Andrea Lanfri nel Guiness World record per la corsa sull’Everest

È stato ufficializzato il record di Andrea Lanfri che, nel maggio 2022, ha corso 1 miglio in 9 minuti e 48 secondi a una quota di 5164 m. Si tratta del record di velocità sul miglio più alto al mondo

17 febbraio 2023 - 9:29

Andrea Lanfri entra nel Guinness World Record

L’organizzazione del Guinness World Record ha ufficialmente riconosciuto il record dell’atleta paralimpico Andrea Lanfri: 9 minuti e 48 secondi per correre il miglio più veloce in alta quota, sulle lame.

Oggi venerdì 17 febbraio è stato finalmente ufficializzato come Guinness World Record il gesto atletico compiuto da Andrea Lanfri lo scorso 1 aprile 2022.

L’impresa è stata compiuta lungo l’itinerario di avvicinamento al campo base dell’Everest.

Proprio la scalata della montagna più alta del mondo, che Andrea Lanfri ha concluso il 13 maggio raggiungendo la vetta, ha permesso all’atleta di segnare un altro primato.

Infatti Andrea Lanfri è il primo atleta con pluriamputazioni a scalare il tetto del mondo.

 

Il miglio di corsa durante l’avvicinamento all’Everest

Durante l’avvicinamento Lanfri decide di fermarsi al villaggio di Gorakshep a (5160 m) per cimentarsi in un test: correre il miglio più veloce in alta quota, sulle lame.

“Nessun pluri-amputato aveva mai provato una sfida di questo tipo” ha spiegato Andrea.

Andrea Lanfri ha raccontato l’approccio a questa sfida:

“Non è stato per nulla facile. Il terreno su cui ho corso non è ovviamente quello di una pista di atletica. Al contrario era irregolare e spesso disomogeneo. I primi giri sono stati più che altro un rodaggio per abituarmi alla superficie e alla gestione delle lame, che non sempre garantivano la stessa spinta proprio a causa delle caratteristiche del terreno”.

Una volta presa la misura con lo sterrato e con l’altezza non c’è più stato nulla a separare Andrea dal suo obiettivo e in meno di dieci minuti si è messo in tasca questa corsa da record, che oggi è finalmente stato omologato e ufficializzato dai tecnici del Guinness World Records.

“Per soddisfare i criteri necessari all’omologazione abbiamo dovuto segnare un percorso di 100 metri, utilizzando un metro e filmando l’intera operazione. Questo è stato poi il tracciato lungo cui ho corso il mio miglio” ha concluso Andrea.

Oggi l’atleta ha potuto avere la soddisfazione di stringere tra le mani il riconoscimento di questa esperienza, vissuta a poche settimane dall’emozione di conquistare la vetta dell’Everest!

 

 

Seguici sui nostri canali social! 

Instagram –  Facebook – Telegram

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Yosemite Firefall: l’incredibile cascata di fuoco sulla parete di El Capitan

Vacanza Trekking: idee e consigli per viaggi organizzati, di gruppo e per single

Trentino, valanga travolge due scialpinisti sulle Pale di San Martino: uno grave