Francigena Ultramarathon: scoprire a passo lento le meraviglie della Via di Sigerico

Storia, natura e tradizioni: la nuova edizione della Walking Francigena Ultramarathon regala a tutti la possibilità di camminare in uno degli angoli più belli della Toscana, con percorsi differenziati a seconda della preparazione e del tempo a disposizione per scoprire - anche in notturna - le meraviglie della Via Francigena

24 agosto 2023 - 7:00

La Walking Francigena Ultramarathon, un evento unico tra storia, natura e cammini

Nel weekend del 7 e 8 ottobre torna la Walking Francigena Ultramarathon, un evento straordinario dedicato agli appassionati di trekking e cammini.

Questa manifestazione sportiva è un unicum per l’Italia, un vero “must” del viaggio lento.

Ogni anno la manifestazione attrae migliaia di amanti del trekking e del nordic walking e più in generale tutti coloro che amano esplorare un territorio straordinario come quello della Val d’Orcia, al passo lento del camminatore.

In due giornate i partecipanti percorreranno l’antico itinerario della Francigena, con percorsi differenziati per lunghezza, così da realizzare il massimo dell’inclusività.

Tutti, chi è allenato e chi meno, troverà un percorso a misura delle sue forze, per godere del meraviglioso spettacolo della natura e della storia della Francigena.

 

Gli itinerari e le tappe dell’UltraMarathon

La formula, sperimentata con successo negli anni scorsi, rimane immutata: sono 7 gli itinerari tra i quali i camminatori potranno scegliere, in base alla propria preparazione fisica e al tempo a disposizione.

La novità di quest’anno è che cambia il verso delle tratte: Siena, che era fino all’anno scorso punto di partenza della Marathon, diventa meta finale, con partenza, per la tratta più lunga, da Acquapendente.

Vediamo nel dettaglio gli itinerari, ricordando che al di là delle distanze, tutti i percorsi condividono la stessa filosofia: fare una camminata non competitiva insieme ad altre persone che condividono la passione del viaggio lento, all’interno di uno scenario di straordinaria bellezza.

L’itinerario più breve, adatto ai meno allenati e alle famiglie, è quello di 17 km che unisce la storica Grancia di Cuna a Siena e che si svolgerà nella mattinata di domenica.

Da non perdere poi il Buonconvento- Siena, 35 chilometri attraverso la campagna senese, e il tratto da Acquapendente a Radicofani, 30 km circa con partenza la mattina di sabato: una passeggiata tra pascoli e calanchi spettacolari, per arrivare al celebre borgo medievale e alla sua storica fortezza.

Per quanto riguarda le tratte di lunghezza media si camminerà in notturna alla luce delle stelle da San Quirico a Siena per circa 55 km, e da Abbadia San Salvatore a San Quirico, 40 km circa, con panorami imperdibili sulla Val d’Orcia e arrivo dopo il tramonto.

Per chi ha tempo e naturalmente gambe, l’itinerario completo da Acquapendente a Siena, di 120 chilometri, è la scelta ideale.

Si parte da Acquapendente la mattina di sabato e si percorrono complessivamente 121 km con un tratto in notturna che inizia dalle parti di San Quirico.

Si fa sosta, ristoro e pernottamento a Ponte d’Arbia per ripartire la mattina successiva e arrivare a Siena  entro il pomeriggio, con ristoro nella storica Contrada della Civetta.

 

Walking Marathon, un cammino per tutte le gambe

La parola d’ordine dell’evento è: partecipazione. Per questo sono stati predisposti itinerari adatti a tutti coloro che desiderano partecipare.

La Walking Francigena UltraMarathon accoglie chiunque voglia incrociare il proprio cammino con quello degli altri, con la natura e la storia del territorio.

Non è una gara, il tempo impiegato non è importante.

Quello che conta è la voglia di stare all’aria aperta, nella meraviglia della Val d’Orcia.

L’evento è organizzato grazie alla sinergia tra gli uffici turistici dei Comuni di Acquapendente e Siena, in collaborazione con il Gruppo Trekking Senese e il sostegno degli uffici turistici e sport dei comuni di Monteroni d’Arbia, Buonconvento, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Radicofani, San Casciano dei Bagni, Abbadia San Salvatore e Proceno.

 

Informazioni utili

Le iscrizioni devono essere effettuate entro il 30 settembre a questa pagina

Sul portale ufficiale è altresì possibile consultare i dettagli dei vari percorsi, i servizi offerti ai partecipanti e il regolamento dell’evento.

 

 

Foto dell’articolo: Antonio Cinotti

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Premiazione concorso fotografico Obiettivo Terra 2024: il 22 aprile a Roma!

Obiettivo Terra 2024: ritorna il premio fotografico dedicato alle aree protette d’Italia

Cammini Aperti: il 13 e 14 aprile eventi sui percorsi storici e di fede in tutta Italia