Obiettivo Terra 2023: 20 finalisti per il concorso fotografico sulle Aree Protette d’Italia

La 14a edizione del concorso fotografico nazionale "Obiettivo Terra" ha selezionato 20 finaliste tra 849 immagini candidate. Il 21 aprile a Roma si svolgerà la cerimonia di premiazione, durante la vigilia della Giornata Mondiale della Terra

17 aprile 2023 - 12:46

La 14a edizione del concorso fotografico nazionale “Obiettivo Terra”, promosso da Fondazione UniVerde e Società Geografica Italiana, ha raccolto 849 immagini provenienti da tutta Italia.

Tra queste, sono state selezionate 20 finaliste che rappresentano la bellezza e la biodiversità delle Aree Protette d’Italia.

La cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 21 aprile 2023, alla vigilia della 54a Giornata Mondiale della Terra.

Il concorso, che celebra l’ecoturismo esperienziale e il turismo responsabile, prevede diversi premi e menzioni, tra cui il Primo premio “Mother Earth Day”, del valore di 1.000 euro.

Il vincitore avrà anche l’onore di vedere la propria foto esposta in gigantografia a Roma e sulla copertina della pubblicazione dedicata al concorso.

Tra gli altri riconoscimenti, figurano 7 Menzioni, 4 Menzioni speciali istituite per il 2023, e il premio extra concorso per la menzione “Foliage”.

Inoltre, non manca il premio “Parco Inclusivo 2023”, in collaborazione con FIABA Onlus e Federparchi, che promuove l’accessibilità e la fruibilità delle aree protette per persone con disabilità e ridotta mobilità.

Le 20 finaliste sono state selezionate tra 849 foto, con oltre la metà (57%) presentate da fotoamatori tra i 35 e 64 anni e il 35% da under 35.

Le immagini rappresentano Parchi nazionali, Parchi regionali, Aree marine protette, Riserve statali e Riserve regionali.

La cerimonia di premiazione si terrà a Roma, in Villa Celimontana, il 21 aprile, alla vigilia della Giornata Mondiale della Terra.

Il concorso “Obiettivo Terra 2023” è promosso con la Main partnership di Cobat, la grande piattaforma italiana dell’economia circolare, e con la Digital partnership di Bluarancio.

Gli autori delle 20 foto finaliste a “Obiettivo Terra” 2023 e l’Area protetta ritratta:

  • Amenta Giuseppe: Parco dell’Etna (Sicilia)
  • Andretta Stefano: Parco nazionale dello Stelvio – Nationalpark Stilfserjoch (Lombardia, Trentino-Alto Adige/Südtirol)
  • Beatrici Maurizio: Parco naturale regionale del Beigua (Liguria)
  • Bronzin Federico: Riserva naturale di Crava-Morozzo (Piemonte)
  • Cimino Diana: Riserva naturale Lago Piccolo di Monticchio (Basilicata)
  • Cipressi Federico: Parco naturale Tre Cime (Trentino-Alto Adige/Südtirol)
  • D’Arienzo Fabio: Riserva naturale statale Litorale Romano (Lazio)
  • Flace Giuseppe: Parco nazionale del Pollino (Basilicata, Calabria)
  • Ianniello Salvatore: Parco regionale dei Campi Flegrei (Campania)
  • Mangione Alessandro: Area marina protetta delle Secche di Tor Paterno (Lazio)
  • Marveggio Chiara: Parco nazionale dello Stelvio – Nationalpark Stilfserjoch (Lombardia, Trentino-Alto Adige/Südtirol)
  • Montaguti Stefano: Parco nazionale delle Cinque Terre (Liguria)
  • Pepe Claudio: Parco naturale dei Laghi di Avigliana (Piemonte)
  • Quadri Ulisse Alfredo: Parco regionale Oglio Nord (Lombardia)
  • Reale Pietro: Parco nazionale della Sila (Calabria)
  • Rigodanzo Luca: Parco naturale Adamello Brenta (Trentino-Alto Adige/Südtirol
  • Savini Fabio: Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (Emilia-Romagna, Toscana)
  • Serra Carlotta: Parco del Frignano (Emilia-Romagna)
  • Tulli Franco: Area marina protetta Isole Egadi (Sicilia)
  • Vassallo Pasquale: Area marina protetta Regno di Nettuno (Campania)

 

_ Saranno decretate dai partners di ciascuna menzione, le seguenti Menzioni:

Alberi e foreste (in collaborazione con Comando Unità forestali, ambientali e agroalimentari dei Carabinieri);

Animali (in collaborazione con Federparchi);

Area costiera (in collaborazione con Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera);

Fiumi e laghi (in collaborazione con Federazione Italiana Canoa e Kayak);

Paesaggio agricolo (in collaborazione con Fondazione Campagna Amica);

Patrimonio geologico e geodiversità (in collaborazione con Società Italiana di Geologia Ambientale);

Turismo sostenibile (in collaborazione con Touring Club Italiano).

 

_ Analogamente si procederà per le Menzioni speciali:

Borghi (Premio alla più bella foto di un borgo situato all’interno di un’Area Protetta italiana, in collaborazione con “I borghi più belli d’Italia”);

Obiettivo mare (Premio alla migliore foto subacquea scattata in un’area marina protetta italiana, in collaborazione con Marevivo);

Parchi da gustare (Premio alla più bella foto di un piatto tradizionale di un’Area Protetta italiana, in collaborazione con Euro-Toques Italia e Federazione Italiana Cuochi; ai finalisti sarà richiesta la ricetta);

Parchi dall’alto (Premio alla più bella foto di un’Area Protetta italiana scattata da un punto panoramico, dal cielo o anche con droni autorizzati, in collaborazione con Cobat).

Oltre alle Menzioni e alle Menzioni speciali, la Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana hanno istituito per l’edizione 2023 un premio extra dedicato al “Foliage” col quale sarà conferito un premio di € 100 (euro cento) alla foto più rappresentativa della variazione autunnale del colore delle foglie degli alberi (candidata nel mese di novembre 2022).

È già stato decretato e sarà conferito il 21 aprile il Premio “Parco Inclusivo 2023”, in collaborazione con FIABA Onlus e Federparchi, all’Area Protetta italiana che si è maggiormente distinta attraverso iniziative concrete a favore dell’accessibilità e fruibilità per le persone con disabilità e a ridotta mobilità.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monti Sibillini, misure per limitare gli accessi durante le fioriture di Castelluccio di Norcia

Le nuove funzionalità di iPhone per gli appassionati di trekking: ecco gli aggiornamenti di iOS 18

Finalmente online il portale del CAI per prenotare i rifugi: come funziona