Torna “Sicuri sul Sentiero”: Cai e Soccorso Alpino informano sui rischi della montagna durante la stagione estiva

Domenica 16 giugno, il Club Alpino Italiano (CAI) e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) organizzano la giornata nazionale "Sicuri sul Sentiero" per sensibilizzare i frequentatori della montagna sui rischi estivi. Scopri come partecipare agli eventi in tutta Italia.

12 giugno 2024 - 12:38

“Sicuri sul Sentiero” 2024: prevenzione degli incidenti estivi in montagna

Domenica 16 giugno, il Club Alpino Italiano (CAI) e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) organizzano l’edizione 2024 della giornata nazionale “Sicuri sul Sentiero”.

Questa iniziativa, promossa in numerose località italiane, mira a sensibilizzare i frequentatori della montagna sulla prevenzione degli incidenti estivi in ambiente outdoor.

Lo scopo di queste giornata di prevenzione è informare escursionisti e amanti della natura sulla necessità di avere un approccio prudente e informato agli ambienti montani.

Prevenzione e responsabilità personale

L’obiettivo principale di “Sicuri sul Sentiero” è accrescere la consapevolezza dei limiti personali e dei pericoli insiti nella frequentazione dell’ambiente montano.

La sicurezza assoluta in montagna non esiste, ma una corretta informazione è essenziale per ridurre i rischi.

Durante la giornata, saranno organizzati decine di appuntamenti in molte regioni d’Italia, con punti informativi e attività pratiche per escursionisti e appassionati.

Gli eventi si terranno all’inizio dei sentieri, vicino alle vie ferrate e nelle falesie, dove saranno allestiti punti informativi e proposte attività aperte al pubblico.

I partecipanti potranno ricevere consigli utili per ridurre il rischio di incidenti e assistere a dimostrazioni pratiche del Soccorso Alpino.

L’obiettivo è fornire gli strumenti necessari per affrontare con maggiore sicurezza le escursioni estive.

 

Attenzione alla neve sopra i 1800 metri

Quest’anno, è importante ricordare che in molte aree del nord Italia sopra i 1800 metri, soprattutto sui versanti nord, nord-est e nord-ovest, vi è ancora neve.

Questo può rendere i sentieri e le vie ferrate meno accessibili e più pericolosi.

Gli escursionisti devono essere preparati ad affrontare questi tratti innevati, equipaggiandosi adeguatamente e comprendendo i pericoli aggiuntivi che la neve comporta.

Elio Guastalli, responsabile di “Sicuri sul Sentiero”, spiega:
“Nella stagione estiva si concentra la maggioranza degli interventi di soccorso, molti dei quali mettono in evidenza la difficile percezione dei rischi soprattutto da parte di chi ha poca esperienza, anche su terreno facile”.

Guastalli ha poi aggiunto:

“Questa stagione primaverile è stata caratterizzata da nevicate anomale, conseguenza della crisi climatica, che sta alla base di molti incidenti o perlomeno della difficoltà di percepire le condizioni ambientali ad alto rischio. Da sottolineare inoltre l’aumento degli incidenti in alcune discipline come quelle che prevedono l’utilizzo della mountainbike, favorito anche dalla diffusione massiccia della bicicletta a pedalata assistita”.

_ Scopri l’elenco completo degli appuntamenti ed eventi di Sicuri in Montagna 2024

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cinque Terre, dopo 12 anni riapre la Via dell’Amore: uno degli itinerari più iconici al mondo

Turista attaccato da un orso in Trentino Alto Adige: portato in ospedale

Tragico incidente in Valle d’Aosta: morti due alpinisti durante una scalata sul Monte Bianco