Marmolada: da passo Fedaia a Punta Penia

20 maggio 2019 - 20:31

La Marmolada, Regina delle Dolomiti, annovera una escursione alpinistica in ambiente di alta quota da non sottovalutare, che porta sulla vetta più alta delle Dolomiti: Punta Penia (3348 m)

Dal Pian dei Fiacconi risalire la parte bassa del ghiacciaio.

Si descrive un ampio semicerchio verso destra e si sale il catino superiore (Pian dei Fiacchi) in direzione della parete rocciosa, superando per ponti di neve profondi crepacci che si sono scoperti negli ultimi anni.

Si supera la larga crepaccia terminale e si raggiunge la rampa detritica attrezzata con fune metallica.

Si risale il lungo canale roccioso per rocce di I e II grado, facendo attenzione a non far cadere sassi sulle cordate sottostanti (i pioli di ferro per assicurazione sono stati collegati con una fune metallica per cui ora la via risulta completamente attrezzata come via ferrata).

Si esce sulla cresta presso una piccola forcella e si risale a sinistra la gobba nevosa (Schen de Mul) prestando attenzione allo scivolo ghiacciato che scende a destra verso la parete nord. Si prosegue così fino alla croce di vetta.

L’escursione richiede non solo un’ottima condizione fisica, ma anche e soprattutto un’esperienza alpinistica su terreno misto e su ferrate con passaggi anche molto esposti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pale di San Martino: le Dolomiti a 360 gradi

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare