Mobilità verde: il Car Sharing elettrico in Italia parte da Torino

18 marzo 2020 - 4:55

Dopo Parigi, Lione, Londra e Indianapolis sarà il capoluogo piemontese la città selezionata dal gruppo francese Bolloré per lanciare 400 nuovi veicoli elettrici per il car sharing.

Si chiama Bluecar e può viaggiare in città per circa 250 chilometri prima di essere ricaricata presso le apposite colonnine elettriche. In Italia si chiamerà Bluetorino e verrà prodotta anche nello stabilimento di Bairo, un tempo di Pininfarina. È questo il progetto che ha visto la luce grazie ad una partnership tra la città di Torino – e in particolare l’assessorato ai Trasporti, Mobilità e Infrastrutture – e il gruppo industriale francese Bolloré, da sempre impegnato nel settore dei trasporti.

https://www.youtube.com/watch?v=l2rRlBMfXls”/]

Il progetto porterà a Torino già 250 colonnine e 150 auto elettriche entro un anno, mentre la commessa completa – dal valore di 13 milioni di euro – verrà portata a termine entro tre anni con un totale di 700 colonnine e 400 vetture.

Il sindaco Fassino ha dichiarato che la scelta di Bluecar è coerente con l’impronta sostenibile che è stata scelta per la mobilità cittadina, dopo aver già spinto l’acceleratore sul car sharing termico e sui bus urbani a gas.

Con le Bluetorino si potrà utilizzare l’auto nella ztl e prenotare anche dei parcheggi, andando a spendere fino a 5,5 euro al mese con 10 euro di registrazione. Anche i neopatentati potranno utilizzare il servizio.

Il servizio sarà utilizzabile come un tradizionale car sharing, ma si inserisce nell’articolato intreccio della mobilità torinese con l’intento di facilitare lo sviluppo di alternative all’auto privata e limitare l’inquinamento atmosferico che spesso fa registrare alti livelli di concentrazione in città.

L’iniziativa è stata presentata il 18 marzo nelle sale del Politecnico di Torino nel corso di un convegno sulla mobilità green. Il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha commentato con entusiasmo l’iniziativa sostenendo un impegno per creare 20.000 stazioni di ricarica in tutta Italia, per sviluppare un forte piano nazionale incentrato sui trasporti ecosostenibili.

Foto di apertura: un auto elettrica del gruppo Bolloré in carica a Parigi. Foto di mariordo59

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Salva il cuore blu dell’Europa: la campagna di Patagonia per proteggere i fiumi europei

Le Alpi: un ecosistema sempre più fragile e a rischio

Nuove misure restrittive: cosa si dice sul trekking e l’outdoor?