Friuli, trekking di primavera dal Castello di Miramare alla Grotta Gigante

Il Friuli-Venezia Giulia in primavera è ricco di fascino, tra bellezze naturalistiche e storiche. Questo spettacolare itinerario consente di camminare dal Castello di Miramare fino alla spettacolare Grotta del Gigante passando per punti panoramici memorabili

1 aprile 2024 - 12:00

Friuli in primavera: trekking di primavera tra natura e storia

Il Friuli-Venezia Giulia rimane, con molta probabilità, una delle regioni d’Italia meno battute dal punto di vista escursionistico e, per questa ragione, anche una delle più misteriose e interessanti da scoprire.

Certamente questo territorio si presta molto bene per gli sport invernali, tuttavia, anche con l’arrivo della primavera le occasioni per dedicarsi all’outdoor di certo non mancano.

Seguendo l’itinerario proposto potrete scoprire, innanzitutto, la magnificenza del Castello di Miramare.

Quest’ultimo fu costruito tra il 1856 e il 1860 ed era la residenza dell’arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo, poi divenuto imperatore del Messico, e di sua moglie Carlotta del Belgio.

Si tratta di una dimora che certamente non passa inosservata.

Questa si sviluppa infatti all’interno di un parco delle dimensioni di ben oltre 22 ettari, un giardino all’inglese e all’italiana ricco di piante rare, sculture e laghetti, che scende con ampi gradoni verso il mare.

Il percorso vi condurrà verso vedute panoramiche mozzafiato sulle Alpi fino a giungere alla Grotta Gigante, uno dei luoghi più noti di tutta la regione.

Nel 1995 venne inserita nel Guinness World Records per essere la grotta turistica a sala unica più grande al mondo.

Se deciderete di visitarla potrete seguire il percorso di un antico fiume sotterraneo e scendere nelle profondità della Terra, fino a raggiungere la Grande Caverna.

Ovvero un’imponente sala dall’incredibile volume di 365.000 metri cubi e dall’altezza di quasi 100 metri.

L’itinerario: passeggiata panoramica fino alla Grotta Gigante

Dalle acque lucenti e dalle forme armoniose del Castello Miramare, questo itinerario vi porterà a scoprire i picchi e le fantasiose sculture di roccia della Grotta Gigante, la caverna turistica più grande del mondo.

Si parte proprio dal Castello Miramare.

Lì percorrerete i giardini protesi sul mare, con le famose aiuole fiorite e il lago dei cigni, fino a raggiungere il cancello superiore.

Vicino alla stazione ferroviaria di Miramare dovrete imboccare via Pucino, dalla quale inizia un sentiero indicato come “sentiero natura”.

Salirete fino a raggiungere il borgo di Contovello, che attraverserete per seguire il bordo di una stupenda falesia carsica.

il panorama sarà incantevole dato che spazia dal Golfo di Trieste fino alle Alpi.

Procederete ancora lungo il ciglio della falesia fino a ricongiungervi con la strada principale in prossimità di un bar.

Da lì sarà necessario imboccare la Strada Vicentina, molto panoramica e abbastanza ampia.

Invece di proseguire per Opicina, seguirete il sentiero 1 che, ancora lungo la falesia, vi permetterà di arrivare al punto panoramico noto come “Vedetta d’Italia”, di grande impatto e bellezza.

Superato il santuario di Monte Grisa, dovrete seguire il segnale bianco e azzurro che consente di evitare sia la strada che la ferrovia.

Dopo un breve tratto su strada asfaltata potrete intravedere l’ingresso della Grotta, visitabile in circa un’ora.

 

Informazioni utili

Il sito ufficiale del Museo e Castello di Miramare 

Il sito ufficiale della Grotta Gigante, con tutte le informazioni per la visita

 

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Friuli Venezia Giulia

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram – Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, meravigliosa primavera: trekking al Santuario de La Verna

Liguria, Riviera di Ponente: 5 spettacolari trekking primaverili

Friuli in primavera: 5 itinerari facili e divertenti per famiglie e bambini