Il Passo di Tignaga

18 marzo 2020 - 9:46

Dal centro del paese si cammina verso monte sino ad una cappella, sulla sinistra, nei pressi della quale si scende verso il torrente sino al piazzale degli impianti sportivi. Si attraversa il torrente Anza e si prosegue su strada sterrata.
Al bivio si taglia a destra (a sinistra inizia il sentiero per l’Alpe Laveggio, alternativa più breve raggiungibile in 1,30 ore dagli impianti sportivi), salendo sino all’Alpe Piana 1174 m. Si continua in un bosco misto, a prevalenza di faggi, sino alla cappella di Courgil (1374 m) e, successivamente, si giunge al torrente ove un masso segnala la direzione per l’Alpe Corte di Sopra (1713 m).
Si continua lungo un sentiero che si snoda tra la rigogliosa vegetazione, tipica della valle Anzasca. Nei pressi dell’ultima baita dell’Alpe Corte di Sopra si intravede la traccia che prosegue verso sinistra. Si cammina in direzione del pendio che diviene via via più  ripido. Si passa nei pressi del piccolo Lago di Tignaga e, poco dopo, si giunge al Passo di Tignaga (o passo del Laghetto 2472 m) che mette in comunicazione la Valle Anzasca con la Val d’Egua, laterale della Val Sesia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Maremma: la civiltà del tufo

Cilento e Umbria con Officinae Itineris

Il progetto dei Laboratori: Outdoor a 360°