Zaino da trekking: come scegliere quello giusto

Uno zaino da trekking adeguato può fare la differenza tra un trekking indimenticabile e un'esperienza disastrosa. Scopri come scegliere lo zaino perfetto per le tue escursioni con la nostra guida dedicata a questo prezioso "attrezzo" per l'outdoor

19 maggio 2023 - 5:53

Per camminate brevi e semplici possono andare bene zaini di 30 litri. Altrimenti si passa ai 50 litri e s’inizia a fare sul serio..

Se non hai nulla, non ti serve nulla!

Sentenziava sempre un mio vecchio compagno di boschi, e questa, con opportuni adattamenti, dovrebbe essere la regola aurea da utilizzare per fare il carico “perfetto” di uno zaino.

Sicuramente meno materiale si ha con se e migliore sarà il risultato delle nostre peregrinazioni nei più diversi ambienti naturali.

> Vedi subito i modelli consigliati

 

Un concentrato di tecnologia

I moderni zaini sono realmente degli attrezzi di eccellente livello, che grazie all’utilizzo dei più avanzati materiali hanno contribuito in modo sostanziale a migliorare il trasporto sulla schiena dei carichi necessari ad affrontare un trekking.

La base di partenza, lapalissiana, è disporre di uno zaino leggero e al tempo stesso in grado di sopportare carichi anche pesanti, in particolare sugli spallacci, distribuendoli, grazie alla struttura degli schienali e della fascia ventrale, anche sulle anche, molto più adatte a “portare” il peso.

 

Come indossare lo zaino e distribuire i pesi

Uno zaino ben riempito si porta scaricando la maggior parte del peso sulla vita, distribuendolo, grazie alla fascia ventrale che in uno zaino da carico deve essere ben imbottita, sulla parte superiore delle anche.

Solo così riusciremo a godere di lunghe escursioni senza massacrarci le spalle con gli spallacci che “segano” la base del collo.

Non esiste una regola universale su come distribuire il carico, se portarlo “alto” sopra le spalle o “basso”, cioè completamente appoggiato alle anche.

Gli zaini “da carico”, oltre ad un’ottima fascia ventrale regolabile, hanno sulla parte superiore degli spallacci delle cinghie di regolazione che ci consentono di allentare (abbassandola) o tirare (sollevandola) la struttura del basto.

Un altro segreto è utilizzare i bastoncini, soprattutto in discesa.

Un appoggio corretto, infatti, consente di scaricare sulle braccia e di conseguenza a terra gran parte del peso della parte superiore del corpo e dello zaino, alleggerendo notevolmente la tensione sulle ginocchia.

Sulle lunghe distanze questa tecnica consente di risparmiare almeno il 50% dell’energia destinata a “sopportare” lo zaino.

 

Come caricare lo zaino nel modo giusto

La regola base è che nella parte bassa  metteremo il materiale più pesante (tenda, sacco letto, attrezzatura da bivacco, alimenti, etc), e salendo verso l’alto le attrezzature più leggere.

Nelle tasche sul cappuccio invece si mettono le cose che si utilizzano con maggior frequenza: Gps, cartina, guanti, occhiali e berretto, giacca antivento, etc.

Le tasche laterali degli zaini possono trasportare delle borracce con l’acqua e gli integratori salini.

In generale, il miglior modo per camminare soprattutto su lunghe distanze, è avere tutto il carico ben stivato all’interno, compresa la giacca antivento, che invece di essere esposta “a bandiera” annodata al porta piccozza sta comodamente nella tasca superiore del cappuccio.

 

La struttura dello zaino

La grande differenza, a parità di peso, la fa la struttura dello zaino.

Per le gite giornaliere lo zaino è principalmente il contenitore ergonomico della riserva d’acqua e di cibo, sono “aerodinamici” e si “spalmano” sulla schiena quasi a solidarizzarsi con il corpo.

Quelli da carico, invece, necessitano di una struttura portante semi rigida, in grado di distribuire il peso su tutta la schiena.

A questo proposito, “obbligatoria” la possibilità di variare la lunghezza della distanza “attacco spallacci/fascia ventrale”, personalizzandola sul proprio fisico.

La parte dello zaino a contatto con la schiena, lo “schienale” o “dorso”, deve permettere la miglior circolazione dell’aria per evitare l’accumulo di sudore, che potrebbe anche compromettere l’escursione.

 

Il volume giusto per ogni itinerario

Gli zaini superleggeri, per volare sui sentieri, hanno le principali caratteristiche nella leggerezza, molto spesso meno di un chilo, e la sagomatura che ne fa un’appendice della schiena.

Sono ideali per escursioni “veloci”. Se l’escursione si protrae per tutta la giornata, allora lo zaino può avere un volume di 35 – 50 litri circa, oltre a presentare un dorso con buona struttura, spallacci e cintura ventrale imbottita, capienti tasche esterne.

Ci sono poi gli zaini per grandi camminatori.

Prima però di affrontare un trekking di 15 giorni nei luoghi più lontani del pianeta, abbiate l’accortezza di fare qualche gita “fuori porta” per ottimizzare carico e schiena!

Indispensabili, in questa categoria di zaini, tutte le regolazioni possibili: dorso, spallacci, volume espandibile in altezza, doppio scomparto interno con accesso al carico comodo, cinghie di compressione.

Mai esagerare col volume delle tasche esterne, che se non perfettamente equilibrate possono sbilanciare il carico; meglio quelle a scomparsa, comprimibili, che seguono la sagoma dello zaino.

Molto utile la separazione della parte superiore da quella inferiore e la possibilità di accedere ad entrambe dall’esterno.

Di solito, nello scomparto inferiore vengono messi indumenti e sacco letto, e sopra i viveri, le cose di più frequente utilizzo e l’attrezzatura fotografica.

 

Zaini per trekking plurigiornalieri

Sono i “giganti” che, una volta riempiti, fanno paura a guardarli. Indispensabile lo schienale totalmente “personalizzabile”, le cinghie di trazione del carico sulla parte superiore tra struttura e spallacci, e questi devono essere imbottiti con materiali idrofughi, così come la fascia ventrale.

 

Ferrino Overland 65 + 10

Zaino da trekking robusto con doppio accesso alla parte frontale ed inferiore, cappuccio amovibile trasformabile in zainetto.

Caratteristiche tecniche – Peso 2,5 kg • Tessuto 420 HD invisible ripstop, Supertex®  •Tasche Doppia sul cappuccio, di sicurezza, laterali e frontale a soffietto, su fascia vita, interna sul dorso • Altre caratteristiche Corpo estensibile (+10 l)

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Ferrino Chilkoot 75

Zaino da trekking robusto con doppio accesso alla parte frontale ed inferiore, cappuccio amovibile trasformabile in zainetto. Dorso ergonomico super traspirante in tessuto reticolare, le imbottiture sagomate a doppia densità assicurano un’ottima traspirazione.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,5 / 2,05 kg • Tessuto Supertex®, Double Tech •Tasche Sul cappuccio, di sicurezza, laterali e frontale, su fascia vita • Altre caratteristiche Corpo estensibile (+10 l)

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Salewa Alptrek 50 + 5

Disegnato per i trekking su lunghe distanze e di più giorni, l’Alptrek 50+5 è uno zaino comodo, in nylon leggero e ultra resistente, con uno schienale integralmente regolabile e un volume di 50 litri. Lo schienale Pro Custom-Fit è semplice da regola

re e a lunghezza variabile, con spallacci e cintura imbottiti con design anatomico, per un fit specifico uomo/donna.

Inoltre, i richiami di carico assicurano un fit ottimale sulle lunghe distanze, mentre i sostegni lombari pre-formati garantiscono una perfetta aderenza e il corretto trasferimento del carico sui fianchi.

Le ampie tasche offrono spazio in abbondanza per i vestiti di ricambio o gli archi della tenda ed è presente un doppio accesso (anteriore e superiore) al vano principale, per recuperare l’attrezzatura in modo facile e veloce.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Deuter Aircontact Lite 60+10

Uno zaino leggero, confortevole e abbastanza capiente per contenere tutti i vostri sogni, anche quelli in cui occorre partire portandosi tutto ciò che serve per un trekking di più giorni. Se è questo che state cercando, Aircontact Lite 60+10 di Deuter è la soluzione ai vostri problemi.

Garanzia di comodità è innanzitutto il sistema Vari Quick, che offre una regolazione rapida ed efficace dello schienale, mentre il telaio a forma di X consente una perfetta ripartizione del peso del carico.

A questo si aggiungono il fascione ventrale regolabile con il sistema Pull Forward e gli spallacci ottimamente imbottiti.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Deuter Aircontact Pro 70 + 15

Questi sono gli zaini della Deuter perfetti per viaggiare e per fare tour di trekking con molto bagaglio. Il nuovo, robustissimo, materiale esterno provvede a una lunga durata, il sistema Vari Flex ad un inimitabile comfort.

Le alette lombari ergonomiche rinforzate distribuiscono il carico omogeneamente e con il loro aggancio mobile riescono a seguire sovranamente anche movimenti più complessi.

Così si è in grado di superare anche passaggi difficoltosi senza perdere l’equilibrio, risparmiando forze.

In combinazione con le stecche in alluminio, il sistema Vari Flex Deuter crea un sistema di trasporto con un rapporto ideale tra stabilità, efficiente trasmissione, perfetto controllo del carico e allo stesso tempo eccellente flessibilità.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

 

Zaini per escursioni giornaliere

Ideali per contenere le poche cose che servono per un’escursione giornaliera: una borraccia d’acqua, qualche cibaria di conforto, una maglietta di ricambio e una giacca anti-pioggia/vento.

 

Deuter Act Trail 30L

Questo modello della Deuter è molto versatile, apprezzato lungo le vie attrezzate per le sue performance, come anche a passeggio nei centri urbani grazie ad uno stile fresco, elegante e semplice.

Lo zaino ACT Trail 30L è ben organizzato all’interno, ad esempio il compartimento per riporre gli indumenti umidi o sporchi, e diverse tasche – frontale, sotto la patella, interna per gli oggetti di valore, due laterali – che alla fine ampliano la capacità di trasporto.

Lo sappiamo, la famiglia degli zaini Deuter consente al momento del trasporto una comodità eccezionale: il Sistema Aircontact si adatta perfettamente alla schiena e mantiene il carico vicino al baricentro + spalle flessibili ActiveFit.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

 

Ferrino Finisterre 28

Zaino dal profilo lineare e completo di tutte le dotazioni. Il dorso D.N.S garantisce una perfetta ventilazione.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,55 kg • Tessuto Diamond HD, Supertex®, Rinforzi in Reinforced Laminated • Tasche Sul cappuccio, di sicurezza, frontale a soffietto, laterali in rete, su fascia a vita, interna sul dorso

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Salewa Miage 25

Zaino da 25 litri per alpinismo/via ferrata, robusto. Il suo sistema di trasporto Contact Fit assicura che lo zaino sia sempre vicino alla schiena, mentre le cinghie di controllo centrano il carico.

Gli spallacci anatomici imbottiti e le altre imbottiture garantiscono un trasporto confortevole.

Per arrampicare, è sufficiente togliere la placca ISB e la cintura ventrale e avrai uno zaino morbido compatibile con l’imbrago, con ganci per piccozza/bastoncini.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

 

Salewa Summit 28

Zaino da 28 litri per l’escursionismo, comodo e ben ventilato. Il suo sistema di trasporto Air-Fit Short, per gli escursionisti meno alti, combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione.

Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’escursione di un’intera giornata, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità.

La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali e tasca interna portavalori, offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli per l’escursione di una giornata.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Deuter Futura 30 Sl

Gli zaini Futura sono dotati di un sistema di trasporto più volte premiato da test indipendenti.

Il sistema Aircomfort FlexLite con la costruzione da trasporto a doppia intelaiatura estremamente flessibile e l’effettiva aerazione trilaterale, offre il massimo comfort nel trasporto con il minor peso possibile.

Questi zaini, in colori forti e in materiali pregiati, ci accompagnano sia per compiere passeggiate giornaliere, sia in tour alpini di più giorni o sulle ferrate. In più sono perfezionati fin nei minimi dettagli – come la nuova fibbia, appositamente concepita.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

 

Salewa Alp Trainer 35+3

Lo zaino tecnico studiato da Salewa per le escursioni alpine di due o tre giorni.

I punti di forza sono il perfetto equilibrio fra capienza e leggerezza e lo schienale AIR FIT 2.0, studiato per mantenere la schiena asciutta.

Con questa innovazione tecnica Salewa è riuscita a ridurre del 25% la superficie di contatto rispetto ai modelli precedenti.

L’utilizzo di tessuti altamente traspiranti nel sistema di ventilazione permette di ridurre la temperatura della schiena di ben 1.5°C dopo 15 minuti d’uso.

La stabilità del trasporto è garantita dal Twin Compression System (TCS) che consente di assicurare il carico dello zaino più vicino al corpo, prevenendo sobbalzi quando ci si muove velocemente.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

 

Articoli consigliati:

_ Come scegliere i migliori zaini per le escursioni giornaliere.

_ I migliori zaini da trekking  porta-bambino 

_ I migliori zaini da trekking per le donne

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Orologi e smartwatch per il trekking e l’outdoor: i migliori modelli e le loro caratteristiche

Quando vanno usati i bastoncini da trekking? quando invece è meglio riporli nello zaino? Scopriamolo!

Passione trekking? Serve la scarpa giusta