Trekking per Crocieristi: 4 itinerari in Europa

Con l'arrivo della bella stagione aumentano gli italiani che decidono di concedersi una vacanza in crociera. Alcuni itinerari in Europa sono perfetti per chi non vuole rinunciare al trekking anche durante le vacanze

11 maggio 2024 - 10:48

Gran Canaria alla scoperta degli insediamenti aborigeni

Gran Canaria è una delle tappe migliori per chi vuole praticare trekking in crociera.

L’isola offre una vista mozzafiato tra foreste, montagne rocciose e antichi insediamenti aborigeni.

Si può iniziare il trekking dal punto panoramico di Degollada de las Palomas, in un paesaggio unico modellato dalla presenza vulcanica.
Qui si possono osservare la Roque Nublo, una delle rocce naturali tra le tappe da non perdere alle Canarie, e il Roque Bentayga, una delle più singolari formazioni rocciose di tutta l’isola.

In lontananza, se il meteo lo permette, si può anche scorgere l’isola di Tenerife.

Continuando lungo il sentiero, si attraversa una foresta di pini fino a raggiungere Cuevas de Caballero, un sito archeologico pre-ispanico formato da grotte naturali e artificiali. Qui si possono osservare antiche incisioni risalente proprio al periodo indigeno.

Lasciate le grotte, si può continuare il cammino verso il villaggio di Artenara, dove ci si può fermare al piccolo altare nella grotta Ermita de la Cuevita o al vicino Museo Etnografico Casas-Cueva.

Volendo si può aggiungere al percorso anche il Risco Caído, un sito Patrimonio Mondiale dell’UNESCO che è sede di diversi insediamenti aborigeni con presenza di abitazioni, granai e cisterne.

 

Monte Fløyen per ammirare i fiordi

Se si sceglie una crociera ai fiordi norvegesi non si può perdere il trekking al Monte Fløyen, uno dei sette monti che circondano la città di Bergen, in Norvegia.

L’escursione inizia con il raggiungere la Fløibanen, la storica funicolare che in 8 minuti permette di raggiungere la cima della montagna.

Prima di partire si potrà ammirare un bellissimo panorama sulla città di Bergen, sul mare e sui fiordi che la circondano.

Dalla stazione della funicolare basta seguire i cartelli per raggiungere il lago Skomakerdiket (in circa 15 minuti). Una volta raggiunto il lago si può iniziare il percorso di hiking di Blåmansveien.

Dopo una camminata di circa 2.5 km si può continuare verso Rundemanen, il punto più alto in assoluto, per poter ammirare la bellezza dei fiordi dall’alto.

Visti i diversi percorsi che si snodano è possibile allungare o accorciare il trekking in base alle preferenze personali. Se si sceglie un’escursione organizzata con la compagnia, sarà la guida a decidere in base alle capacità dei partecipanti.

 

Catania e la caldera della Valle del Bove

Andiamo in Italia con una meta molto famosa tra i crocieristi, ovvero la città siciliana di Catania.

Ovviamente il trekking non si può non concentrare sull’Etna, che è ad oggi il vulcano attivo più alto di tutta la placca euroasiatica.

In questa zona ci sono diversi percorsi di trekking, uno dei più famosi e consigliati è quello attraverso il sentiero Schiena dell’Asino, che vi permette di arrivare sull’orlo della Valle del Bove.

Questo percorso si trova sul versante meridionale dell’Etna e parte dal Rifugio Sapienza.

La difficoltà è medio-bassa però, vista la particolarità del paesaggio, è consigliabile la presenza di una guida che vi spieghi le caratteristiche di questo territorio, le piante che nascono nella terra lavica e la storia che c’è dietro l’enorme caldera della Valle del Bove.

 

Trekking a Genova

Genova è una delle città più importanti in assoluto per le crociere nel mediterraneo. È la sede principale di Costa Crociere e una delle basi operative di MSC.

Proprio per questo motivo, moltissimi itinerari nel Mediterraneo occidentale fanno tappa in questa città.

Gli appassionati di trekking possono allontanarsi dal paesaggio urbano attraverso un particolare percorso che porta a scoprire diversi forti storici di questa zona.

Il percorso parte in prossimità di Forte Sperone, imboccando la strada denominata Via delle Baracche.
A metà percorso si può scorgere Forte Puin, che è facilmente riconoscere grazie alla massiccia torre quadrata, continuando si raggiunge infine Forte Diamante.

L’escursione può essere considerata facile, il percorso si completa in 3-4 ore e permette di rimanere abbastanza vicini alla città di Genova.

Organizzare i trekking

I trekking possono essere effettuati in autonomia oppure con l’ausilio di una guida esperta.

Per la parte organizzativa ci si può informare attraverso i blog specializzati sulle crociere oppure tramite i siti ufficiali di MSC Crociere e Costa Crociere.

Le crociere hanno dei tempi di permanenza limitati in porto, quindi nella maggior parte dei casi è meglio affidarsi a trekking organizzati.

Tutti quelli presenti in questo articolo possono essere prenotati anche tramite le compagnie crocieristiche.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Columbia Hike Society: la community di appassionati outdoor si espande in tutta Europa!

Orologi e smartwatch per il trekking e l’outdoor: i migliori modelli e le loro caratteristiche

Sicilia meravigliosa in primavera: 3 itinerari nello Stagnone di Marsala