Nuovo decreto anticovid: super green pass anche in zona bianca

Il Governo sta lavorando al decreto che introdurrà il super green pass anche in zona bianca. Il provvedimento ha l'obiettivo di salvare il turismo invernale ed impedire le chiusure anche in zona gialla e arancione

24 novembre 2021 - 16:01

Nel corso del Consiglio dei Ministri di oggi 24 novembre il Governo ha varato il decreto con le nuove misure per contenere il contagio da coronavirus.

La principale decisione è l’introduzione di un super green pass concesso solo a vaccinati e guariti, valido anche in zona bianca.

Il nuovo certificato vaccinale sarà necessario per entrare in tutti i luoghi al chiuso e nei mezzi di trasporto, ad eccezione dei posti di lavoro, per i quali sarà sufficiente il green pass rilasciato a seguito di tampone negativo.

In zona bianca il certificato verde rafforzato sarà valido solo dal 6 dicembre al 15 gennaio, in corrispondenza delle festività natalizie. L’eventuale proroga sarà poi decisa in base all’andamento della curva epidemiologica.

Questa data limite non vale invece per le zone arancioni e rosse, nelle quali sarà sempre in vigore il nuovo certificato verde. Il  provvedimento ha l’obiettivo di scongiurare nuove chiusure generalizzate.

Il Consiglio dei Ministri ha recepito le indicazioni ricevute nel corso della riunione tra Governo, Regioni ed enti locali. Sono stati infatti proprio i presidenti di regione a sollecitare un rapido intervento dell’Esecutivo per tentare di salvaguardare le festività natalizie e il turismo invernale.

Le disposizioni del nuovo decreto 

Le misure discusse dal Governo entreranno in vigore a partire dal 6 dicembre e imporranno limitazioni per le persone non vaccinate.

Il green pass rilasciato con tampone negativo sarà valido solo per recarsi al lavoro, per accedere ai servizi essenziali e per gli spostamenti a lunga percorrenza.

Tutte le altre attività saranno limitate ai possessori di super green pass, ovvero coloro che hanno completato il ciclo vaccinale o sono guariti dalla malattia. Anche per l’accesso alle strutture ricettive sarà necessario mostrare il certificato vaccinale.

Una delle novità più importanti riguarda le limitazioni in zona gialla e arancione. Non ci saranno infatti più chiusure generalizzate per le attività commerciali e ricreative, ma l’accesso sarà limitato solo ai possessori del nuovo certificato verde.

Stesso discorso per il trasporto a lunga percorrenza, in zona gialla e arancione, solo i vaccinati e guariti potranno salire su mezzi pubblici.

Validità del green pass, dosi booster e obblighi vaccinali

La validità del green pass è ora di 9 mesi e non più 12, le dosi di richiamo del vaccino potranno essere fatte a partire dal quinto mese successivo all’ultima iniezione, ma non oltre il sesto.

Ema e Aifa, rispettivamente agenzia europea e italiana del farmaco, hanno approvato la vaccinazione anche nella fascia di età tra i 5 e i 12 anni.

Il decreto prevede inoltre l’obbligo di immunizzazione per il personale sanitario, scolastico e per le forze dell’ordine.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tre escursionisti salvati sull’Etna dalla Guardia di Finanza: le immagini

Obbligo assicurazione sci 2022, costi e regole: sci alpino, fondo e ciaspole

Sci, incubo piste chiuse Covid, CTS approva nuove regole: la situazione