Aspiranti rifugisti, fatevi avanti: 6 posti per corso con opportunità di lavoro

Per molti è un sogno. Lavorare in un rifugio in alta quota, per quanto difficile, è un'esperienza unica. Ora un corso può aiutare a far diventare quel sogno una realtà: è la Capanat Academy, 6 posti disponibili, candidature fino al 13 Febbraio.

26 gennaio 2022 - 10:54

Capanat Academy, un’occasione per lavorare nei rifugi

Si chiama Capanat Academy ed è un corso di formazione per aspiranti rifugisti.

L’Academy è organizzata da Brialba, il gruppo che si occupa della gestione dei rifugi Brioschi e Rosalba su Grignone e Grignetta nel lecchese, in Lombardia.

Il corso nasce dall’esigenza di rimpolpare le fila dei gestori dei due rifugi , ma promette di offrire occasioni di lavoro per chiunque aspiri a questa professione.

La selezione è molto rigorosa.

Tra tutti coloro che si candideranno, verranno selezionati solo 6 corsisti.

La scrematura avviene sulla base di un colloquio tenuto dai responsabili del Gruppo Brialba, che valuteranno la motivazione e il profilo dei candidati.

Per inviare le candidature c’è tempo fino al 13 febbraio, secondo le modalità indicate in questo documento, dove si possono trovare anche i dettagli del corso.

Alla fine del corso non viene assicurato un lavoro per tutti ma, vista la carenza di rifugisti – i capanat in dialetto lombardo – è altamente probabile che nascano delle opportunità.

Il lavoro del rifugista: duro, ma pieno di soddisfazioni

Il lavoro di “capanat” è affascinante e duro.

Un’immersione totale in una realtà, quella della montagna, affascinante ma al contempo complicata, che restituisce enormi soddisfazioni.

Un lavoro che richiedere conoscenze.

Del territorio innanzitutto e delle regole della montagna.

Ma anche competenze: dal saper cucinare e servire ai tavolo al saper gestire l’approvvigionamento delle scorte.

Serve anche saper interagire con il cliente-escursionista, diventando anche “punto informazioni” e primo presidio di soccorso in caso di bisogno.

Tutti temi affrontati dall’Academy, nata con la collaborazione di Resinelli Tourism Lab e di Mountain Dream Guide, il patrocinio del CAI di Milano e Unipol Sai Assicurazioni.

Requisiti per la candidatura: essere iscritti al Cai e coperti da assicurazione attività individuale nonché essere in regola con con le attuali norme Covid-19.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dolomiti del Brenta: riapre il Rifugio Maria e Alberto ai Brentei

Dolomiti: arriva il Bike e Music Festival in Paganella

Suoni delle Dolomiti: torna la musica sulle montagne più belle del mondo