Dolomiti Friulane: Rifugio Giaf

20 maggio 2019 - 16:32

In condizioni ambientali favorevoli l’itinerario si presta sia a neofiti che ad esperti perché presenta diversi livelli di scelte con vari gradi di difficoltà.

Descrizione: dall’abitato di Forni di Sopra (partendo dall’ampio piazzale in località Ciandarens) si percorre la strada che conduce nella valle di Giaf (indicazioni).

Giunti all’omonimo ponte, che porta l’itinerario in destra orografica, la strada prosegue con una rampa fino ad un tornante dal quale si diparte il sentiero verso destra, consigliato in salita, inizialmente immerso nella faggeta.

Usciti dal bosco si raggiunge il torrente, si attraversa grazie a ponticelli in legno e quindi si risale lungo i versanti del Monte Boschèt, tra arbusti di pino mugo e larici fino a raggiungere le radure di località Giaf e il soprastante rifugio. Per il ritorno è possibile sia seguire lo stesso itinerario che scegliere la comoda discesa lungo la strada forestale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moncenisio: i sentieri della pace

Alpi Lombarde: in mountain bike al passo del Venerocolo

Valtellina: la Via dei terrazzamenti