Via FRANCIGENA: da Viterbo a Vetralla

20 maggio 2019 - 16:12

A piedi, con un equipaggiamento davvero rudimentale e con qualsiasi condizione meteo, esposti ad ogni sorta di pericolo, i pellegrini e i viandanti si affidavano alla strada tracciata nella terra e nella roccia, spinti dalla fede profonda che animava i loro animi e che mai li avrebbe abbandonati, anche quando il fisico pareva arrendersi. L’itinerario di fede indubbiamente più noto è la Via Francigena, l’immenso tracciato medievale che univa le più importanti mete religiose di allora, Santiago de Campostela, Roma e Gerusalemme. Questa è la tappa tra Viterbo e Vetralla

 Si esce dalla città da Porta Faul per imboccare la Strada Signorino. E’ una delle vie cave etrusche che taglia profondamente la roccia tufacea. Proseguendo su sterrate ben segnalate si arriva alla strada statale Cassia e, dopo un breve tratto contromano, si riprende il percorso su stradine asfaltate fino a raggiungere i resti della Chiesa di Santa Maria in Forcassi. Da qui manca solo un chilometro a Vetralla. Davanti alla Coop c’è la fermata Cotral mentre proseguendo per Cura di Vetralla per altri 2 chilometri si arriva alla stazione FS.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies