I più suggestivi rifugi del Trentino e gli itinerari per raggiungerli

I rifugi del Trentino hanno aperto il 20 giugno e sono pronti ad accogliere trekker ed alpinisti. Numerosi trekking di più giorni permettono di esplorare le Dolomiti, Patrimonio Unesco, e di dormire in queste strutture simbolo delle montagne

20 giugno 2023 - 14:36

Il Trentino, gioiello alpino nel cuore delle Dolomiti, si appresta a vivere una stagione estiva all’insegna della natura e dell’avventura.

Con l’arrivo dei mesi più caldi, i rifugi alpini della regione aprono nuovamente le loro porte, pronti ad accogliere gli escursionisti e offrire loro una sosta rigenerante in mezzo alla maestosità delle montagne.

Il Rifugio Fuciade, in Val di Fassa, si trova sull’omonima conca nel cuore delle Dolomiti Trentine, a circa 1982 metri di altitudine.

Una struttura immersa in un paesaggio da fiaba, con camere confortevoli e una cucina deliziosa.

Dalle sue terrazze si può ammirare lo spettacolo delle cime dolomitiche che si tingono di rosa al tramonto.

Per gli amanti dell’alta quota, il Rifugio Pedrotti alla Tosa è una meta imperdibile.

Situato a 2491 metri ai piedi della Brenta Bassa e davanti alla Brenta Alta, a pochi metri dalla Bocca di Brenta.

La sua posizione strategica lo rende punti di passaggio per gli itinerari che attraversano il Brenta da Sud-est a Nord-ovest.

Le sue camere accoglienti e il ristorante che propone specialità locali permettono agli escursionisti di rilassarsi e godersi l’atmosfera unica di questo luogo incantato.

Infine, non si può non menzionare il Rifugio Rosetta, situato nel Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino.

Una struttura che si trova sull’altopiano delle Pale di San Martino ed è il punto di partenza ideale per numerose escursioni, compresa la salita alla cima della Cima della Rosetta.

Il Rifugio Torre di Pisa è un gioiello incastonato su cima Cavignon a 2671 metri, tra le montagne del gruppo del Latemar.

Il nome deriva proprio da una formazione rocciosa di 20 metri, che si trova a pochi passi dal rifugio, che ricorda la famose opera architettonica pisana.

Il luogo ideale per riposarsi dopo una giornata di cammino gustano la cucina tradizionale del posto.

Un’altra meta imperdibile è il Rifugio Brentei, nelle Dolomiti di Brenta, situato a 2.182 metri di altitudine, è un punto di partenza ideale per escursioni ed arrampicate nelle montagne circostanti.

Un’esperienza unica è rappresentata dalla possibilità di assistere allo spettacolo del tramonto dalle terrazze panoramiche del rifugio.

Nella Val di Non, si trova il Rifugio Malga Tovre, immerso in un paesaggio incantevole. Questo rifugio, a 1.945 metri di altitudine, è raggiungibile attraverso una piacevole passeggiata tra prati e boschi.

La struttura dispone di camere confortevoli e di un ristorante che propone specialità locali, come i famosi canederli e i formaggi di malga.

Infine, il Rifugio Alimonta, situato nel gruppo dell’Adamello-Presanella, è una meta ideale per gli amanti dell’arrampicata.

Situato a 2.583 metri di altitudine questa struttura offre una vista spettacolare sulle cime dell’Adamello e sul ghiacciaio della Presanella ed è un punto di partenza per numerose vie ferrate e arrampicate.

Oltre alle riaperture e alle ristrutturazioni dei rifugi alpini esistenti, il Trentino offre anche nuovi itinerari di trekking per soddisfare le esigenze degli escursionisti più avventurosi.

Ecco quattro affascinanti itinerari per scoprire le montagne del Trentino e magari sostare in uno di questi suggestivi rifugi:

 

Alta Via della Val di Sole

Questo itinerario di oltre 150 chilometri attraversa l’intera Val di Sole, da Ponte di Mostizzolo fino al Passo del Tonale.

Lungo il percorso, gli escursionisti potranno ammirare panorami mozzafiato sulle vette delle Dolomiti di Brenta e dell’Adamello-Presanella.

Il percorso è suddiviso in diverse tappe, ognuna delle quali offre la possibilità di pernottare in rifugi alpini.

 

Sentiero delle Cascate

Situato nella Valle del Sarca, questo sentiero è ideale per gli amanti delle cascate e delle gole.

Il percorso inizia da Dro e si estende per circa 15 chilometri, attraversando una serie di spettacolari cascate e canyon.

Lungo il tragitto, gli escursionisti avranno la possibilità di visitare il suggestivo Parco delle Cascate di Nardis e di ammirare la maestosità delle cascate di Varone.

 

Giro delle Malghe

Questo itinerario è perfetto per chi desidera immergersi nella tradizione alpina e scoprire l’incantevole paesaggio delle malghe trentine.

Il percorso circolare parte da Madonna di Campiglio e attraversa alcune delle più belle malghe della regione, offrendo la possibilità di gustare i prodotti tipici locali e di apprezzare l’autenticità delle tradizioni rurali.

 

Sentiero dei Fiori

Situato nel Parco Naturale Adamello Brenta, questo sentiero è un vero paradiso per gli amanti della flora alpina.

Lungo il percorso, gli escursionisti potranno ammirare una grande varietà di fiori e piante endemiche, grazie alla ricchezza di microclimi presenti nell’area. Il sentiero dei Fiori offre anche splendide viste sulle maestose vette del gruppo dell’Adamello.

 

Scopri altre idee di viaggio in Italia

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram – Facebook – Telegram

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Veneto d’inverno: 6 indimenticabili cose da fare tra borghi, ciaspole e arte

Inverno con le ciaspole sull’Appennino: 5 itinerari sull’ultima neve dell’anno

Umbria d’inverno, 5 indimenticabili cose da fare e da vedere