Otro, l’altopiano dei Walser

18 marzo 2020 - 9:47

Descrizione: subito a destra del monumento ad Antonio Grober (1158 m), parte una mulattiera che attraversa Alagna, passando dietro il teatro Unione Alagnese. Il sentiero, segnalato con il numero 3, raggiunge la Frazione Reale Superiore e poco dopo il raccordo con la mulattiera che sale dalla Frazione Resiga. Dal bivio ha inizio una breve scalinata di lastroni, in parte sconnessi, che, dopo pochi metri, torna ad essere un sentiero assai facile. In circa 20 minuti, oltrepassato il Casolare Stiga e lasciato a sinistra il sentiero che scende alla Caldaia d’Otro (profondo bacino circolare nel quale precipita il torrente da un’altezza di 40 m), si giunge alla biforcazione per Gender, dove è posta la bella fontana dedicata a Enrico Giordano (sentiero 3a). 50 metri circa prima della biforcazione, si trova un sasso dalla superficie assai liscia, detto della Madonna. La tradizione tramanda che i ragazzi, passando per quella strada, erano soliti urinarvi sopra, per recare offesa alle ragazze che, per devozione, passando, avevano l’abitudine di toccarlo. L’itinerario 3 sale a destra con numerosi zig zag fino alla grande piana di Otro (1664 m), dove si incontrano, raccordati da brevi e piacevoli passeggiate, cinque nuclei abitativi Walser (Follu, Felleretsch, Ciucche, Scarpia e Weng), armonicamente integrati nel paesaggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valle d’Aosta selvaggia: trekking al Lago di Lolair in Valgrisenche

Santa Severa: trekking sul mare etrusco alla scoperta dell’antica Pyrgi

Ciclabile “Sulle tracce degli Etruschi”: dall’Adriatico al Tirreno sulle tracce dell’antica civiltà