

Dopo la visita a questo affascinante agglomerato ci si sposta verso l’area detta del Lago Mallarda.

Qui,
lungo la provinciale per Corato, si possono ammirare i gravi Tre Paduli
e Gurlamanna, due doline.

La dolina di Gurlamanna presenta al centro un
“votano”, un pozzo di forma cilidrica è rivestito di pietre o tufo a
secco.

Rientrando verso Altamura lungo il tratturo Scannapecora è
doveroso fermarsi un’ultima volta per visitare lo Jazzo lama di Nervi,
tipica struttura rurale delle Murge.

Gli jazzi sono rigorosamente rivolti verso sud con le “spalle” riparate dai venti di tramontana.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Umbria: trekking lungo la Via del Vino Sagrantino a Montefalco

La Via degli Dei: in cammino tra Bologna e Firenze

Costiera Amalfitana: il Sentiero degli Dei