Val di Fiemme: idee per un estate outdoor

La Val di Fiemme è una meta ideale per chi vuole godersi un viaggio all'insegna della natura, dell'outdoor e della cultura. Gli itinerari di queste vallate sono perfetti per vivere un contatto autentico con una natura maestosa

22 luglio 2022 - 6:52

Da fine giugno i crinali del Lagorai sembrano quasi sanguinare: la fioritura dei rododendri dipinge di emozioni bordeaux le avventure degli escursionisti in una delle aree più incontaminate delle Alpi.

Rossa è anche la corteccia delle immense foreste di abeti, da cui deriva, fin dall’epoca medioevale, una delle maggiori risorse che hanno fatto di questa valle una delle più ricche dell’arco alpino, favorendo lo sviluppo di scuole artistiche e pittoriche che hanno impreziosito i numerosi palazzi rinascimentali nei paesi della Magnifica Comunità.

 

Un’estate tra i sentieri

Per ammirare, nel loro grandioso splendore, le guglie del Latemar, basta prendere gli impianti di risalita da Predazzo o da Pampeago, che accompagnano a duemila metri anche i camminatori più pigri.

Da qui, una rete di comodi sentieri permette di avvicinare questi capolavori della natura, svelandone aspetti impossibili da immaginare osservando queste montagne dal fondovalle.

Per chi invece vuole realizzare degli autentici trekking, anche plurigiornalieri, lo skyline della catena dei Lagorai, dal Passo Manghen fino a ridosso delle Pale di San Martino nei pressi di Passo Rolle, offre una autentica full immersion in una Natura spettacolare, caratterizzata da una wilderness che ha pochi paragoni tra le montagne europee.

Ma la Val di Fiemme riserva straordinarie sorprese anche a chi non si accontenta soltanto di osservare la bellezza della montagna, ma è curioso di conoscerne le più recondite sfumature: solo qui, infatti, è possibile “leggere” nelle rocce gran parte dei segreti della storia del pianeta.

Come in un libro aperto, infatti, i sentieri geologici accompagnano gli escursionisti in un viaggio attraverso 230 milioni di anni di vita della Terra.

Adatte a tutti, bambini compresi, le facili passeggiate nel Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino e nel Parco Naturale del Monte Corno; infine, per chi vuole entrare nella dimensione onirica del pensiero artistico immerso nell’ambiente naturale, a Pampeago c’è RespirArt, il più alto Parco d’Arte d’Europa.

Fra i 2000 e i 2200 metri di altitudine, dove il bosco cede il passo ai pascoli, si può camminare lungo un percorso costellato di installazioni d’arte contemporanea create da artisti di fama internazionale.

Trentino Fiemme Guest Card

Tramonti dolomitici, incontri con una Natura spettacolare, scoperte entusiasmanti di segreti che l’ambiente naturale di questa valle nasconde come tesori preziosi, ma anche musei, utilizzo di impianti di risalita, bus e navette.

Questa Card, dal giugno a fine settembre , regala anche escursioni guidate, racconti spettacolari e giochi nella natura, animazioni per famiglia, escursioni con la bike, mobilità in tutto il Trentino con bus, trenini e navette, ingressi nei musei e castelli trentini e sconti per accedere alle strutture sportive.

La Trentino Fiemm Guest Card, distribuita da Hotel, Agritur, B&B e Residence, è gratuita per bambini fino a 14 anni. Inoltre, nessuno versa l’imposta per più di 10 notti di soggiorno. Per comprenderne il valore, basta scorrere l’elenco dei servizi gratuiti contenuti nella Card.

_ Tutte le attività comprese nella Guest Card:

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Val di Pejo: Salita al rifugio Vioz Mantova, il più alto del Trentino Alto Adige

Le 5 ferrovie locali più panoramiche delle Alpi italiane

Vacanze: mare, montagna o visite? Ecco qualche idea tra le mete più famose!