L’anello del monte di Montiego

18 marzo 2020 - 9:52

Dalla circonvallazione di Urbania, davanti al campo sportivo si prende via della Casina , asfaltata per poche centinaia di metri, poi bianca fino alla vetta del
m. Montiego.
Dopo 1.6 km si prende a destra e quindi al bivio successivo si può fare una deviazione a sinistra fino a S.Martino , centro di accoglienza per l’educazione ambientale. Tornati sulla strada principale , si passa davanti alla chiesa di S.Maria in Campolongo . Si comincia a salire con decisione.
I panorami che si aprono diventano a mano a mano più grandiosi .
Dopo 4.5 km di salita si entra nell’oasi faunistica di monte Montiego , il monte Caldare ci accoglie con una bella panoramica sul monte del Picchio , brullo ma suggestivo.
Ora la strada procede per alcuni km lungo dei saliscendi : sullo sfondo il monte Nerone e a sinistra la cima di monte Montiego.
Al bivio per il percorso 3 , presso la casa dei forestali , voltiamo a sx per arrampicarci sulla vetta di monte Montiego in mezzo ad una folta pineta abitata da scoiattoli e caprioli.
Dopo circa 4km di salita arriviamo ad una baita e finalmente ai prati sommitali.
Ora procediamo lungo l’anello del Montiego che ci conduce fino alla croce del monte da dove si gode una vista stupenda a 360 gradi.
Proseguiamo lungo l’anello del Montiego fino a ritornare alla baita.
Proprio davanti alla baita imbocchiamo il sentiero di Villa di Montiego che si addentra sul fianco meridionale del monte.
Procediamo in discesa in mezzo ad una pineta.
Pedaliamo sempre dritti seguendo a tratti dei segni bianco –rossi sugli alberi.
Dopo circa 2 km in corrispondenza di una fontana inizia una macchia a leccio.
Dopo circa 600 mt passiamo davanti ad una piccola edicola votiva.
Il sentiero ora corre ai margini del monte permettendoci di ammirare il monte Nerone e la gola di Gorgo a Cerbara.
Dopo circa 300 metri usciamo dal bosco e proseguiamo dritti attraverso i prati.
Seguiamo dei mucchietti di sassi posti sul terreno a mò di segnale, poco più avanti seguiamo la traccia di un sentiero
Dopo circa 300 –400 metri arriviamo ad un cancello superato il quale entriamo a Villa di Montiego borgo stupendamente appollaiato sulla vallata del Candigliano.
Appena superato il borgo seguiamo un cartello che indica Pieve del Colle.
Si inizia a scendere su strada bianca.
Dopo circa 3.4 km raggiungiamo la statale Piobbico – Acqualagna.
Giriamo a sx e teniamo questa strada per circa 400mt.
All’altezza del cartello “S.Lorenzo in Canfiago” giriamo a sx.
Procediamo per qualche km in pianura , continuando a seguire i cartelli per Pieve del Colle.
Dopo qualche km si riprende a salire poi si procede in discesa ed in pianura fino in località Pieve del Colle della quale è ben visibile il piccolo cimitero e poco più lontano , coperta in parte dalla vegetazione la piccola chiesa
Superata questa località , seguiamo i cartelli per Urbania.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno

Trentino, Stelvio Val di Rabbi: trekking alla scalinata dei larici monumentali