Piemonte, Valle Antrona: partorisce in baita, recuperata dal soccorso alpino

Una donna ha partorito nella sua baita in Valle Antrona, in Piemonte. Dopo il parto però la giovane ha chiesto l'intervento degli uomini del soccorso alpino per raggiungere l'ospedale: la casa infatti è nel bosco e raggiungibile solo attraverso un sentiero

29 dicembre 2022 - 16:28

Nel pomeriggio di giovedì 29 dicembre, in località Cheggio, una piccola frazione del Comune di Borgomezzavalle, in Valle Antrona, una giovane donna ha deciso di partorire in modo naturale nella propria baita in mezzo ai boschi.

Poco dopo il parto, la donna ha chiamato il numero unico delle emergenze 112 per chiedere il trasporto in Ospedale, per effettuare controlli su se stessa e il neonato.

La baita in cui risiede la giovane donna si trova però lontano dal centro abitato del paese, per raggiungerla l’unico mezzo di collegamento è un sentiero da percorrere a piedi.

Per questo la centrale operativa del 112 ha allertato gli uomini del Soccorso Alpino che sono intervenuti in supporto dell’autoambulanza della Croce Rossa per organizzare il trasporto della donna e del neonato lungo il tratto di sentiero tra l’abitazione e il parcheggio per le autovetture.

Sul posto sono intervenute le squadre a terra comprensive di due sanitari che, insieme al medico di turno sull’ambulanza (anch’egli volontario del Soccorso Alpino), hanno valutato le generali buone condizioni della donna e del bambino.

La donna è stata quindi caricata sulla barella e trasferita a piedi fino all’ambulanza con il figlio per essere condotta in ospedale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trentino, non solo sci: 8 esperienze outdoor alternative sulla neve

Banff film festival: torna la rassegna sul cinema di montagna e outdoor

Montagna per gli over 65: i 10 consigli degli esperti per evitare incidenti