Campania: Il Cammino dell’Anima

20 maggio 2017 - 13:39

La Via Francigena, in Campania, ha uno dei suoi volti proprio nel Cammino dell’Anima

Un itinerario di oltre 55 chilometri percorribile a piedi, in bicicletta o in auto, per attraversare e scoprire il territorio nord-occidentale della provincia di Benevento, da Faicchio a Pietrelcina.Il Percorso inizia da Faicchio, caratteristico borgo medievale dominato dal Castello Ducale, e percorre la valle del Titerno verso la frazione di Faicchio. Oltre all’interesse paesaggistico raccomandiamo la visita e l’attraversamento dello splendido Ponte Fabio Massimo. Il percorso prosegue verso San Salvatore Telesino passando per l’Abbazia Benedettina fino alla zona archeologica dell’Antica Telesia, città di origini romane, di cui si sta riportando alla luce l’anfiteatro. Le acque del rio Grassano fanno da cornice alla strada che ci porta a Telese Terme dove possiamo visitare la Torre Longobarda e rilassarci negli stabilimenti termali. Il tratto successivo prevede un passaggio nella zona di produzione vitivinicola di Castelvenere e segue il fondo valle fino alla chiesa di Santa Maria della Strada, accanto alla quale possiamo notare un antico ponte di epoca romana, ora in disuso.

Riprendiamo poi la bella strada panoramica che conduce a Ponte, altro centro vinicolo in cui merita una visita l’Abbazia di Santa Anastasia. Da vedere, nei dintorni, Guardia Sanframondi, dove è possibile visitare il Museo Civico con una particolarissima Collezione di Farfalle e Cerreto Sannita interessante città di fondazione. La seconda giornata dell’itinerario prevede la visita alla città di Benevento, posizionata tra i fiumi Sabato e Calore, un vero e proprio “museo a cielo aperto”, i cui suggestivi monumenti rimangono a testimonianza di un glorioso passato, tra questi spiccano: l’Arco di Traiano, il Duomo e soprattutto la Chiesa di Santa Sofia patrimonio dell’UNESCO. Seguendo la Via Appia Traiana e alcuni percorsi secondari, si giunge infine a Pietrelcina, affascinante borgo di antiche origini che ha dato i natali a San Pio, arroccato su uno sperone roccioso e che conserva tutt’ora un particolare fascino.

 

 

_ IL TRACCIATO GPX DEL CAMMINO SCARICABILE:

[sgpx gpx=”/wp-content/uploads/gpx/il-cammino-di-san-benedetto-da-casamari-cassino.gpx”]

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cammino storico sulla Via degli Abati

Dove il fiume diventa mare: 5 itinerari sui delta fluviali d’Italia

Movimento sull’acqua: Positano dal kayak