8 persone sono cadute nel lago di Braies: grave un bambino di 7 mesi

Otto persone, tra cui un bambino di 7 mesi, sono cadute nelle acque gelate del lago di Braies in diversi incidenti nel weekend di Pasqua. Le alte temperature di questi giorni hanno reso la superficie ghiacciata più sottile e fragile

18 aprile 2022 - 18:17

Nel weekend di Pasqua sono stati numerosi gli incidenti nel lago Braies. Ben 8 persone sono cadute nel lago, in diversi momenti, tradite dalla superficie ghiacciata del lago diventata fragile e sottile per le temperature miti.

Tutti gli incidenti hanno coinvolto turisti che stavano camminando sulla superficie del lago di Braies, suggestivo specchio d’acqua situato nel cuore dell’Alta Val Pusteria a 1500 metri di quota, in provincia di Bolzano.

Le acque del lago sono ancora ghiacciate, ma le alte temperature degli ultimi giorni hanno assottigliato lo strato di ghiaccio, che non ha retto al peso delle persone in cammino.

Il primo incidente, avvenuto sabato 16 aprile, ha visto sfortunata protagonista una famiglia italiana con un bambino di 7 mesi che stava passeggiando sul ghiaccio. Quando la lastra ha ceduto sono finiti tutti in acqua, compreso un uomo intervenuto in soccorso negli istanti successivi.

I soccorritori, arrivati sul posto in breve tempo, hanno estratto dalle acque gelide tutte le persone che sono state poi trasferite all’ospedale di Innsbruck in stato di ipotermia, particolarmente serie le condizioni del bambino.

Altri due incidenti sono avvenuti a Pasqua, quando è caduta in acqua una donna milanese che stava camminando sul lago con il proprio cane. Nel lago sono finiti anche il marito e la figlia che stavano tentando di aiutare la donna, tutti salvati dai Vigili del Fuoco e trasportati in buone condizioni all’ospedale di San Candido.

Nella stessa giornata sono finiti in acqua tre ragazzi di Udine, che sono stati soccorsi da alcuni passanti e per i quali non è stato necessario il trasporto in ospedale.

Un weekend di Pasqua particolarmente difficile per il lago di Braies, preso d’assalto da migliaia di turisti che hanno approfittato delle vacanze e del clima favorevole.

Con l’arrivo della bella stagione e l’aumento di appassionati di turismo outdoor cresce anche il numero di incidenti, la montagna e l’ambiente naturale vanno affrontati sempre con la giusta preparazione.

Questo specchio d’acqua, negli ultimi anni, ha visto crescere gli arrivi grazie alla notorietà portata dalla serie televisiva “Un passo dal cielo” con protagonista Terence Hill e ambientata proprio in queste vallate.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dolomiti del Brenta: riapre il Rifugio Maria e Alberto ai Brentei

Dolomiti: arriva il Bike e Music Festival in Paganella

Suoni delle Dolomiti: torna la musica sulle montagne più belle del mondo