Liguria, trekking vista mare da Camogli a Portofino

Dal borgo medievale di pescatori di Camogli alla focaccia genovese sfornata calda anche la domenica, dall'Abbazia di San Fruttuoso raggiungibile solo a piedi fino alle case colorate di Portofino: un trekking in un paradiso mediterraneo ligure.

9 giugno 2022 - 10:58

Promontorio di Portofino: un paradiso mediterraneo intatto da scoprire sui sentieri

Il Promontorio di Portofino, in provincia di Genova, Liguria, è un piccolo paradiso per gli escursionisti.

Piccoli borghi incantati come Camogli, direttamente sul mare, e San Rocco, con vista impagabile sul golfo, abbazie dove il tempo sembra essersi fernmato, scandiscono il cammino fino alla perla di Portofino.

Nel mezzo, un ambiente naturalistico selvaggio, per fortuna non deturopato dal turismo di massa, grazie all’arcigna conformazione del territorio e alla tutela del Parco di Portofino e dell’Area Marina Protetta.

L’itinerario, lungo circa 13 chilometri, comporta l’intera traversata del promontorio di Portofino con partenza da Camogli e arrivo a Portofino con sosta intermedia a S.Fruttuoso.

Una vera immersione in un ambiente mediterraneo incontaminato, tra il verde della macchia e il mare che assume colori imprevedibili, dal verde smeraldo al blu profondo.

L’itinerario: da Camogli a Portofino passando per l’Abbazia di San Fruttuoso

Da Camogli si sale a San Rocco lungo la scalinata di accesso o con l’autobus di linea.

A San Rocco si può fare il pieno di focaccia genovese e poi imboccare il sentiero 8, quello di sinistra, che si porta alla panoramica località Toca dalla quale con il sentiero 10 si traversa fino al crinale.

Si giunge all’altezza del valico di Pietre Strette.

A Pietre Strette si può giungere con minore dislivello direttamente dal passo della Ruta attraverso Portofino Vetta.

Da Pietre Strette si scende ripidamente con il sentiero 2 nella boscosa valletta che si apre nella cala di San Fruttuoso.

A poco a poco alla vegetazione naturale si sostituiscono i resti degli antichi terrazzamenti ad uliveti in parte abbandonati che preannunciano la Torre dei Doria

Qui si piega a destra e si scende nel piazzale di ingresso dell’Abbazia.

Attraverso un passaggio coperto a scalinata si giunge sulla spiaggetta.

Seguendo ora il sentiero 4 si risale il versante orientale della cala e dopo un breve saliscendi in corrispondenza di una piccola baia, si risale.

Si passa prima l’eliporto e poi ripidamente la Base 0, postazione militare della Iª Guerra Mondiale.

Si traversa quindi in costa, si oltrepassa una valletta e si perviene alla località Prato.

Qui la vegetazione naturale cede ormai il posto al terrazzi agricoli.

Inizia quindi la lunga discesa su strada agricola fiancheggiata da villette che termina a Portofino.

Informazioni utili

Un itinerario da Camogli a San Rocco non è un vero trekking se non si porta con sé un po’ di focaccia locale.

Una buona idea è acquistarne un po’ al formaggio (la cosidetta focaccia di Recco) a Camogli e poi fare il pieno di focaccia genovese – con e senza cipolla – al panificio Maccarini a San Rocco di Camogli.

Il panificio è una specie di istituzione per gli escursionisti che percorrono il tragitto verso Portofino, perché si trova proprio alla fine della salita da Camogli.

Apre anche il sabato e la domenica alle 8 e sforna focaccia calda a ciclo continuo.

 

La carta dei sentieri del Parco di Portofino

Il sito del Parco di Portofino

I collegamenti in battello da Camogli

 

_ Scopri altri itinerari e sentieri in Liguria:

 

 

_ Scopri gli altri itinerari e percorsi in Liguria
Seguici sui nostri canali social!
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Parco di Portofino: itinerario da Camogli a San Fruttuoso

Liguria, Cinque Terre: il Sentiero Azzurro, 12 km di trekking vista mare

Liguria: da Campiglia a Portovenere, quinta tappa del Sentiero dei Poeti