Il Trail dei Monti Simbruini, correre a due passi dal cielo

18 marzo 2020 - 17:53

Prenderà il via l’8 e il 9 luglio prossimi il Trail dei Monti Simbruini, una competizione composta da quattro percorsi di diversa lunghezza e difficoltà tra le vette e le valli dell’omonimo Parco regionale, l’area protetta più estesa del Lazio.

L’emozione di correre tra cime levigate dai venti e profonde vallate, scrigno di ricchezze naturali, storiche e culturali. Quattro gare di diversa lunghezza per sportivi di tutte le età, in quell’angolo dove Lazio e Abruzzo si incontrano a 2.000 metri d’altezza.

È il Trail dei Monti Simbruini, l’evento sportivo che il weekend dell’8 e 9 luglio 2017 animerà le valli dell’omonimo parco regionale con quattro competizioni di corsa in montagna. Dal Baby Trail al Gran Trail di 90 chilometri, i percorsi permetteranno a tutti gli aspiranti sportivi, più o meno allenati, di provare l’esperienza di una gara a stretto contatto con la natura. Unico requisito fondamentale: avere voglia di mettersi in gioco e di passare una giornata spensierata lontana dal caos cittadino.

Appuntamento per domenica 9 luglio alle 10.30 sull’anello del Monte Livata per il Baby Trail, destinato ai bambini e ragazzi di età compresa tra gli 0 e i 14 anni. Sempre dal Monte Livata prenderanno il via il Fast Trail e il Medium Trail, rispettivamente di 15 e 30 chilometri, le competizioni intermedie dove il gioco inizia a farsi interessante!

Lungo i 16 chilometri del Fast Trail si alternano faggete e pianori carsici per un percorso con dislivello positivo di 575 metri, passando per il Monte Calvo, la suggestiva Piana di Campaegli, le Coste del Vallone e il Volubro Tre Confini.

Il tracciato del Medium Trail attraversa invece l’altopiano di Camposecco e il Passo del Procoio per raggiungere la cima del Monte Autore, la più elevata della provincia di Roma con i suoi 1.856 metri, da cui la vista spazia in ogni direzione. Si prosegue sulla cresta della Monna dell’Orso fino a rientrare a Monte Livata passando per i tipici pianori appenninici di Campo dell’Osso.

La gara regina della manifestazione però ha un solo nome: Gran Trail dei Monti Simbruini. La corsa più dura della manifestazione si sviluppa in due giorni per 90 chilometri di lunghezza, con un dislivello positivo di 6.230 metri tra le cime più suggestive del parco, il Monte Tarino, il Monte Contento, il Monte Crepacuore e il Monte Vigilio. Appuntamento sabato 8 luglio alle 21 nel centro di Subiaco per la partenza dei temerari corridori.

Il Trail dei Monti Simbruini rappresenta un’occasione ideale per staccare la spina dalle calde giornate estive e concedersi un weekend a stretto contatto con la natura, all’interno di uno degli scenari più suggestivi dell’Appennino centrale.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.traildeimontisimbruini.it

Testo di Marco Carlone. Si ringrazia per le foto Trail dei Monti Simbruini.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Limitazioni e restrizioni, ma il trekking può salvare l’inverno

Salva il cuore blu dell’Europa: la campagna di Patagonia per proteggere i fiumi europei

Le Alpi: un ecosistema sempre più fragile e a rischio