Obiettivo Terra 2021: vince la foto di due aironi bianchi nella riserva Litorale Romano

La foto di due aironi bianchi maggiori scattata nella Riserva naturale statale Litorale Romano vince l'edizione 2021 di Obiettivo Terra, lo scatto sarà esposto in piazza del Campidoglio a Roma insieme alla foto di Marco Gargiulo, vincitore della menzione speciale “Obiettivo Mare”.

24 aprile 2021 - 13:59

È Andrea Benvenuti il vincitore della 12a edizione di “Obiettivo Terra” 2021, il concorso fotografico dedicato alla difesa e alla valorizzazione del patrimonio delle Aree Protette d’Italia, promosso dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana, per celebrare la 51esima Giornata Mondiale della Terra.

La foto vincitrice ritrae due aironi bianchi che volano sui corsi d’acqua nella Riserva naturale statale Litorale Romano (Lazio). Per la prima volta nella storia del concorso, il Primo Premio “Mother Earth Day” viene attribuito a una foto scattata in una Riserva statale.

Con questo fortunato scatto, il vincitore di “Obiettivo Terra” 2021, oltre al primo premio in denaro, si aggiudica la targa e la copertina del volume “Obiettivo Terra 2021: l’Italia amata dagli italiani” .

Benvenuti si è aggiudicato anche la Menzione speciale “Obiettivo Roma”, una delle novità di questa edizione, attribuita alla più bella foto scattata nelle Aree Protette della Città Metropolitana di Roma Capitale.

All’autore della foto, è stata donata come Premio extra-concorso la moneta fior di conio da 2 Euro realizzata per il 150° Anniversario dell’istituzione di Roma Capitale d’Italia, coniata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

La gigantografia della foto vincitrice sarà esposta al pubblico in Piazza del Campidoglio a Roma, insieme alla vincitrice di “Obiettivo Mare”, scattata da Marco Gargiulo e terza classificata, che ritrae un cavalluccio marino immortalato sui fondali della baia di Puolo, nell’Area Marina Protetta Punta Campanella (Campania).

Al secondo posto, si è classificata la foto del Parco Naturale Regionale dell’Aveto (Liguria), che ritrae una rana temporaria mentre depone le uova in uno specchio d’acqua, scattata da Stefania Urbini e vincitrice della Menzione “Animali”.

La cerimonia di premiazione

Le 12 foto vincitrici saranno le protagoniste del calendario 2022 di Obiettivo Terra e saranno riportate nella pubblicazione che verrà dedicata alla 12a edizione del concorso.

La cerimonia di premiazione, trasmessa in diretta da Palazzetto Mattei in Villa Celimontana, è stata aperta da Virginia Raggi (Sindaca di Roma Capitale), che ha dichiarato

“La pandemia non ha fermato la passione e la creatività delle persone. Il concorso fotografico Obiettivo Terra ne è la dimostrazione e le foto per celebrare le Aree Protette d’Italia sono state tantissime. Mi fa particolarmente piacere che una speciale menzione sia stata dedicata alla più bella foto scattata nelle aree protette della Città Metropolitana di Roma. In occasione della Giornata Mondiale della Terra, tutti noi dobbiamo ricordare l’importanza di tutelare l’ambiente che ci circonda. In questi anni, a Roma, abbiamo lavorato molto per rendere la nostra città più innovativa e sostenibile. Voglio ringraziare la Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana per avere promosso questo concorso che valorizza, attraverso l’arte della fotografia, le bellezze naturali che l’Italia ha la fortuna di possedere”.

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, ha introdotto la cerimonia di premiazione affermando:

“Ora più di prima, è necessario investire sulle aree naturali per potenziare la loro tutela e la loro capacità di attrattiva. Il nuovo turismo, in fase di pandemia da Covid-19, ci sta insegnando che, anche in futuro, dovrà continuare a essere sicuro e sostenibile,distribuito in più luoghi e per tutto l’anno. Solo così sarà possibile sostenere il settore e, in particolare, le realtà al di fuori delle grandi città d’arte. L’Italia dei record in biodiversità naturali, culturali e agroalimentari deve essere leader mondiale in questa nuova sfida a cui siamo chiamati a rispondere. Dobbiamo imparare dall’emergenza coronavirus per un vero Green Deal investendo in un rinascimento ecologico con smart cities, mobilità sostenibile, produzione diffusa di energie rinnovabili, smartworking”.

Pecoraro Scanio ha poi ricordato la figura di Giuseppe Tarallo, indimenticabile promotore e presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni (Campania), cui sarà dedicata nella prossima edizione del concorso fotografico un’iniziativa speciale.

Alla cerimonia di premiazione, in presenza, hanno anche partecipato Claudio Cerreti, Presidente della Società Geografica Italiana, che ha aggiunto:

“La premiazione del concorso Obiettivo Terra 2021 è una occasione, attesa e graditissima, per riconfermare insieme la grande attenzione che la Società Geografica Italiana ha per lo splendido patrimonio dei nostri parchi naturali e la grande soddisfazione di poter consolidare, anno dopo anno, una collaborazione intensa e fattiva come quella in essere con la Fondazione Univerde. L’alta qualità delle fotografie proposte dai candidati, a sua volta, rappresenta una documentazione che non ha bisogno di commenti e che ribadisce sia la vasta diffusione degli interessi naturalistici e paesaggistici nella cittadinanza sia la validità di una formula solida ed efficace”.

Presente anche il Ministero dell’Istruzione, con la sottosegretaria Barbara Floridia. Il Ministero per il Sud, rappresentato dalla sottosegretaria Dalila Nesci.

Presente anche il main partner Cobat, col suo Presidente Giancarlo Morandi, che è stato anche promotore del premio Menzione speciale “Parchi dal cielo”: a vincerla, una foto scattata nel Parco Nazionale del Gennargentu (Sardegna), da Ivan Pedretti che ritrae le luminose e variopinte chiome degli alberi in autunno, nella veduta aerea del Passo di Tascusì.

Il premio, attribuito alla più bella foto scattata con un drone nelle Aree Protette, celebra il 2021 Anno internazionale dell’economia creativa per lo sviluppo sostenibile.

Anche Coldiretti, main partner dell’evento, ha partecipato in presenza alla premiazione con Giuseppe Peleggi, direttore per l’innovazione tecnologica.

Sono inoltre intervenuti: Matteo Piantedosi (Prefetto di Roma), l’Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino (Comandante Generale Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera); il Gen. Antonio Pietro Marzo (Comandante, Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari – Arma Carabinieri); Antonio Maturani (Direttore Generale per il patrimonio naturalistico, Ministero della Transizione Ecologica).

I numeri della manifestazione

Le foto che hanno partecipato a questa edizione sono state 1.618,  pervenute da tutta Italia, il 60% in più rispetto alla precedente edizione.

Ogni partecipante ha avuto la possibilità di presentare al contest una sola foto a colori di cui: Parchi Nazionali (505 foto, pari al 31% delle foto ammesse), Parchi Regionali (691 foto, pari al 42%), Aree Marine Protette (152 foto, pari al 9%), Riserve Statali (52 foto, pari al 3%) e Riserve Regionali (250 foto, pari al 15%).

In questa edizione del contest, il Parco Nazionale più fotografato è il Gran Sasso e Monti della Laga (Abruzzo, Lazio, Marche) con 59 foto.

Il Parco Regionale più rappresentato invece è quello dell’Etna (Sicilia) con 28 foto, l’Area Marina Protetta più fotografata è invece quella di Punta Campanella (Campania) con 16 foto e, infine, la Riserva più rappresentata negli scatti dei partecipanti è la Riserva Naturale Isole dello Stagnone di Marsala (Sicilia) con 21 foto.

Delle 12 aree protette d’Italia premiate a “Obiettivo Terra” 2021, ben 5 hanno ricevuto per la prima volta un riconoscimento e sono: Riserva Naturale Statale Litorale Romano (Lazio), Parco Nazionale del Gennargentu (Sardegna), Parco Naturale Regionale dell’Aveto (Liguria), Riserva Naturale Orientata Isola di Stromboli e Strombolicchio (Sicilia), Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello (Sicilia).

In totale, nelle 12 edizioni di “Obiettivo Terra”, fin qui disputate, sono state candidate ben 12.478 fotografie e sono stati premiati 22 Parchi Nazionali, 32 Parchi Regionali, 7 Aree Marine Protette, 1 Riserva Statale e 4 Riserve Regionali.

 

Le foto premiate:

Primo premio “Mother Earth Day”

Vince: Andrea Benvenuti

Oggetto foto: Danza di due aironi bianchi maggiori sui corsi d’acqua della Riserva Naturale Statale Litorale Romano (Lazio).
Foto vincitrice della Menzione speciale “Obiettivo Roma” (Premio alla più bella foto scattata nelle Aree Protette della Città Metropolitana di Roma Capitale).

 

Menzione “Animali”:

Vince: Stefania Urbini

Oggetto foto: Rana temporaria che depone le uova in uno specchio d’acqua sul Monte Penna, nel Parco Naturale Regionale dell’Aveto (Liguria).

 

Menzione “Area costiera”

Vince: Filippo Figlioli

Oggetto foto: Allineamento perfetto. Fenicotteri volteggiano sullo sfondo di un mulino a vento, nel suggestivo tramonto delle saline della Riserva Naturale Isole dello Stagnone di Marsala (Sicilia).

 

Menzione “Fiumi e laghi”

Vince: Davide Biagi

Oggetto foto: Stelle alate a Merlino, nel Parco Adda Sud (Lombardia).

 

Menzione “Paesaggio agricolo (2021 Anno Internazionale della frutta e della verdura)”

Vince: Luciano Battaglia

Oggetto foto: Girasoli orolenticolari d’inverno a Castelluccio di Norcia, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Umbria, Marche).

 

 

Menzione “Patrimonio geologico”

Vince: Ivan Bertusi

Oggetto foto: “Iddu”. La maestosa e incandescente sciara del fuoco lungo il vulcano di Stromboli, nella Riserva Naturale Orientata Isola di Stromboli e Strombolicchio (Sicilia).

 

Menzione “Turismo sostenibile”

Vince: Fernando Privitera

Oggetto foto: Il guardiano del vulcano. Escursione nel Parco dell’Etna (Sicilia).

 

 

Le menzioni speciali

 

Menzione speciale “Borghi”

(Premio alla più bella foto di un borgo situato all’interno di un’Area Protetta italiana, in collaborazione con l’Associazione “I borghi più belli d’Italia”)

Vince: Piero Landini

Oggetto foto: Veduta notturna del suggestivo borgo del Giglio Castello, sulle alture dell’Isola del Giglio, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (Toscana).

 

Menzione speciale “Obiettivo Mare”

(per la migliore foto subacquea scattata in un’Area Marina Protetta, in collaborazione con l’associazione ambientalista Marevivo).

Vince: Marco Gargiulo

Oggetto foto: Elevation. Cavalluccio marino immortalato sui fondali della baia di Puolo, nell’Area Marina Protetta Punta Campanella (Campania).

 

Menzione speciale “Parchi dal cielo”

(alla più bella foto scattata con un drone nelle Aree Protette per celebrare il 2021 Anno internazionale dell’economia creativa per lo sviluppo sostenibile, in collaborazione con Cobat. Premio conferito a chi è in possesso delle necessarie autorizzazioni e per fini di monitoraggio, tutela e conservazione della biodiversità)

Vince: Ivan Pedretti

Oggetto foto: Autunno in Sardegna. Le luminose e variopinte chiome degli alberi nella veduta aerea del Passo di Tascusì, nel Parco Nazionale del Gennargentu (Sardegna).

 

Menzione speciale “Lonely Planet magazine Italia”

Vince: Filippo Barbaria

Oggetto foto: Un delfino in fondo al mare. L’incantevole lingua di sabbia lambita dagli stupendi e cristallini fondali, nella Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello (Sicilia).

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Isole Covid Free, passo fondamentale per far ripartire il turismo

Nepal: le bombole di ossigeno degli alpinisti servono a curare i malati di COVID

Inghilterra: ad ottobre verrà inaugurata una ciclovia di 240 km, tra campagne e scogliere