Via Alpina / Tappa B15: da Sauris di Sotto a Forni di Sopra

20 maggio 2017 - 19:54

Dagli alpeggi della Sella di Razzo si gode di uno stupendo panorama che spazia da est ad ovest sulle catene delle Dolomiti pesarine, sulle cime di confine oltre Piave e su quelle del Complico, sul gruppo montuoso del Bivera-Clapsavon e a sud sul catino smeraldino del Lago del Lumiei.

Da Sauris di Sotto il sentiero 218 sale a Casera Pieltinis, dove incontra il sentiero 206 che percorre le balze erbose del Monte Pieltinis (1934 m) e del Morgenlait.

Scesi alla Sella Festons (1855 m), si incrocia il sentiero 204 che sale dal sottostante abitato di Sauris di Sopra e prosegue in direzione Nord per la Val Pesarina.

Si segue brevemente questo sentiero in discesa per poi attraversare in direzione Ovest, a mezza costa, i bei prati del Monte Festons, del Monte Oberkofel e del M. Rioda. Raggiunti gli sfasciumi della conca del Monte Pezzocucco, si guadagna la Sella Rioda (1800 m) e ci si immette sulla Provinciale Sauris – Razzo, percorrendola per un tratto.

Dalla Sella di Razzo (1775 m) si giunge al Rifugio Casera Razzo (1739 m) oltre il quale, seguendo il sentiero 209, ci si innalza per raggiungere la Forca della Croce di Tragonia o Risumiela (1973 m).

Superato lo spartiacque tra il massiccio formato dal Monte Bivera e il Monte Tiarfin si giunge alla Casera Tragonia (1760 m) dove si gode di una magnifica vista sulla Val Tagliamento: sul fondovalle l’abitato di Forni di Sopra con le sue pittoresche frazioni; davanti le frastagliate cime del Gruppo dei Monfalconi, che divide questa valle dalla Val Cimoliana con il Parco delle Dolomiti friulane; a Ovest le Dolomiti di centro Cadore.

L’itinerario percorre il sentiero 209 in continua discesa fino a Malga dell’Aip (1598 m), per giungere nella frazione di Vico (901 m) nel comune di Forni di Sopra.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies