Vacanza su due ruote: in bicicletta sulle ciclovie da Oscar

In Trentino, Calabria, Emilia Romagna, Marche e Basilicata lungo le ciclabili vincitrici dell’Italian Green Road Award 2021. Cinque percorsi ciclabili adatti a tutti e ideali per una vacanza sui pedali.

2 agosto 2021 - 11:14

Sono cinque le ciclovie italiane che hanno vinto il prestigioso riconoscimento Italian Green Road Award 2021, conosciuti anche come Oscar italiani del cicloturismo.

Un premio nato dalla volontà di promuovere il turismo sostenibile in bicicletta e la mobilità attiva.

Per mostrare come le ciclovie possano diventare un prodotto turistico che aiuta la conoscenza del territorio e delle sue caratteristiche ambientali, culturali ed enogastronomiche.

I cinque percorsi che hanno vinto l’edizione 2021 si trovano in cinque diverse regioni, sono ciclovie tra loro molto diverse ma ciascuna ideale per scoprire i territori attraversati.

Al primo posto si sono classificate, a pari merito, la Provincia Autonoma di Trento e la Calabria con la Green Road dell’Acqua e la Ciclovia dei Parchi.

Il secondo posto è stato assegnato all’Emilia Romagna con la Ciclovia del Sole, che proprio quest’anno ha completato il tracciato nella regione.

Sul terzo gradino del podio troviamo le Marche, con il suggestivo Grande Anello dei Borghi Ascolani (GABA) e, infine, chiude la Basilicata che ha ricevuto la menzione speciale di Legambiente con la ciclovia da Matera alle Dolomiti Lucane.

Queste “ciclovie da Oscar”, che possono essere percorse a tappe o anche solo per un tratto, sono l’ideale destinazione per una vacanza attiva in ogni stagione dell’anno.

 

Scopriamo i tracciati vincitori del 2021

1) La Green Road dell’Acqua (Trentino)

La Green Road dell’Acqua (prima classificata ex aequo con la Ciclovia dei Parchi in Calabria ) è un percorso ad anello di 143 chilometri che unisce una selezione di tratti già esistenti di altre ciclo-pedonali e ciclovie per dar vita a un itinerario tra valli, fiumi e laghi del basso Trentino.

L’acqua è il tratto comune del percorso, che è ricavato in buona parte da argini fluviali, nonché strade e ferrovie dismesse: un rispettoso recupero e un’importante valorizzazione del territorio.

Ben segnalata e attrezzata, la Green Road dell’Acqua inizia al confine con la provincia di Bolzano, a Cadino di Faedo e, dopo aver attraversato 20 comuni, si conclude a Trento. sa.

_ Per maggiori informazioni: La Green Road dell’Acqua

 

2) La Ciclovia del Parchi (Calabria)

La vittoria della Ciclovia dei Parchi della Calabria (ex aequo con la Green Road dell’Acqua in Trentino) riconosce l’impegno della Regione in un nuovo progetto di turismo sostenibile.

Un itinerario che unisce le quattro principali aree naturalistiche del territorio, convertendo l’ampia rete di sentieri, percorsi appenninici e strade minori a basso traffico in una ciclovia tutta da esplorare.

La Ciclovia dei Parchi della Calabria è una green road che attraversa l’intera dorsale appenninica per ben 545 chilometri, inizia a Laino Borgo (in provincia di Cosenza) e termina a Reggio Calabria, interessando un’area protetta molto ampia di circa 350.000 ettari lungo quattro parchi naturali.

_Per maggiori informazioni: La ciclovia dei Parchi della Calabria

 

3) Ciclovia del Sole (Emilia-Romagna)

Il tratto di 46 km della Ciclovia del Sole (sull’ex ferrovia Bologna-Verona) che unisce 10 comuni tra le province di Modena e Bologna, si è classificato al secondo posto all’Italian Green Road Award di quest’anno.

Un percorso che ha recuperato i sedimi ferroviari dismessi, convertiti in percorso ciclabile.

Segnalata e attrezzata con aree sosta – dotate di punti di ricarica e-bike e cellulare, fontane d’acqua e kit per riparazioni – la ciclovia è interconnessa con la viabilità locale ed è perfettamente adatta alle famiglie.

L’itinerario, attraverso i suggestivi paesaggi della pianura emiliana, interpreta appieno una  nuova idea di viaggio capace di coniugare la scoperta lenta e attenta dei territori a una maggiore sostenibilità ambientale.

_ Per ulteriori informazioni sul percorso: La Ciclovia del Sole

 

4) Grande Anello dei Borghi Ascolani – GABA (Marche)

Un nuovo percorso ciclopedonale a tema storico-naturalistico che si è aggiudicato il 3° posto dell’Oscar Italiano del Cicloturismo 2021.

Un itinerario ad anello di 100 chilometri, suddiviso in 7 tappe di 15 chilometri ognuna, che unisce Ascoli Piceno alle località più caratteristiche dell’entroterra pre-appenninico, valorizzandone le peculiarità naturalistiche, culturali ed eno-gastronomiche.

Un viaggio attraverso i magnifici borghi collinari ai piedi del gruppo montuoso del Ceresa e dei Monti Gemelli, compreso nei Comuni di Ascoli Piceno, Venarotta, Roccafluvione e Acquasanta Terme.

_ Per ulteriori informazioni: www.grandeanellodeiborghiascolani.it

 

5) Ciclovia da Matera alle Dolomiti Lucane (Basilicata)

All’edizione 2021 dell’Oscar Italiano del Cicloturismo la menzione speciale Legambiente è andata alla Regione Basilicata con la ciclovia Da Matera alle Dolomiti Lucane.

Dalla Città dei Sassi patrimonio UNESCO si attraversa il parco della Murgia Materana e, costeggiando lo straordinario ecosistema dell’oasi WWF di San Giuliano, si raggiungono le Piccole Dolomiti Lucane, attraverso il parco di Gallipoli Cognato.

Un totale di 114 chilometri fatto di riserve naturali e di borghi arroccati in un percorso prevalentemente asfaltato, segnalato e attrezzato.

_ Per maggiori informazioni: basilicataturistica.it

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Autunno in Friuli Venezia Giulia: esperienze enogastronomiche sulle strade del vino e dei sapori

Montagna e impianti di risalita: confermata l’apertura per la stagione invernale

Stati Uniti: da novembre riaprono le frontiere ai turisti eruopei