Progetto Portolano: la mappa virtuale per navigare su laghi, fiumi e navigli della Lombardia

19 marzo 2020 - 12:04

La Lombardia naviga da sempre sulle sue acque, che siano esse di lago o di fiume. Da qualche mese è possibile farlo anche sul web, grazie alla mappa virtuale Portolano che fornisce informazioni su pontili, ormeggi e posti barca.

La Lombardia è la regione italiana che vanta la maggiore estensione di acque atte alla navigazione: sono oltre 1.000 i chilometri di costa navigabile nella regione.

Tutti e cinque i grandi laghi prealpini della Lombardia (Maggiore, Ceresio, Lario, Iseo e Garda) offrono un servizio di navigazione lacustre che trasporta più di 8 milioni di passeggeri ogni anno, che siano turisti o rivieraschi.

Non solo laghi: la Lombardia è anche la regione che conta la maggiore estensione fluviale d’Italia. La sua intricata rete di idrovie, beneficia dei grandi flussi d’acqua che dalle montagne e dai laghi prealpini si riversano nel Po.

Barche sul Po. Foto di Matteo de Vincenzi.

Oltre al Re dei fiumi italiani, che corre per oltre 260 chilometri in territorio lombardo, segnandone il confine meridionale, ci sono altri affluenti “d’alto rango” come il Ticino, l’Adda, l’Oglio e il Mincio. La navigazione su questi immissari ha un carattere perlopiù turistico, mentre sul Po il traffico commerciale muove circa un milione di tonnellate di merci ogni anno, concentrate soprattutto da e per i porti di Mantova e Cremona.

Anche i 5 navigli dell’area milanese, utilizzati fin dal 1600 per trasportare beni e persone, sono tutt’ora considerati navigabili. Di questi, sul Naviglio Grande e sul Naviglio Martesana, è oggi attivo un servizio turistico nel periodo primaverile-estivo volto a valorizzare questo patrimonio di grande valenza socio-economica.

Per poter fruire di questo ricchissimo sistema idrico navigabile, da aprile 2016 è stato lanciato un nuovo portale online in cui è possibile consultare la rete di navigazione regionale con una mappa interattiva. Il Portolano telematico della Lombardia permette di ottenere tutte le informazioni necessarie per chi vuole navigare con la propria barca sulle acque della regione.

Oltre alle caratteristiche tecniche e alle informazioni su approdi, aree portuali e ormeggi, sono anche indicate le regole di navigazione e i limiti di velocità. Un metodo rapido ed efficace per godere di una rete idrica che conta più di 500 strutture di ormeggio per oltre 15.000 posti barca.

Per consultare il Portolano basta cliccare sul sito www.navigare.servizirl.it/porti/

In apertura: lago di Iseo. Foto di Costantino Beretta.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

5 luoghi dove ammirare i colori dell’autunno in Italia

Sentiero Roma: nel cuore di granito della Val Masino

Monti Sibillini: dal Grande Anello ai sentieri natura, un paradiso outdoor