Il programma delle escursioni dei Laboratori del Camminare | Trekking.it

Il programma delle escursioni dei Laboratori del Camminare

Categorie: I nostri eventi
0

I Laboratori del Camminare presentano il calendario delle gite e delle escursioni

Gite ed escursioni in tutta Italia organizzate da professionisti dell’outdoor per scoprire, in compagnia di tanti appassionati di trekking, gli angoli più belli e suggestivi del nostro paese. I nostri laboratori vi sapranno dare tutti i consigli e i suggerimenti utili per passare delle meravigliose giornate immersi nella natura, sotto la guida attenta di professionisti.

 

 

I trekking si spostano al crepuscolo. E così a grande richiesta il 14 luglio torneremo nelle bandite di Scarlino per fare visita alle meravigliose Cala Violina  e Cala Civette (con tanto di bagno notturno); mentre il 27 di luglio andremo in escursione nella valle del fiume Ombrone sotto il borgo medievale di Campagnatico (GR), durante la Sagra della Lumaca.

In più continuano le iniziative in sup e canoa in mare. Infine l’associazione Terramare da quest’anno sarà protagonista, con le sue attività, dei campi estivi Ragazzinsieme 2017, in collaborazione con UISP e Legambiente, che si svolgeranno tra la fine di giugno e l’inizio di luglio nella meravigliosa cornice del Parco Regionale della Maremma. Anche qui non mancheranno escursioni per i ragazzi, per conoscere la natura dei Monti dell’Uccellina.

Per maggiorni informazioni potete contattarci sul sito www.terramareitalia.it
Domenica 18 Giugno – Il Torrente Ciuffenna
Il torrente Ciuffenna, che deve il suo nome agli etruschi, scorre sotto il Pratomagno nel valdarno Superiore. Un torrente impetuoso con canaloni anche alti 30 metri. Un trekking affascinante, di livello facile adatto a tutti, famiglie e persone alla prima esperienza.
Domenica 18 Giugno – Le Cascate di Malbacco
Acqua cristallina, polle naturali in uno scenario da favola, alla scoperta delle fantastiche Cascate di Malbacco. Un itinerario tra i più suggestivi da fare in Toscana, boschi e sentieri incredibili che ci faranno passare una splendida giornata di condivisone e #bagnislevaggi.
Sabato 24 Giugno – Le Pozze di Lecchi
Uno scenario unico nel cuore di quella che fu la Lega del Chianti. Boschi suggestivi e pozze stupende dove trovare sollievo dalla calura estiva. un modo diverso per festeggiare San Giovanni e fuggire dalla città.
Domenica 25 Giugno – Le Grotte Urlanti
Ultimo dei #bagniselvaggi di Andare a Zonzo. Chiudiamo in bellezza con Le Grotte Urlanti, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Un itinerario ricco di fascino tra la Romagna e la Toscana.
Sabato 24 e Domenica 25 Giugno – Wild Trek sull’Argentario
Due giorni bradi attraversando il Promontorio dell’Argentario alla scoperta della baia col mare più bello della Toscana.

 

Sulla Cresta! Escursione alle Maccherie:

  • escursione di media difficoltà sul tratto dell'alta via dei parchi dallo storico Passo delle Radici, tra Modena e Lucca, e il monte  
    Giovarello per godere dello straordinario paesaggio delle Alpi Apuane e della valle del Serchio a sud del filo di perle delle cime  
    dell'Appennino Tosco Emiliano e delle mille vallate che degradano verso la Pianura Padana.
    Lunghezza del percorso: circa 9 km
    dislivello +/- 680 m circa
    pendenza media 12%
  • 
    

    Laboratorio “Gruppo Sentieristica Vulcano Laziale” – Lazio

25 GIUGNO 2017: Continuando il programma culturale “Vivi Rocca di Papa” 2^ edizione, organizzata e patrocinata dal Comune di Rocca di Papa. In questa data e’ prevista un’ interessantissima escursione dal titolo: “Da Rocca di Papa attraversiamo il Monte Artemisio”. Si tratta di un’ avvincente escursione naturalistica tra i boschi di castagno in quota 900 m.s.l.m, che tocchera’ le seguenti cime, Monte Artemisio, Monte dei Ferrari, Monte Peschio e Monte Algido, situate sulla caldera primaria dell’ antico vulcano laziale, datata tra 600.000 e 300.000 anni fa.

Sul Monte Algido visiteremo i resti dell’ antico castello medievale e da qui potremmo ammirare magnifici panorami con la sottostante Valle Latina.

8 luglio 2017: Visto l’ importante valore naturalistico, paesaggistico e geologico della catena del Monte Artemisio, si ripropone la precedente escursione del 25 Giugno 2017 questa volta però, per il programma culturale “Cose mai Viste” patrocinata dal Parco Regionale dei Castelli Romani, dal titolo :”Quota 900-le quattro cime del Monte Artemisio

Attraverseremo quindi nuovamente le quattro cime a quota 900 m.s.l.m.

 

domenica 18 giugno:

fiordo di CRAPOLLA: qui pose piede l’Apostolo Pietro!

Meno conosciuto del più famoso Furore, ma altrettanto bello per gli spettacolari colori che riesce ad offrire quando le rocce, baciate dal sole (che vi transita per poche decine di minuti), riflettono il proprio candore verso fondali marini dalle incredibili policromie che vanno dal verde smeraldo all’azzurro più intenso. Questo è il fiordo di Crapolla, una naturale insenatura che s’apre lungo la costa tra Positano e Capri e raggiungibile solo da mare o per un bellissimo e panoramico sentiero. Tra essenze salmastre, l’intenso profumo della macchia mediterranea, antichi approdi e rifugi per barche e pescatori… qui, le tracce del “leggendario” passaggio di San Pietro sono sparse un pò ovunque. Fare il bagno in questo “paradiso” è un privilegio per pochi…!

 

Mercoledì 21 – mercoledì 28 giugno:

trekking from Hadrian’s Wall to Lake District National Park, Inghilterra (GB)

Siamo nella regione montuosa nel nord dell’Inghilterra, ai confini con la Scozia a nord e col Galles a occidente. Il Muro di Adriano è famoso per essere stata la massima espansione dell’Impero romano in terra Britannica con la presenza dei ruderi delle fortificazioni e delle torri che ne determinavano la possente struttura militare/difensiva; mentre l’area naturalistica è famosa per i suoi laghi, le sue montagne (qui meglio conosciute come fells), e la letteratura del XIX secolo che qui forgiò la scuola dei cosiddetti Poeti del Lago. In quest’area – divenuta Parco Nazionale nel 1951 – si concentra la più grande presenza di cime montuose più elevate e i laghi (meres/stagni, waters/acque, tarns/laghetti, reservois/bacini artificiali) più lunghi e profondi di tutta l’Inghilterra. Il trekking porterà a conoscere i luoghi e i paesaggi più belli, significativi e caratteristici di tutto il comprensorio. (© Andrea Perciato)

domenica 2 luglio:

”Via MAESTRA dei VILLAGGI” per gli antichi villaggi della Costa d’Amalfi (Parco monti Lattari);

un affascinante viaggio nel cuore della costa d’Amalfi, alla conoscenza di quelli che furono le vestigia dell’antica Repubblica Marinara. In cammino attraverso l’antica Via Maestra dei Villaggi, andando alla scoperta delle storie e delle gesta di uomini d’arme e maestri d’ascia, che offrirono alla marineria italiana abili naviganti stimanti in tutto il Mediterraneo medioevale. Tra giardini sospesi nel vuoto e orizzonti mozzafiato su uno dei paesaggi più incantevoli al mondo, si conosceranno i fasti e le leggende di coloro che hanno reso celebre la potenza della Repubblica Amalfitana dominatrice assoluta dei mari.

sabato 8 – giovedì 13 luglio:

“SUOMY Trekking”. 

Si propone questo bellissimo trekking nelle magiche terre del nord, in quella Finlandia patria di Trǿll’s e folletti del bosco, tra fiabe e leggende, orsi e sentieri regali, renne e tende Lapponi nella tundra protesa all’infinito verso tutti i possibili orizzonti, ad inseguir gli ultimi bagliori del sole di mezzanotte, tra infiniti orizzonti e mille specchi lacustri.

domenica 16 luglio:

ascesa al monte Terminio (Parco Reginale monti Picentini)

Caratteristica di questa montagna è la forma “conica” dei suoi pizzi boscosi che, dividendosi fra loro in piccoli pianori prativi (Verteglia, Acque Nere, Campolaspierto…) di sicura origine glaciale, si inseguono in molteplici concatenazioni mentre, sulla cima vi sono i resti del traliccio di un segnale trigonometrico. Il monte Terminio caratterizza anche tutto il sistema idrografico della Campania.

 

 

 

giugno

sabato 17 domenica 18         1 STRADA DELLE 52 GALLERIE – PASUBIO                                 

Diff. E (Escursionistica)

Disl. mt. 750

Tempi percorrenza h. 3,00

Note tecniche: abbigliamento media montagna, utili bastoncini da trekking, non dimenticare torcia elettrica frontale

programma

Ritrovo ore 13,30 a passo Xomo e salita al rifugio generale Achille Papa, dove si pernotta.

Il giorno seguente si percorrerà “Il Sentiero Tricolore” nella Zona Sacra salendo la Cima Palon mt. 2292, il dente Italiano mt. 220 e dente Austriaco mt. 2203. Rientro attraverso la “Strada Scarrubi”

descrizione

Escursione di grandissima soddisfazione, un percorso storico che tutti gli appassionati di escursionismo e a maggior ragione coloro che s’interessano di storia, dovrebbero almeno una volta frequentare.

 

sabato 24                               2 SOLSTIZIO D’ESTATE – GUARDABOSONE

Diff. T (Turistica)

Disl. mt. 100

Tempi percorrenza h. 0,30

Note tecniche: abbigliamento sportivo

programma

Ritrovo ore 16,00 a Guardabosone, visite al museo arte sacra, di scienze naturali, orto botanico, centro medievale, salita al colle Arbolle e dopo la cena, canti e danze medievali attorno al falò.

descrizione

Con la partecipazione del prof. Luca Perrone verrano illustrate le l’usanza dei falò, del lavacro con la rugiada e il rito della benedizione dei “fiori di San Giovanni”, alternando musiche e danze con il gruppo folk I Farfadet.        

 

 

 

mercoledì 28                         3 BALLA COI LUPI – C.LLE D’EGUA mt. 2239 – C.LLE STRIENGHI mt. 2430

Diff. E (Escursionistica)

Disl. mt. 1199

Tempi percorrenza h. 4,50

Note tecniche: abbigliamento media montagna, utili bastoncini da trekking

programma

Ritrovo ore   7,00 a La Gazza di Fobello, dopo aver raggiunto il lago di Baranca e il colle omonimo si proseguirà verso colle d’Egua e degli Strienghi

Descrizione

Oltre la valle fatata di Baranca ci si inoltrerà per i selvaggi sentieri del vallone degli Strienghi dove è stata confermata la presenza dei lupi.

 

 

luglio

sabato 1                                 4 TRAVERSATA RASSA – OROPA                           

Diff. E (Escursionistica)

Disl. + mt. 1605 – mt. 1469

Tempi percorrenza h. 8,00

Note tecniche: abbigliamento media montagna, utili bastoncini da trekking

programma

ore   6,30 – ritrovo a Rassa; ore 17,00 – rientro a Rassa in autobus

descrizione

In un posto magico, alla confluenza dei torrenti Gronda e Sorba dove si ergono con grazia, tipiche case a formare uno dei più belli villaggi della Valsesia, prende inizio la lunga traversata.

Volgendo lo sguardo a levante, gli occhi si riempiono della figura arcigna di Fra Dolcino, scolpita sulle rocce dell’imponente parete Calva sulla cui sommità, il Pian dei Gazzari, si rifugio l’eretico nel 1300. A ponete si estende la lunga Valle dei Tremendi (Val Sorba) via di fuga per gli eretici verso il biellese e in tempi meno remoti, nascondiglio del brigante Bangher. Percorrendo la valle lungo il dolce sentiero che si snoda, prima attraverso boschi di faggio, abeti e radure su cui si adagiano fiabeschi casolari, poi in scoscesi pascoli, si è accompagnati dal suono dello spumeggiante torrente. Valicata la bocchetta del Croso a mt. 1940 si scende nella valle Cervo e risaliti alla galleria di Rosazza si scenderà al santuario di Oropa dove si venera la Madonna Nera.

 

domenica 2                            5 MUSICALTURA VALSESIA – MONTE TOVO mt. 1386

                                  

Diff. E (Escursionistica)

Disl. mt. 70

Tempi percorrenza h. 2,30 in salita

Note tecniche: abbigliamento sportivo

programma

Ritrovo ore 9,00 a Foresto, frazione di Borgosesia. Salita al monte, visita della palestra di roccia Giorgio Bertone, decollo deltaplani e parapendio e l’altare di pietra costruito con pietre di tutti i monti d’Italia, dove ogni anno, in autunno, si celebra la ricorrenza dei ceri a ricordo di tutti i caduti in montagna.

descrizione

Attraverso sentieri che furono teatro delle lotte partigiane arriveremo dapprima al rifugio Ca Mea e oltrepassato l’altare di pietra costruito con pietre di tutti i monti d’Italia giungeremo alla cima del Tovo. Rientrati al rifugio, concerto di musica classica dedicato alla memoria della Guida Alpina Giorgio Bertone nel 40° della scomparsa.

 

 

domenica 9                            6 MUSICALTURA VALSESIA – MASSA DEL TURLO mt. 1958        

Diff. E (Escursionistica)

Disl. mt. 747

Tempi percorrenza h. 2,00 in salita

Note tecniche: abbigliamento media montagna, utili bastoncini da trekking

programma

Ritrovo ore 9,00 a Piane di Cervarolo, salita in vetta e al ritorno, presso rifugio Camosci, intrattenimento musicale con musiche popolari “cansun dal creuss”

descrizione

Poco oltre il rifugio Camosci, oltrepassato un magnifico faggeto improvvisa l’apparizione del monte Rosa che ci accompagnerà sino alla cima lungo l’ariosa cresta che sale verso il cielo.

 

mercoledì 16                         7 MUSICALTURA VALSESIA – BOCCHETTA CAMPELLO mt. 1924

Diff. E (Escursionistica)

Disl. mt. 595

Tempi percorrenza h. 2,00 in salita

Note tecniche: abbigliamento media montagna, utili bastoncini da trekking

programma

Ritrovo ore 9,00 a Rimella, salita alla bocchetta di Campello e al ritorno, dopo il ristoro presso rifugio Cai Borgomanero, intrattenimento musicale con le Fisarmoniche Rimellesi.

descrizione

Dal magnifico villaggio Walser di San Gottardo, recentemente ristrutturato, si salirà lungo i sentieri e oltrepassata la linea insubrica si arriverà alla bocchetta di Campello, valico da dove giunsero i primi Walser nel 1300.

 

Woodstock – le guide francigene celebra a maggio il suo primo anno di attività. E’ il momento del primo bilancio e dei propositi per il prossimo anno. L’anno trascorso ci ha visto nascere come associazione e partecipare a numerose iniziative. Di interesse sono state le fiere organizzate a Reggio Emilia da AITR e la fiera “fa la cosa giusta” a Milano. Sono stati momenti che ci hanno messo in contatto con un vasto pubblico di professionisti e non che con noi condividono valori ed esperienze legate al turismo responsabile. Non si tratta di solo turismo, si tratta di idee e attività che hanno in comune un percorso che partendo dalla coscienza e dalla conoscenza di ogni singolo individuo passa per una crescita comune e collettiva. Passando alle nostre attività ricordiamo le nostre ultime uscite svoltesi nel periodo di Pasqua con due gruppi, è stata un occasione per tutti di vivere una Pasqua diversa. Una Pasqua in cui ciascuno di noi avrà avuto modo di riflettere su se stesso aiutato anche dai meravigliosi e pacifici paesaggi che abbiamo attraversato per poi condividere insieme al gruppo e compagni di viaggio la felicità e le mille piccole scoperte che si sono incontrate lungo il percorso.

Il primo gruppo si è cimentato lungo il tratto della via francigena che da Fidenza lascia la pianura per iniziare la lenta salita verso il crinale appenninico. La celebre cattedrale di Fidenza in stile romanico tra le lesene è decorata da una cornice in altorilievo raffigurante il cammino dei pellegrini . Lasciando l’arte architettonica ci si immerge nella meravigliosa paesaggio collinare dove sono i colori dei campi arati geometricamente intervallati da boschi sempre più fitti e grossi tanto più si cammino verso l’alta collina. Non si puo’ immaginare quanta gioia puo’ sprigionare nelle persone confinate nella frenesia quotidiana delle citta’ , il potere passare anche solo 1 o 2 giorni in una full immersion di natura e storia camminando su tracce antiche che aumentano il fascino del camminare.

Le nostre prossime proposte sono:

24- 29 Giugno dal passo del Gran San Bernardo a Ivrea. Il percorso completo della durata complessiva di 8 giorni verrà riproposto anche a Luglio. Le nostre camminate saranno lungo la via francigena in Valle d’Aosta la piccola regione dalle grandi montagne dai verdi campi e dai freschi e vivaci torrenti. Cammineremo sulla Via Francigena alla scoperta dell’antica Strada Romana delle Gallie, dei vigneti e dei sentieri a mezza costa che si affacciano sulla valle. Scopriremo i sapori di questa terra alta e di confine, in cui i formaggi sono altro che la già buona Fontina e i vini sono tutti da provare.

Guide: Gennaro P. Paola B

Prima dell’escursione organizzeremo incontro on-line per conoscere la guida

Tra il 15 e il 30 Agosto siamo presenti per escursioni in Bretagna. Contattateci per unirvi al nostro gruppo nelle nelle date che preferite. Riproponiamo un successo dello scorso anno l’uscita in Bretagna. La Bretagna, fatta di mari impetuosi e foreste selvagge, piccole case in pietra e correnti che portano lontano. E venti, e lunghe giornate d’estate. E anche Crepes, biscotti al sale di Guerande e alle mele e Sidro tra i migliori. Insomma, nell’immaginario collettivo un luogo magico che percorreremo lungo la Costa di Granito Rosa e la Cotes d’Armor, la Cornovaglia ed il Finisterrae.

Guide: Gennaro P.

Prima dell’escursione organizzeremo incontro on-line per conoscere la guida

 

Tante le idee che ci propongono gli amici di Una Montagna di Sentieri.

Il 25 giugno si inizia con un’escursione che ci porterà a conoscere i caratteristici paesaggi di Pian dell’Erba e Cadolten, luoghi posti sul versante meridionale del massiccio del Cansiglio e al margine dell’omonima foresta. Lungo il percorso che inizia dal passo “La Crosetta”, principale porta d’ingresso del Cansiglio per chi proviene dalla pianura veneta, sarà compito della guida portare all’attenzione di tutti i partecipanti, le bellezze di questi luoghi. Si potranno ammirare i maestosi faggi, conoscere gli anfibi che popolano le pozze d’alpeggio, osservare le tracce lasciate dagli animali selvatici e camminare tra le numerose rocce affioranti che caratterizzano quest’area di particolare interesse.

Il 1 Luglio ci sarà un appuntamento dedicato alle famiglie ed ai più piccoli, che si ripeterà poi ogni primo sabato dei mesi estivi: “Caglieron Junior” consiste in una visita guidata alle affascinanti Grotte del Caglieron, sulle pendici delle Prealpi Trevigiane, seguita da un laboratorio naturalistico-creativo per i bambini. Il tutto rallegrato da una piacevole merenda in compagnia.

Sempre dedicato ai più piccoli anche l’appuntamento del 2 Luglio, in Cansiglio, presso il Museo dell’Uomo in Pian Osteria, dove si uniranno Natura ed Archeologia: una facile passeggiata nella grande Foresta, adatta a tutti, ed un interessante laboratorio dedicato alla lavorazione della selce ci daranno modo di scoprire il Cansiglio da un punto di vista un po’ insolito.

L’8 Luglio invece cammineremo al chiaro di Luna lungo i laghi di Revine, mescolando la scienza alla fantasia in una suggestiva uscita serale, in collaborazione con il Parco Archeologico del Livelet.

Anche il 15 Luglio un appuntamento per godere di un po’ di fresco nelle belle serate estive: una passeggiata alle Grotte del Caglieron che si concluderà con uno sfizioso buffet con i prodotti biologici di Terra Fertile, un progetto della cooperativa sociale Fenderl.

Il 16 luglio sarà la volta dei Piani Eterni, l’altopiano prativo posto in una delle parti più affascinanti e selvagge del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. L’escursione che ha inizio dal lago della Stua in Val Canzoi, dopo circa 1100 metri di dislivello permette di arrivare, per mulattiera e sentiero, alle caratteristiche Casere Brendol ed Erera. Quest’area è molto frequentata da cervi, camosci, mufloni e, con un po’ di attenzione, non è difficile scorgere qualcuno di questi meravigliosi animali.

Il 6 agosto invece si salirà sulle Pale di San Lucano per raggiungere il bivacco Bedin da dove è possibile ammirare alcune delle più famose cime dolomitiche come il Civetta, l’Agner, le Tofane, il Cristallo e la Schiara. Il bivacco, tra i più belli delle Dolomiti, fu inaugurato nel 1977 dal Gruppo Alpinistico Vicentino ed intitolato alla memoria di Margherita Bedin, una loro socia che scomparve prematuramente sul Gran Sasso d’Italia pochi anni prima.

 

 

Avanguardie

Avanguardie

 

  • BICITOUR
  • Data: tutti i lunedì “Portoselvaggio”: da giugno a settembre

tutti i mercoledì “Tra vigne e masserie”: da giugno a settembre

tutti i giovedì “Chiese e pittaci”: da giugno a settembre

tutti i venerdì “Giardini segreti”: da giugno a settembre

  • Programma: visita guidata in bicicletta (anche per bambini) nel parco regionale naturale “Portoselvaggio e Palude del Capitano” e dintorni
  • Descrizione: da diversi anni durante l’estate proponiamo brevi e facili passeggiate in bicicletta nell’area del parco “Portoselvaggio e Palude del Capitano” per far conoscere l’area protetta ed i prodotti tipici: vino, olio e gelatine. Si tratta di quattro itinerari distinti, tre dei quali iniziano e terminano nel parco, mentre uno si svolge interamente nel centro storico neretino. Il lunedì l’itinerario si svolge integralmente nel cuore del parco. “Portoselvaggio” è un bicitour naturalistico che raggiunge Villa Tafuri ed il belvedere di Torre dell’Alto, con spettacolari affacci sul mare e su una delle spiagge più belle d’Italia; “Tra vigne e masserie” ha un carattere storico – paesaggistico. Lungo percorsi antichi e strade del vino si incontrano varie tipologie di masserie. L’essenza di questo nuovo tracciato è incastonata tra elementi della memoria, quella umana – fatta di strutture rurali come casini, furnieddhri, trozze, colombaie e masserie – e quella geologica, in cui roccia e terra sono protagoniste sullo sfondo del nostro lento procedere. “Giardini segreti” si svolge tra ulivi secolari e antiche ville in località Cenate. Lungo questo percorso gli aspetti paesaggistici si fondono con quelli architettonici. Pedalando adagio lungo viabilità minore rintracceremo l’eco di lussi antichi e di un moderno modo di intendere il turismo. “Chiese e pittaci”, infine, è un bici tour storico – paesaggistico che dalle mura che un tempo proteggevano si intrufola nel centro storico lungo i suoi vicoli, attraversando i pittaci (quartieri), incontrando chiese e cuneddhre (edicole votive) in un percorso armoniosamente eclettico.
  • Difficoltà: media
  • Durata: 2 ore, soste comprese in orario pomeridiano (orari variabili durante l’estate)
  • Dislivello:trascurabile
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo, acqua.
  • Note: la prenotazione è indispensabile

 

 

  • ATTRAVERSO IL PAESAGGIO
  • Data: tutte i martedì da giugno a settembre + 09.06, 08.07, 27.08 e 06.09 (luna piena ) + 12.08 (stelle cadenti)

MARTEDÌ 06.06: Baia di Uluzzo, la preistoria neretina. Dalle 17.00 alle 19.00 circa.

MARTEDÌ 13.06: Entriamo nel parco di Porto Selvaggio, i profumi ed i colori della macchia mediterranea ed il fascino della storia dell’uomo. Dalle 17.00 alle 19.00 circa.

MARTEDÌ 20.06: La palude del Capitano, ricchezze e rarità botaniche tra le spundurate. Dalle 17.00 alle 19.00 circa.

MARTEDÌ 27.06: Il canalone di Santa Maria, tombe messapiche e grotta del fico. Dalle 17.00 alle 19.00 circa.

MARTEDÌ 04.07: Baia di Uluzzo, la preistoria neretina. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

MARTEDÌ 11.07: Entriamo nel parco di Porto Selvaggio, i profumi ed i colori della macchia mediterranea ed il fascino della storia dell’uomo. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

MARTEDÌ 18.07: La palude del Capitano, ricchezze e rarità botaniche tra le spundurate. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

MARTEDÌ 25.07: Il canalone di Santa Maria, tombe messapiche e grotta del fico. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

 

MARTEDÌ 01.08: Terra di mezzo, all’ombra di Serra Cicora. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

MARTEDÌ 08.08: Baia di Uluzzo, la preistoria neretina. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

MARTEDÌ 15.08: Entriamo nel parco di Porto Selvaggio, i profumi ed i colori della macchia mediterranea ed il fascino della storia dell’uomo. Dalle 17.30 alle 19.30 circa.

MARTEDÌ 22.08: La palude del Capitano, ricchezze e rarità botaniche tra le spundurate. Dalle 17.00 alle 19.00 circa.

MARTEDÌ 29.08: l canalone di Santa Maria, tombe messapiche e grotta del fico. Dalle 17.00 alle 19.00 circa.

MARTEDÌ 05.09: Baia di Uluzzo, la preistoria neretina. Dalle 16.30 alle 18.30 circa.

MARTEDÌ 12.09: Entriamo nel parco di Porto Selvaggio, i profumi ed i colori della macchia mediterranea ed il fascino della storia dell’uomo. Dalle 16.30 alle 18.30 circa.

MARTEDÌ 19.09: La palude del Capitano, ricchezze e rarità botaniche tra le spundurate. Dalle 16.30 alle 18.30 circa.

MARTEDÌ 26.09: l canalone di Santa Maria, tombe messapiche e grotta del fico. Dalle 16.30 alle 18.30 circa

  • Programma: visita guidata (anche per bambini) nel parco regionale naturale “Portoselvaggio e Palude del Capitano” e dintorni.
  • Quest’anno sarà la XVII edizione di una delle prime iniziative di successo nel panorama ecoturistico salentino, “Attraverso il paesaggio”. Si tratta di una rassegna completa dei paesaggi neretini e delle sue emergenze raccontate con obiettività e passione dalle guide ambientali escursionistiche di Avanguardie durante visite guidate pomeridiane e notturne. Il parco e le sue diverse facce, le grotte, i canaloni carsici e molto altro aspettano anche voi per appagare la voglia di bello da chi ha scelto, per mestiere, di raccontare il paesaggio.
  • Difficoltà: facile
  • Durata: 2 ore, soste comprese, in orario pomeridiano (orari variabili durante l’estate), e dalle 21.00 alle 24.00 circa per le date relative a luna piena e stelle cadenti
  • Dislivello:da 0 a 30 m slm
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo (lampada personale durante le visite notturne)
  • Note: la prenotazione è indispensabile

 

 

  • TOUR TRA TORRI – DEDICATO A GRUPPUI GIA PRECOSTITUITI
  • Data: ogni sabato mattina d’estate.
  • Programma: visita guidata (anche per bambini) lungo il litorale jonico, tra il parco “Portoselvaggio e Palude del Capitano” e l’Area Marina protetta “Porto Cesareo”, nel comune di Nardò.
  • Descrizione: sul mare svettano le torri costiere, nell’entroterra campeggiano le torri delle masserie. Entrambe ci parlano di una storia lontana, di presidio del territorio, di mare, di terra e di grandi architetture. Partendo dalla Torre delle Quattro Colonne, a S. Maria al Bagno, con comodo minibus visiteremo la campagna neretina incontrando le torri Scurzone, S. Maria dell’alto, Uluzzo e Inserraglio. Sono previste soste presso alcune masserie.
  • Difficoltà: facile
  • Durata: dalle 10.00 alle 13.00 circa (soste comprese)
  • Dislivello a piedi:0 m slm
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo
  • Note: la prenotazione è indispensabile

 

  • ESPLORANDO
  • Data: 11, 18, e 25 giugno + 2, 9, 16, 23 e 30.07
  • Programma: visita guidata (anche) per bambini nel parco regionale naturale parco regionale naturale “Litorale di Ugento”
  • Descrizione: Esplorando è un progetto di ecoturismo sviluppato da Avanguardie in collaborazione con lo stabilimento balneare “Lido Pineta” di Fontanelle, Ugento e consiste in visite guidate pomeridiane GRATUITE all’interno del parco naturale regionale “Litorale di Ugento”, tra il mare, i bacini e la serra, seguendo le tracce del tempo.
    • 06 – escursione lungomare, tra dune e pineta
    • 06 – escursione lungo i canali e tra la vegetazione costiera
    • 06 – escursione ai bacini
    • 07 – escursione alla Specchia del Corno
    • 07 – escursione lungomare, tra dune e pineta
    • 07 – escursione lungo i canali e tra la vegetazione costiera
    • 07 – escursione ai bacini
    • 07 – escursione alla Specchia del Corno
  • Difficoltà: facile
  • Durata: dalle 17.30 alle 19.30 circa, soste comprese
  • Dislivello:trascurabile
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo e adatto a camminare in ambiente naturale
  • Note: la prenotazione è indispensabile

 

 

  • PARCHEGGIA QUI
  • Data: tutte le domeniche da giugno a settembre
  • Programma: visita guidata (anche) per bambini nel parco regionale naturale parco regionale naturale “Isola di S.Andrea e Litorale di punta Pizzo”
  • Descrizione: PARCheggia qui è un progetto di ecoturismo sviluppato da Avanguardie in collaborazione con l’Ecoresort “Le Sirené” di Gallipoli e consiste in visite guidate diurne e notturne all’interno del Parco Naturale Regionale Litorale di Punta Pizzo e Isola di Sant’Andrea, in uno splendido ambiente di dune e macchia dove ancora si possono incontrare rare piante endemiche. L’altezza delle dune, la ricchezza di farfalle, la presenza di dune fossili ed i colori del mare danno a queste passeggiate un qualcosa di speciale e rendono imperdibili questi appuntamenti.
  • Difficoltà: facile
  • Durata: 2 ore, soste comprese in orario pomeridiano (orari variabili durante l’estate)
  • Dislivello:0 m slm
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo
  • Note: la prenotazione è indispensabile

 

 

  • MANUALMENTE
  • Data: tutti i giorni, compatibilmente con la disponibilità degli artigiani.
  • Programma: laboratori di lavorazione dell’argilla, carta pesta e scultura
  • Descrizione: ManualMente è la proposta laboratoriale di Avanguardie per entrare nel mondo dell’artigianato salentino osservando, imparando e provando a manipolare terracotta, pietra leccese e carta pesta.
  • Difficoltà: facile
  • Durata: 2 ore, soste comprese in orario pomeridiano (orari variabili durante l’estate)
  • Dislivello:0 m slm
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo
  • Note: la prenotazione è indispensabile. Iniziativa dedicata ai gruppi precostituiti

 

 

  • GIROGUSTANDO X IL SALENTO
  • Data: tutti i giorni, compatibilmente con la disponibilità delle aziende.
  • Programma: percorsi enogastronomici e paesaggistici – DEDICATO A GRUPPUI GIA PRECOSTITUITI
  • Descrizione: GiroGustando x il Salento è un progetto di ecoturismo sviluppato da Avanguardie su tutto il territorio salentino in collaborazione con diverse aziende d’eccellenza che producono olio, vino, conserve, formaggi e molto altro. Gusto e bellezza si fondono durante la giornata passata insieme tra brevi passeggiate e degustazioni.
  • Difficoltà: facile
  • Durata: 2 ore, soste comprese in orario pomeridiano (orari variabili durante l’estate)
  • Dislivello:0 m slm
  • Equipaggiamento occorrente: abbigliamento comodo
  • Note: la prenotazione è indispensabile. Iniziativa dedicata ai gruppi precostituiti

 

 

 

  • Laboratorio “Thesan– Lazio

Thesan

Le Guide Thesan anche per questa stagione estiva propongono diverse attività tra la Tuscia e la Maremma.

Dalle selvagge spiagge del Monte Argentario alle acque termali di Saturnia, ci immergeremo nei misteri degli Etruschi a Vulci e Pitigliano.

Percorreremo ombrosi sentieri nel fascino mistico della Via Francigena e scopriremo panorami mozzafiato sull’arcipelago toscano.

Tutte le attività sono adatte ad un pubblico eterogeneo ed alle famiglie.

La storia antica, la selvaggia bellezza della natura i piccoli borghi e le tradizioni ancora vive , ci consentiranno di apprezzare tutta la ricchezza di questo

meraviglioso angolo del Bel Paese.

Per info: Pietro telefono 3494409855

 

Laboratorio “Aspromonte Wild” – Calabria

Nome: Torrentista x un giorno

Data: 18 Giugno 2017

Attivita’: Canyoning

Scheda tecnica: Minima difficolta`, due verticali di 8 e 4m, poca acqua e temperatura 18 gradi

Descrizione: La giornata eaperta a tutti ed e possibile provare la discesa su corda dopo un piccolo briefing con gli istruttori. MInima difficolta, qualche discesa in corda di max 8m, per saggiare lattivitapiu adrenalinica dAspromonte. Una intera giornata a provare tecniche, materiali, tuffi, scivoli e tante discese in corda. lattivitaideale per gustare angoli stupefacenti che solo il canyoning puo regalare.

 


 

Nome: Monte tre PIzzi

Data: 25 Giugno 2017

Attivita’: escursionismo

Scheda tecnica: escursione andata e ritorno di piccola difficolta’, dislivello 100m, 2 km, tre ore con tutte le pause. Obbligo di scarponi da trekking ed abbigliamento consono all’attivita’ proposta.

Descrizione: Escursione di grande interesse paesaggistico, un sentiero con un dislivello minimo che mostra a tratti alternati parte della costa ionica sul lato piufertile. Raggiunto Monte Tre Pizzi e assolutamente dobbligo la pausa per osservare con calma tutto il panorama che da Roccella volge fino al Monte due Mari passando dalla sottostante Cimina. Altrettanto dobbligo e la visita ai ruderi della chiesetta di origine Bizantina posta proprio sulla parte sommitale del Monte.

 


Nome: Barvi basso

Data: 09 Luglio 2017

Attivita’: Canyoning

Scheda tecnica: 4 Verticali, altezza massima 38m, avvicinamento di circa un`ora ma tra uno splendido lecceto tutto in discesa, acqua per circa 100 litri al secondo, dislivello di circa 135m per poco meno di 1 km di sviluppo

Descrizione: Raggiunto il torrente edobbligo drenare un podi sabbia alla ricerca delloro descritto in tante pubblicazioni e presente in tempi antichi proprio su questo torrente.Lambiente e intatto, con enormi massi che ogni anno appaiono, scompaiono o semplicemente si spostano di pochi metri… mai sempre troppo fermo !! una caratteristica di questo primordiale torrente.Le calate sono semplici cin qualche traverso ma mostreranno tutto cio` che serve per passare una giornata indimenticabile.

 

Laboratorio “Alta Quota Trekking” – Veneto

17 – 18 GIUGNO: Escursione con pernotto nel Parco Nazionale del Pollino

L’attività consiste in una escursione con partenza dalla Località Colle Impiso (Q. 1520) e salita al Dolcedorme che con i suoi 2268 m. di quota s.l.m. è la cima più alta del massiccio del Pollino e dell’Appennino meridionale. E’ previsto un pernotto presso il bivacco in legno presente alla Loc. Colle Gaudolino (Q. 1684).

23 – 25 GIUGNO: Trekking di tre giorni da Casalbuono (SA) al Monte Sirino (Lagonegro – PZ)

Si tratta di un’escursione lunga e impegnativa, per escursionisti esperti. La distanza da coprire è pari a 52 Km circa a/r e il dislivello è pari a  1350 m circa. Si trascorreranno due notti in tenda e tutto il necessario sarà trasportato a spalla. Il primo giorno di cammino si coprirà una distanza di circa 20 Km e un dislivello di circa 750 m, il secondo giorno guadagneremo la cima del Monte Sirino (Q. 1907) percorrendo in totale circa  6 Km per la risalita con un dislivello di circa 600 m per poi ritornare sui nostri passi fino al Fiume Noce nei pressi del quale ci sarà il secondo pernotto. Nella mattinata del terzo giorno si farà rientro.

8 – 9 LUGLIO: Teggiano (SA) – Monte Motola (Q. 1743 m.s.l.m.) con notte sotto le stelle.

L’attività in programma si svolgerà in due giorni. La sera del sabato, dopo una grigliata si pernotterà presso il Rifugio Fontanelle, nel Comune di Teggiano, a Q. 1350 m.s.l.m. La domenica mattina si salirà sulla cima del Monte Motola, Q. 1700 m.s.l.m. per godere di un panorama che si apre su tutto il Vallo di Diano e parte del Cilento.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: